Mobilitazione dei Sindacati di Polizia e Rappresentanze Militari



« (Previous News)



Related News

  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • Pensioni Militari Supu: LA VERA EMERGENZA Polizia e militari ridotti alla fame dal governo: “Senza soldi, ci vestiamo con le divise di chi va in pensione”
  • PENSIONI MILITARI SUPU:DICHIARAZIONI A FAVORE DELL’ARMA DEI CARABINIERI
  • Pensioni Militari Supu: Migranti Frontex. Il trattato non e’ stato ratificato,per due anni il provvedimento e’ stato nascosto al parlamento degli abusivi.Di Maio invece di andare in televisione a dire c…, controllasse meglio i suoi colleghi abusivi.
  • SUPU: Forestale, con la distruzione di migliaia ettari di bosco,e’ andata in fumo anche la Forestale.i nostri abusivi governanti quello che toccano inceneriscono tutto.
  • 2 Comments to Mobilitazione dei Sindacati di Polizia e Rappresentanze Militari

    1. gallenti giuseppe ha detto:

      LA CORTE COSTITUZIONALE, nonostante siano trascorsi quasi due mesi dall’udienza pubblica, fatto questo di per se già strano, non si e’ ancora espressa sulla “palese” incostituzionalita’, avanzata da piu’ Giudici di merito che si rifacevano a piu’ sentenze emesse dalle Ss.Uu. della Suprema Corte di Cassazione e su altro ancora che rende viziata ed inapplicabile l’odiosa norma SALVABANCHE (prescrizione breve per l’anatocismo bancario che ridurrebbe sul lastrico decine di migliaia di persone ed imprese, peraltro già vittoriose in giudizio, per cui qualcuno pronto anche a un gesto estremo) inserita nottetempo dal ministro Tremonti nel decreto milleproroghe(sic) approvato dal governo Berlusconi il 26.02.2011 e “prima respinta perché scritta fraudolentemente e frettolosamente per ovvi ed inaccettabili interessi di parte” ma poi, inspiegabilmente, accettata in toto e firmata dal nostro “amato” Presidente della Repubblica. IL TEMPO TRASCORSO LA DICE LUNGA: LE PRESSIONI DEL “POTERE BANCARIO” SARANNO TANTE E MINACCIOSE, nonostante il parlamento intero abbia già più volte salvato, negli ultimi giorni ed A NOSTRE SPESE, le banche e l’intero sistema finanziario unici responsabili di quanto rovinosamente sta accadendo nel nostro paese…
      I piccoli imprenditori, gli artigiani ed i lavoratori sono oramai al suicidio, i quotidiani ne annunciano tutti i giorni di nuovi, IMMAGINATE COSA POTREBBE ACCADERE SE LA CORTE COSTITUZIONALE DOVESSE CEDERE ALLE PRESSIONI DELLA POLITICA E DEL POTERE FINANZIARIO PER QUANTO SOPRA…
      Qualcuno ha detto che le macchie sulla nostra coscienza col passare del tempo ingrandiscono pesando sempre di più come macigni. Noi tentiamo vanamente di archiviarle nei meandri della nostra memoria ma, al momento del giudizio, emergeranno e ci verrà chiesto di espiarle trasferendole in forma di sofferenze alla nostra progenie…speriamo sia vero!

    2. Luca ha detto:

      Dobbiamo accrescere la conoscenza di questi provvedimenti proposti dal governo verso tutti gli appartenenti al comparto sicurezza. Attenzione!!! Il personale dipendente non è sensibilizzato abbastanza. Questo fa sì che la partecipazione al dissenso verso l’applicazione di queste norme non risulti essere numericamente elevato. Diffondete anche personalmente la notizia ed il papiro contenente le proposte innovative del governo fra il personale. Qui bisogna partecipare numerosi a manifestazioni di piazza, anche al di la dell’appartenenza a gruppi o sigle sindacali. Il nostro lavoro è particolare. Non possiamo essere considerati un numero ed un dato tecnico da trattare. Che provino lor Signori a trascorrere una giornata alla ricerca di un malvivente in una vettura, magari in una fredda nottata invernale di gennaio in una regione del nord! Oppure all’interno di una sezione detentiva dove un operatore deve far fronte a tutto con niente……..oppure in un intervento di salvataggio operato dai Vigili del Fuoco dietro compenso di una miserabile paga! E poi ancora…………….Insomma, mobilitiamoci perchè ormai abbiamo toccato il fondo. Ed oltre il fondo, non c’è maniera di riemergere!!

      Credo che la disamina di Luca ha bisogno di un approfondimento.
      Prego Commentate!
      G.Pino

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: