SUPU: Mamma perche’ mi prendi in giro

Mamma perché mi prendi in giro?

Gli Ufficiali dei Carabinieri infuriati contro il Comando Generale dell’Arma per la bufala del riordino. Rompono così il tradizionale silenzio “dell’usi obbedir tacendo …” . Esprimono forte preoccupazione, disagio e delusione, rispetto al mancato recepimento nel progetto di riordino delle carriere delle richieste di maggiore riconoscimento dei meriti professionali del personale Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri. Mentre si profilano nuove emergenze anche sul piano internazionale, si reputa di poter gabbare il personale dell’Arma dei Carabinieri con un provvedimento che è una non-riforma.

Gli ufficiali rivendicano:

  • il mancato adeguamento degli organici dirigenziali e della permanenza nei gradi degli ufficiali e mancata parificazione degli ufficiali del ruolo speciale a quelli del ruolo normale, con creazione di un ruolo unico che di fatto non si vuole che sia veramente inclusivo di tutti gli ufficiali;

  • la mancata eliminazione delle sperequazioni e dei disallineamenti rispetto alle altre Forze di Polizia ad ordinamento civile e con i funzionari ex forestali ora carabinieri.

Per tutte queste ragioni non possono accettare e condividere un provvedimento ingiusto partorito a danno della categoria Ufficiali. Mentre si negano i diritti più elementari agli ufficiali del ruolo speciale, spacciando il disallineamento che ne deriva con gli ufficiali del ruolo normale come un favore a questi ultimi, si assicurano indebiti privilegi di carriera ed economici a una schiera di privilegiati.
Per motivi politici e interessi che sicuramente non sono di natura generale (non si riesce a capire quale sia l’interesse dell’Arma dei Carabinieri a dividere e mortificare gli ufficiali, a mettere gli uni contro gli altri)
alcuni ultra privilegiati godono della possibilità di ricoprire la carica di Vice Comandante generale “a rotazione” con la conseguenza che si ricevono trattamenti di quiescenza anche di oltre 16.000,00 euro mensili, mentre al resto del personale si chiede di stringere la cinghia e si assicurano miseri 80,00 euro (e non a tutti).

Gli interessati si auspicano che si faccia una riforma vera e si riduca il compenso annuo per la figura del
Comandante Generale dell’Arma sotto i 200.000,00 euro, cosi da trovare le risorse per la parificazione degli RS agli RN (tanto costa meno degli ulteriori 250.000,00 che competono a tale carica) e si elimini la Speciale
Indennità di Pensione per i numerosi Vice Comandanti dell’Arma che si susseguono a ritmo vertiginoso annualmente, essendo già stata dichiarata illegittima dalla Corte dei Conti.

Se questo non si dovesse fare, se si continua a percepire un trattamento economico superiore a quello del Presidente della Repubblica Italiana e superiore a quello dei Capi di Stato di Francia e USA allora come si fa a chiedere a di accettare questa riforma così umiliante?

Qualche giorno addietro un giovane ufficiale così scriveva ai posteri: “Desidero che mamma Arma avesse almeno il coraggio di parlarmi, di dirmi cosa sta facendo, invece di lasciarmi in silenzio a leggere illazioni, bozze, progetti e quant’atro di inutile poiché non ufficiale. Desidero dirle che lo sapevo che al massimo, salvo incidenti, sarei diventato T.Col. poco prima della pensione, lo sapevo e lo so, ma vorrei chiederle di non prendermi in giro, di lasciarmi in pace a lavorare per lei, perché comunque lo faccio e lo farò perché anche se non ho la laurea, anche se non ho l’accademia alle spalle, sono un soldato che ha giurato fedeltà alla sua Nazione, non un mercenario”.

Come non condividere il suo nobile pensiero e i suoi desideri. Intanto la sindrome di Burnout mina le fondamenta della coesione della Benemerita e i suicidi sono sempre in aumento.

di Ettore Minnit



« (Previous News)



Related News

  • POLIZIOTTO IN COMA PER MENINGITE, PAURA TRA I COLLEGHI
  • SUPU:Perche’ tanto accanimento contro l’Arma dei Carabinieri?
  • SUPU: Riordino delle Carriere,il Riordino Farlocco.Ancora una volta la truppa viene presa per il c…
  • PENSIONI MILITARI SUPU: ADDIO ALLA CAUSA DI SERVIZIO E ALLA PENSIONE PRIVILEGIATA. L’INAIL IN AGGUATO COME L’ASSO PIGLIA TUTTO. SARA’ UN BENE PER GLI OPERATORI DEL COMPARTO? COMINCIAMO A PARLARNE PERCHE’ IL SILENZIO NON E’ MAI FORIERO DI BUONE NOVELLE. Di Francesco Zavattolo
  • SUPU: I Vertici delle Forze di Polizia e Forze Armate stanno mantenendo al potere questo Governo e Parlamentari abusivi per interessi stipendiali pur essendo a conoscenza della loro incostituzionalita’.
  • Pensioni Militari SUPU:Riordino delle carriere accettato: sindacati e Cocer soddisfatti Le consultazioni delle Commissioni Parlamentari sul riordino sono concluse, i sindacati delle Forze Armate ed il Cocer si dicono soddisfatti. Ecco quali sono le posizioni sul testo accettato.
  • SUPU: I PARCHEGGIATORI ABUSIVI.
  • SUPU: Gli abusi del Sottosegretario alla Difesa Rossi
  • %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: