Perche’ voto No al Referendum taglio Parlamentari !

 In Politica
La Politica e’ movimento.E’ volubile come una bella donna,molto corteggiata.
E’ sangue e merda.E’come il Palio di Siena: si fanno “combine” fino all’ultimo momento.Chi ha nervi piu’ saldi,vince.
Istintivamente si e’ portati a votare SI
perché si dà un bel taglio al carrozzone
della “Casta” politica e si risparmierebbero un bel po’ di soldi.
Ma,se si guarda bene, i vantaggi che si otterrebbero votando NO sono ben superiori a quelli che si otterrebbero
votando SI . Votando SI sì ottiene solo un vantaggio economico e per di più, si rafforzerebbero i 5 Stelle, il leguleio pugliese e il suo mentore siciliano, cioè
tutti coloro che ci stanno portando al fallimento sicuro,con gran gaudio dei due Diarchi franco-teutonici che dettano legge in Europa. Votando NO conviene a tutti gli altri partiti politici,amanti della vera Democrazia.E’ una rara occasione,questo referendum,per rimettere al centro la vera politica e rifare un po’ di pulizia nella “Casa della Democrazia”. Votando NO si fa un Poker garantito,superiore pure a quello che avrebbe fatto Zingaretti ,dopo la rinuncia di Salvini ( Andando alle urne all’epoca, si sarebbe tolto il sassolino Renziano dalla scarpa sinistra e sarebbe diventato il “Dominus” incontrastato del partito,ripristinando l’irrinunciabile bipartitismo politico,unica formula per una sana Democrazia.Chi vince governa.Chi perde deve fare opposizione.Anche dura.Senza inciuci.
Ma ,purtroppo,Zingaretti (forse mal consigliato dal suo mentore Bettini) non ebbe coraggio.Come don Abbondio , di manzoniana memoria.
Oggi l’occasione è ancora più ghiotta e credo che la volpe bonaccina +soci non se la lascino scappare.Errare e’ umano ma perseverare e’ diabolico.
Pensate un po’ a questo Poker servito,forse anche Scala Reale :
Si fanno fuori i 5 Stelle.Si fa fuori Zingaretti. Si fa fuori il piccolo leguleio poscettaro e quindi questo governo di pazzi incompetenti.Si tagliano pure i ponti con i vari “Centri di Potere occulto(ma non tanto) ” che fin’ora hanno dettato legge.Al di fuori del Parlamento.Si rida’ lustro alla bistrattata democrazia,quasi morente.Quindi,tutti coloro che hanno a cuore questo Paese ,
votino NO per ricominciare a sognare.
Opposizione compresa.
Il SI e’ ” istintivo” ma ,votandolo,si rimane nella palude stagnante e putrida.
Il NO e’ ” ragionato “. Sara’ pure opportunismo ,ma e’ Politica buona che fara’ bene al ns.Paese.
Il ripensarci dal votare il SI ,e’ vero,ci fa sentire un po’ cornuti ,ma,in questo caso,conviene correre il rischio ,perche’il fine è nobile e opportuno in quanto si salvaguarda la Democrazia.
Si estirpa questo tumore maligno che si e’ dimostrato essere il M5S e si rida’ fiato alla Politica seria,bipolare
G.Pin0

Scrivi un Commento