Pensioni Definitive






Related News

SUPU: Gent.li Soci, si avvisa che tutto il personale militare riformato, anche a seguito di patologie non dipendenti da causa di servizio, che abbia maturato il trattamento pensionistico in regime misto o contributivo (escluso il retributivo), ha diritto a percepire inil diritto alla maggiorazione della pensione in ragione dell’applicazione dell’art. 3, comma 7 D. Lgs 165/1997, indipendentemente dal raggiungimento dei limiti di età. Questo diritto è stato peraltro riconosciuto dalla recentissima sent. N. 27/2017 della Corte dei Conti Regione Abruzzo divenuta definitiva. La Corte dei Conti della Regione Abruzzo, che in tal senso si era già espressa nel 2012, ha ribadito che il personale militare escluso dall’applicazione dell’istituto dell’ausiliaria, poichè collocato in quiescenza per riforma prima di aver raggiunto i requisiti di età richiesti per poter usufruire dell’ausiliaria, ha comunque diritto al beneficio compensativo di cui all’art. 3,comma 7, del D. Lgs. 165/1997, che prevede: “il montante individuale dei contributi è determinato con l’incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell’ultimo anno di servizio moltiplicata per l’aliquota di computo della pensione“. Per ulteriori informazioni contattare il numero 346 5129456 inviare un email al avvpatriziapino196@gmail.com

Correlati

  • SUPU: ALLA MANIFESTAZIONE NIENTE GOLPE,MA SOLO UNA VACANZA ROMANA E BELLA MUSICA ,NON CE NE ANDIAMO DA MONTECITORIO SE GLI ABUSIVI NON LASCERANNO IL PARLAMENTO CON LE DIMISSIONI.
  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • Pensioni Militari Supu: LA VERA EMERGENZA Polizia e militari ridotti alla fame dal governo: “Senza soldi, ci vestiamo con le divise di chi va in pensione”
  • PENSIONI MILITARI SUPU:DICHIARAZIONI A FAVORE DELL’ARMA DEI CARABINIERI
  • Pensioni Militari Supu: Migranti Frontex. Il trattato non e’ stato ratificato,per due anni il provvedimento e’ stato nascosto al parlamento degli abusivi.Di Maio invece di andare in televisione a dire c…, controllasse meglio i suoi colleghi abusivi.
  • 9 Comments to Pensioni Definitive

    1. Patrizia ha detto:

      Mio marito,CV.della MM.E’ DECEDUTO PER MESOTELIOMA PLEURICO MALIGNO DOPO 3 ANNI DI SOFFERENZA NON SOLO PER LA MALATTIA,MA ANCHE PER LA BATTAGLIA CONTRO UN MURO DI GOMMA CHIAMATO BUROCRAZIA.GLI E’ STATA RICONOSCIUTA LA CAUSA DI SERVIZIO A QUANTO PARE LA PRATICA SI TROVA PRESSO LA rAGIONERIA DELLO STATO .QUANTO TEMPO IMPIEGHERA’ A TRASMETTERE LA PRATICA ALL’INPDAP??’MISTERO..IL MIN.DIFESA PER AGEVOLARE E AIUTARE IL PERSONALE MILITARE ,HA ISTITUITO UN UFFICIO ,L’INDIRIZZO EMAIL E’.specialibenefici@previmil.difesa.it TEL. 06-517052080.mi sono rivolta a loro per avere informazione A CHI INOLTRARE LA DOMANDA PER VITTIME DEL DOVERE.E’ INIZIATO UN INCUBO.MI HANNO PASSATO I NUMERI DI BEN 5 UFFICI ,PER RITORNARE SEMPRE AL PRIMO .LE PERSONE PREDISPOSTE AD AGEVOLARE CHI SI RIVOLGE A LORO NON VOLEVANO RISPONDERE DICENDO CHE LE PRATCHE SULL’AMIANTO NON LE TRATTAVANO.FINALMENTE LA RESPONSABILE DELL’UFFICIO MI HA SPIEGATO CHE SONO VITTIME DEL DOVERE I MILITARI CHE EFFETTUANO MISSIONI ALL’ESTERO AL CHE MI CHIEDO IN 10 ANNI D’IMBARCO ,MIO MARITO QUANDO USCIVA IN MARE DICENDOMI CHE ANDAVANO IN MISSIONE O DICEVA SIAMO OPERATIVI E MANCAVA DA CASA PER MESI,MI RACCONTAVA UNA FROTTOLA.qUESTI UOMINI SONO STATI ESPOSTI ALL’AMIANTO ,SI SONO AMMALATI,SONO MORTI PERCHE’ FACEVANO DELLE “CROCIERE”,PER DI PIU’ A SPESE DELLO STATO.HO SENTITO TANTE FESSERIE IN 3 ANNI ,NON RIESCO PIU’ A CAPIRE ..SONO STANCA DI ESSERE PRESA IN GIRO..COMUNQUE DOPO AVAR ESPRESSO IL MIO PENSIERO ALLA DIRIGENTE HO INVIATO LA DOMANDA .SONO TESTARDA.. COSA DEVO FARE ANCORA???

      Gentile Signora Patrizia,Con R.R indirizzata alla Ragioneria dello Stato,all’ufficio pensioni,all’INPDAP, chieda la posizione della sua pratica e il Funzionario che la sta trattando,menzioni la Legge sulla trasparenza e chieda che entro 30 gg se non avra’ risposta si rivolgera’ ad un Legale.
      Intanto via mail ci invi una breve descrizione della vicenda .antoniopappalardo46@libero.it. asiaaurora@libero.it
      Distinti saluti
      A.P

    2. Patrizia ha detto:

      Grazie ,per la cortese attenzione e la risposta esauriente .Posso iscrivermi alla Vostra associazione,anche se facciamo parte di un’altra arma?’
      Cordiali saluti

      Gentile Signora Patrizia,Tutte le Armi si possono scrivere al nostro Sindacato,il nostro e’ il Sodalizio degli Uomini in Uniforme,Trovera’ la delega nel nostro sito http://www.sindacatosupu.it alla voce ISCRIZIONE 09,dopo averla letta e sottoscritta la firmi e con la ricevuta del versamento la invii in via Roberto Lepetit,172-00155 Roma,presso la segreteria Provinciale SUPU
      Cordiali Saluti
      Gen. A.Pappalardo

    3. occhipinti corradina ha detto:

      mio marito è un maresciallo maggiore in carica speciale in pensione provvisoria , da 1/01/95, dopo tanti ricorsi all’ente di appartenenza (in questo caso l’inpdap), non hanno ancora definito niente percepisce 1761 euro al mese ,vorrrei sapere quali sono i tempi morti cosi come li chiamano , e se ci potrà essere un incremento a suo favore, chiarisco che è andato in pensione con 25 +5 ,eventualmente un consiglio su cosa fare e a chi rivolgersi x chiarimenti o ricorsi, grazie fin d’ora per la vostra attenzione . distinti saluti.

      Gentile Signora,
      mi contatti al 366.3406356
      Saluti
      G.Pino

    4. Maria ha detto:

      Queste pratiche dovrebbero essere sottoposte al Ministro
      BRUNETTA, così andrà a fondo di queste avanti e indietro di
      compettenze BUROCRATICHE, dovute a NON LEGGERE BENE LE LEGGI
      EMANATE, non parlo degli Uffici Militari ma dalla Ragioneria
      di Stato, dalla Corte dei Conti e per prima dalla Segretaria
      che accetta le domande da inoltrare, se è un SINDACATO ANCORA PEGGIO.
      Ho visto che ho dovuto scrivere a tutti, sino ad arrivare
      di andare all’INPDAP, PARLARE con chi DIRIGE L’UFFICIO e
      verifichi di persona il FASCICOLO.
      A MILITARI che hanno perso la VITA per aiutare altre NAZIONI,dovrebbe esservi ancor più ATTENZIONE.
      La sottoscritta ha una pensione Civile, sono rovinata ad una
      gamba perchè a suo tempo non hanno fatto e richiesto gli eesami esatti, NON parliamo poi delle Commissioni Mediche
      Militari, ho visto un ragazzo ASMATICO NON CONCEDERGLI IL
      CONGEDO, ad un DROGATO SI!,AUGURI, BUON NATALE saluti a tutti,

    5. Gerardo Ricca ha detto:

      Sig.Generale Pappalardo,sono un Brig.Ca.CC.(in congedo), sono da tre anni in pensione provvisoria, vorrei sapere quanto tempo passa ancora che diventa quella definitiva!..

      grazie
      cordiali saluti

      Caro Gerardo,
      Controlla presso la tua Prefettura se hanno effettuato i conti definitivi e che abbiano trasmesso la pratica presso il tuo Ministero ufficio pensioni.
      G.Pino

    6. Gerardo Ricca ha detto:

      Sig.G.Pino e,la prima volta che sento dire di controllare presso la prefettura, non so l’ufficio competente, siccome io nel 2010, chiesi informazioni presso il C.N.A. di Chieti, il quale mi rispose un maresciallo e, mi disse che, stavano completando le pensioni denifitive quelle del 2006, allora quella mia del 2008,forse sarà definitiva nel 2013!!.

      grazie
      distinti saluti

      Caro Gerardo,la mia pratica e’ stata ferma alla Prefettura di Roma per circa tre anni,dopo averla istruita ed effettuato i conteggi,e’ stata inviata al Mininterno,quest’ultimo dopo averla ratificata,l’ha inviata all’INPDAP
      Le pensioni definitive vengono approvate dalla Prefettura.
      G.P

    7. Antonio Morsillo ha detto:

      Mi rivolgo a tutti, ma in particolar modo a chi come me, ha donato e rischiato la propria vita per tanti anni nelle Forze dell’Ordine svolgendo solo servizi esterni ad alto rischio:
      – non conoscevo il PREVIMIL,
      – non conoscevo le problematiche dei ritardi per l’elargizione delle pensioni;
      – non conoscevo delle difficoltà esistenti per rivendicare i propri diritti.
      – non pensavo che per chi lavora in ufficio, fosse una cosa normale non attenersi alle tempistiche delle leggi.
      Ma quello che non mi sarei mai aspettato è il sentirmi abbandonato oggi più che mai dalla mia Istituzione, quella che ho sempre rappresentato dignitosamente con i fatti e non con le semplici parole tipiche di chi non ama concretizzare. Non è bello giocare con la vita e con la morte dei miei Colleghi. Non è bello abbandonare le famiglie sofferenti.
      Che il Signore abbia pietà di coloro che lo fanno !!

      Antonio M.

    8. lorenzo ha detto:

      Per quanto riguarda l’osservazione fatta dal Brig. Ricca Gerardo in data 13 e 16 marzo 2011, gli rispondo che noi carabinieri dipendiamo direttamente dal C.N.A. di Chieti per quanto riguarda la materia di amministrazione compreso l’istruzione del Decreto di Pensione definitiva e da nessun altro Ente. Ma che centriamo noi carabinieri con la Prefettura? Mica siamo della Polizia di Stato?. Al Brig. Ricca rispondo che ancora deve aspettare in quanto al sottoscritto, in congedo per riforma dal 05.02.2007,non hanno ancora istruito il Decreto di Pensione definitiva nonostante i numerosissimi solleciti fatti al medesino Ente e richieste d’aiuto fatte al SUPU senza ancora ottenere nessuna risposta. Rassegnati, quando si va in congedo si è abbandonati da tutti.

    9. Salvatore ha detto:

      Un saluto affettuoso al mio Generale Pappalardo,in quanto sono stato a suo servizio quanto comandava il Gruppo di Frascati(RM)e ne sono stato molto orgoglioso. Volevo chiedere un quesito è una risposta, sulla mia situazione – in data 13.02.2009 sono andato in pensione con gli anni effettivi 33 e 53 anni di età – il giorno seguente al mio congedo, ho presentato domanda per la pensione previleggiata, dopo la visita al CMO di Roma è stato tutto OK, mi hanno lasciato la categoria 4°. Dopo tre mesi circa, mi ha scritto la commissione di via Lanciani,la quale mi attestava che non mi avevano conosciuto la causa di servizio per la pensione previleggiata per “ESCHEMIA ARTERIOSA” E IPERTENSIONE ARTERIOSA” a suo tempo riconosciuta dal CMO di Roma in data 12.11.2001 con decreto del M.D.Lo scrivente, a questa risposta dalla commissione è stato molto male fino ad oggi,ribadisco che dal 2001 fino al congedo sono stato con la riforma parziale, lavorando in ufficio. Chiedo, se è possibile al mio Generale,qualche comunicazione in merito. Un cordiale saluto firmato Salvatore

      caro Salvatore,
      scusa se ti rispondo in ritardo,per quanto riguarda la tua patologia non riconosciuta dal C.di.V,come da decreto,avevi 60 gg di tempo per proporre ricorso al Tar.
      Un affettuoso saluto
      A.Pappalardo.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: