Pensioni Militari: L'Aggravamento!



« (Previous News)



Related News

SUPU: Gent.li Soci, si avvisa che tutto il personale militare riformato, anche a seguito di patologie non dipendenti da causa di servizio, che abbia maturato il trattamento pensionistico in regime misto o contributivo (escluso il retributivo), ha diritto a percepire inil diritto alla maggiorazione della pensione in ragione dell’applicazione dell’art. 3, comma 7 D. Lgs 165/1997, indipendentemente dal raggiungimento dei limiti di età. Questo diritto è stato peraltro riconosciuto dalla recentissima sent. N. 27/2017 della Corte dei Conti Regione Abruzzo divenuta definitiva. La Corte dei Conti della Regione Abruzzo, che in tal senso si era già espressa nel 2012, ha ribadito che il personale militare escluso dall’applicazione dell’istituto dell’ausiliaria, poichè collocato in quiescenza per riforma prima di aver raggiunto i requisiti di età richiesti per poter usufruire dell’ausiliaria, ha comunque diritto al beneficio compensativo di cui all’art. 3,comma 7, del D. Lgs. 165/1997, che prevede: “il montante individuale dei contributi è determinato con l’incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell’ultimo anno di servizio moltiplicata per l’aliquota di computo della pensione“. Per ulteriori informazioni contattare il numero 346 5129456 inviare un email al avvpatriziapino196@gmail.com

Correlati

  • SUPU: ALLA MANIFESTAZIONE NIENTE GOLPE,MA SOLO UNA VACANZA ROMANA E BELLA MUSICA ,NON CE NE ANDIAMO DA MONTECITORIO SE GLI ABUSIVI NON LASCERANNO IL PARLAMENTO CON LE DIMISSIONI.
  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • Pensioni Militari Supu: LA VERA EMERGENZA Polizia e militari ridotti alla fame dal governo: “Senza soldi, ci vestiamo con le divise di chi va in pensione”
  • PENSIONI MILITARI SUPU:DICHIARAZIONI A FAVORE DELL’ARMA DEI CARABINIERI
  • Pensioni Militari Supu: Migranti Frontex. Il trattato non e’ stato ratificato,per due anni il provvedimento e’ stato nascosto al parlamento degli abusivi.Di Maio invece di andare in televisione a dire c…, controllasse meglio i suoi colleghi abusivi.
  • 20 Comments to Pensioni Militari: L'Aggravamento!

    1. vanni ha detto:

      Egregio G.Pino
      sono un 1°M.llo e volevo sapere se con la patologia “sclerosi multipla” si è riformati o si è idoneo al servizio militare, tenendo presente che da circa 8 mesi mi trovo in convalescenza per la succitata patologia, non dovuta a causa di servizio, ma in corso dal 2005 ho un’altra pratica di causa di servizio per “ernia discale” in attesa di definizione dal Comitato di Verifica.
      Se a breve fossi riformato, volevo chiedere se eventualmente è fattibile effettuare la causa di servizio ed inoltre sapere quando percepirei di pensione, arruolato Agosto 1979 ed avendo effettuato 35 anni complessivi (30 anni di servizio effettivo di cui 28 anni di operativa + 5 anni di contributi già riscattati), tenendo presente che attualmente percepisco circa € 1900.
      Grazie e Ringrazio anticipatamente.

      Caro Vanni,

      Difficilmente ti verra’ riconosciuta la sclerosi multipla,per questa patologia ti consiglio di fare domanda di invalidita’ civile alle ASL.
      La tua pensione sara’ di circa 1700/1800 Euro al mese con 45000/50000 euro di buona uscita.

      Per la sclerosi multipla fai comunque domanda di equo indennizzo.
      G.Pino

    2. fabrizio ha detto:

      Egregio G.Pimo
      Sono un appuntato scelto CC con 28 anni di servizio, vorrei sapere se ho diritto quando sarò collocato in congedo della pensione privilegiata in quanto percepisco equo indennizzo per causa di servizio contratta nell’anno 1994 cat ottava tab A, e se fossi riformato prima dei 35 anni di servio quanto percepirò di pensione e liquidazione?
      Grazie di esistere Sig Pino, distinti saluti.

      La tua p.o si dovrebbe attestare sui 1650/1750 + p.p consistente del 10% della tua p.o

      G.Pino

    3. francesco ha detto:

      leggendo la domanda di Vanni, ho visto la sua risposta dr.Pino e domando a mia volta: come fa apresentare domanda di equo indennizzo se la malattia non gli è stata riconosciuta come dipendente da c.s. Io a suo tempo (1999)presentai domanda per riconoscimento da c.s. ed in seguito fu annessa anche quella di equo indennizzo, il discusso comitato ha bocciato tutto, nonostante avessi mandato delle sentenze (reperite su Internet) favorevoli. Cordialità eed auguri a Vanni. Francesco

      Caro Franceso,
      all’atto della compilazione oltre alla richiesta della causa di servizio,si aggiunge la rihiesta di equo indennizzo,poi se il C.di.V ratifica il tutto positivamente,l’equo indennizzo se quantificato ti viene elargito d’ufficio.
      Se ho risposto a Vanni quello che tu dici ma onestamente non ricordo,hai ragione tu,senza riconoscimento non vi e’ risarcimento.
      G.Pino

    4. romolo ha detto:

      sono un militare congedado nel 1985 mi è stata riconosciuta una causa di servizio e mi hanno accolto la domanda della pensione privilegiata di 8 categoria vitalizia quanto percepirò ?la ringrazio per l’attenzione.romolo

      Circa 800 Euro mensili
      G.Pino

    5. alberto ha detto:

      Egr. G. Pino, sono un ex caporal maggiore dell’esercito “VFP” e percepisco una 8 cat. tab. A di 800 euro mensili. Le domande da porLe sono:
      1) Sulle comunicazioni del ministero vengo qualificato come caporale e non caporal maggiore, mi chiedevo sè il grado crea differenza nella liquidazione della penzione.
      2) A distanza di quasi 5 anni stò per chiedere l’aggravamento, vorrei sapere se viene bloccata l’erogazione della pensione e per quanto tempo.
      3)Avendo ricevuto il congedo “assoluto” posso richiedere l’assegno di incollocabilità?
      4) A distanza di 15 anni dalla domanda e 5 dalla concessione della p.p. ancora non mi arriva l’equo indennizzo, qual’è la cifra che dovrebbe spettarmi?
      La ringrazio sentitamente per la sua disponibilità.

      Prego commentate,
      G.Pino

    6. claudio AL ha detto:

      Genti. Sing. Pino,sono un ex Brig. Dei CC nel lontano gennaio1996, presentai domanda di PPO per le seguenti infermità: – Marcati segni di spondiloartrosi lombare, gonaltrosi bilaterale, ascritta all’8^ categoria.Ipoacusia percettiva bil. Riconosciuta ma non ascritta a categoria.
      Da luglio 2010, mi ò stata concessa l’indennità una tantum, pari a tre mensilità.
      Come potra capire di anni ne sono passati , le malattie purtroppo stanno progredendo inesorabili,qualcuno mia ha riferito che potrei chiedere l’aggravamento.
      Le chiedo è vero? Se si, in che modo?
      -Domanda c’è un proprio stampato
      -Iindirizzo:- raccomandata, meil…
      -Si allega …eventuali certificati
      Fiducioso di un‘esaudiente rispota
      Sentitamente ringrazio
      AL02/02/11

      Puoi chiedere l’aggravamento per tutte le cause di servizio purche’ riconosciute dal C.di.V,non ci sono limiti di tempo
      Gli stampati li puoi trovare in qualsiasi caserma dei Carabinieri.
      G.Pino

    7. Antonio ha detto:

      Salve, sono un militare “Sottocapo di prima classe “in avanzamento a scelto, in servizio nella Guardia Costiera (Marina Militare). Due giorni fa mi hanno diagnosticato la sclerosi multipla. Premetto che ho 15 anni effettivi di servizio. Il mio Comando non sa niente in quanto mi sono ricoverato stando in licenza. Mi sapreste indicare brevemente cosa mi attende per il futuro se metto agli atti la mia patologia? Attualmente non ho sintomi. Per questa malattia è previsto il servizio civile? Se opto per la pensione a quanto ammonterà la stessa? Grazie

      Caro Antonio,
      non lo risponderti se la sclerosi multima ti sara’ riconosciuta causa di servizio,in caso di riforma la tua p.o sara’ di circa 800 euro.
      Avrai la possibilita’ a domanda di transitare ai ruoli civili,in caso di riforma per causa o non causa di servizio.
      G.Pino

    8. romolo ha detto:

      ciao Pino sono di nuovo Romolo il militare a cui è stata concessa una pensione PRIVILEGIATA ORDINARIA vitalizia tabellare A 8 categoria la ringrazio anticipatamente anche per la risposta precedente avuta….ma volevo chiederli la cifra che lei mi ha detto che andrò a prendere (800 euro circa) è compresa con assegni di moglie e 2 figlie a carico attualmente mi trovo disoccupato la pregherei di rispondermi al più presto grazie per la sua attenzione e gentile disponibilità!!!!

      Caro Romolo,
      nelle pensioni militari d’invalidita’ non vengono cocessi gli assegni familiari
      G.Pino

    9. ROSI ha detto:

      SALVE,POIKE’ VORREI ARRUOLARMI..VORREI SAPERE,SE CON LA SCLEROSI MULTIPLA,SI PUO’..NN SONO INVALIDA,SONO PERFETTAMENTE ABILE,MI E’ STATA DIAGNOSTICATA 5 ANNI FA..ASPETTO VOSTRA RISPOSTA.

      Cara Rosaria,
      con tutta sincerita’ non saprei risponderti,per scoprirlo prova a presentare la domanda quando ci saranno gli arruolamenti.
      G.Pino
      06.2285565

    10. Vincenzo ha detto:

      E’ un servizio molto utile e vi ringraziamo. Colgo l’occasione per dirvi che mi sento offeso sia come uomo che come servitore dello stato.
      In poche parole a settembre mi hanno notificato i decreti di diverse cause di servio dal 2000 al 2009 riferite ad una decine di patologie, con allegato il parere del c.v.: tutti negativi, con motivazioni alquanti duscutibili cone l’età ho 48 anni, per il tipo di servizio prestato non c’e la concausa cosa assolutamente falsa. Non ho soldi per ricorrere al TAR come viene indicato nel decreto.Cosa posso fare? Chiedere l’annullamento alla corte dei conti? o ripresentare nuovamente la domanda con tutti i particolari necessari. Mi è stato riferito che non essedo state riconosciute non si può più ripresentare domanda.
      Con cordiadilà

      Caro Vincenzo,
      purtroppo e’ questa la carta che giocano questi Signori del Comitato,quella della vecchiaia o del fattore genetico,Costoro mettono in atto questi ignobili meccanismi perche’ hanno l’ordine tassativo dal Ministero dell’Economia di non pagare,questo raggiro, sistematicamente avviene dal 2001 ai nostri giorni, inoltre giocano anche sul fatto, da non trascurare, che i Colleghi sono restii a sborsare soldi per gli Avv.
      Ho sempre sostenuto nei miei commenti che per poche centinaia di Euro ,perlomeno questi sono i costi dei Legali del SUPU si rischia di perdere migliaia di Euro e P.P a vita.
      Non si puo’ piu’ presentare la causa di servizio per la stessa patologia non riconosciuta.
      Non si puo’ chiedere l’annullamento alla Corte dei Conti,la sede naturale per le tue patologie come si evince dal tuo foglio notifica e’ il Tar.
      Entro 60 puoi effettuare ricorso al Tar.
      Entro 120 gg ricorso al Presidente della Repubblica,con costi Legali minori di quelli del Tar.
      G.Pino
      366.3406356

    11. Vittorio ha detto:

      dott. Pino salve sono Vittorio Aps: cc in servizio le voglio chiedere un consiglio , mi e’ stata riconosciuta questa infermita’.
      ai snsi dell’art. 14 comma 1 del Regolamento approvato con D.P.R. 461/2001:
      -” pregressa distorsione del rachide cervicale, in atto, a grado non esimente”, ai soli fini dell’eventuale trattamento pensionistico di privilegio. Volevo sapere se mi smettano le cure termali e quando andro in pensione la privileggiata? la rigrazio per la risposta.

      Caro Vittorio,
      per conseguire la p.p devi avere almeno un’8^ ctg tab.
      G.Pino

    12. Vittorio ha detto:

      Mi scusi dott. Pino sono sempre Vittorio le pongo un’altro quesito io ho un’altra causa di servizio riconosciuta dal c.v. in data 2005 ascritta a tabella AB senza numero e categoria”gastrite e pregressa duodenite” ove vi e’ scritto valida ai fini di pensione privilegiata ed equo indennizzo che gia’ mi e’ stato concesso ora cosa succede ? questa non fa cumolo con l’altra oppure devo fare l’aggravamento per tutte e due ? poi le chiedo la cervicale mi porta delle vertigini cosa devo fare sempre malattia fino alla riforma cosi mi daranno la p.p. visto che ho 31 anni diservizio effettivo e 5 riscattati.

      Caro Vittorio,
      il cumolo avviene tra due tab B,se sono state riconosciute dal C.di.V,
      le due patologie anche quella non classificata sono soggette ad aggravamento.
      Per avere la p.p devi avere riconosciuta almeno un’8^ ctg A max.
      Le tue vertigini ai fini della riforma sono da dimostrare mediante documentazione rilasciata da Unita Sanitaria o da Un’Hospedale, diverso e’ lo stato d’ansia o patologie depressive per le quali e’ prevista quasi sempre la riforma.
      G.Pino

    13. angelo ha detto:

      salve sign. pino sono un ex vfb e mi anno riconoschiuto p.p. tab.A cat.5^ volevo sapere se per l agravamento potevo agiungere unaltra patologia come (calcinoma) grazie per il servizio

      Caro Angelo,
      gli aggravamenti si chiedono su patologie gia’ riconosciute,per la patologie che mi indichi,puoi chiedere la causa di servizio,se ti concedono il riconoscimento e quindi la concessione di una categoria,ti verra’ effettuato il cumolo.
      Saluti
      G.Pino

    14. remo ha detto:

      salve sign, pino sono un brg, capo dei cc riformato 5 cat.
      tab a, mi e’ pervenuto il decreto della ppo dal m.d., avendo
      preso gia’ l’aumento del 10, dovro’ prendere altri arretrati

      con il decreto della riliquidazione omonima pensione.

      con osservanza distinti saluti

      Caro Remo,
      devi percepire gli arretrati da quando hai fatto la domanda di richiesta di C.S
      Saluti
      G.Pino

    15. romolo ha detto:

      la ringrazio per la sua cortese attenzione e per l’impegno che ci dedicata .grazieeeeeeeeeee Pino

    16. tonino ha detto:

      Buongiorno Sig. Pino Sono Tonino di Anni 53 prossimo Febbraio, Sov.te della Polizia di Stato Arruolato Giugno 1981, nell’anno 2000 mi veniva riscontrata una Cardiopatia Ischemica,angina instabile con successivo intervento di Angioplastico con uno Stent metallico all’Iva media. nel Maggio del 2001 mi viene riconosciuta la Causa di Servizio, assegnandomi la 5°categoria nella Misura massima ed la parzialità in servizio, assegnato ai servizi diurni che non comportano stress pisco fisico. a distanza di dodici anni, ed in luglio di quest’anno sono stato di nuovo sottoposto ad intervento coronarografia con l’applicazione di numero TRE stent metallici. coso posso fare adesso visto che sono passati i 5 anni per eventuale aggravamento, posso ottenere di essere riformato. grazie sig. Pino

      Caro Tonino,
      credo che se chiederai un nuovo aggravamento,la C.M.O,ti riformera’!

      Si possono chiedere tre aggravamenti,il quarto si puo’ richiedere dopo 10 anni.
      Buon Natale
      G.Pino

    17. Giovanni ha detto:

      Una informazione per i militari in servizio permanente colpiti da sclerosi multipla.
      Io ho un figlio che gli e stata recentemente diagnosticato questa malattia, ha fatto di tutto per rimanere in servizio poiche non ha segni apparenti della malattia ne malformazioni, ma purtroppo la commissione medica aplicando i decreti, giudica questa malattia non compatibile con i ruoli mlitari e quindi e automatico la proposta a passare nei ruoli civili rimanendo con stipendio invariato.
      G.M.

    18. filippo ha detto:

      salve sono un ass.capo polizia pen ,dal mese di gennaio 2013 lavoro al tribunale di caltanisetta dopo aver transitato nel ruolo di ass. giudiziario perchè giudicato non idoneo al servizio d’istituto dalla cmo di palermo,ho fatto richiesta di pensione privilegiata per una 6 categoria tabella A,vorrei sapere cortesemente sè quando andro’ in pensione perdero la pensione privilegiata con integrativa speciale che si aggira a circa 900 euro, e avro’ solo l’aumento di un decimo, la ringrazio e le porgo i miei saluti.

      • Redazione SUPU ha detto:

        Caro Filippi,
        essendo un riconoscimento preesistente di appartenente alla P.S,percepirai il 10% della tua p.o.
        Attualmente gli impiegati civili dello Stato in caso di infortuni sul lavoro,non percepiscono previdenze di invalidita?
        Saluti
        G.Pino

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: