Incontro con il dott. Edoardo Andreucci, Presidente del Comitato di verifica delle cause di servizio



« (Previous News)



Related News

  • SUPU: Quel pazzo di Pappalardo, ma che combini !
  • SUPU: Gent.li Soci, si avvisa che tutto il personale militare riformato, anche a seguito di patologie non dipendenti da causa di servizio, che abbia maturato il trattamento pensionistico in regime misto o contributivo (escluso il retributivo), ha diritto a percepire inil diritto alla maggiorazione della pensione in ragione dell’applicazione dell’art. 3, comma 7 D. Lgs 165/1997, indipendentemente dal raggiungimento dei limiti di età. Questo diritto è stato peraltro riconosciuto dalla recentissima sent. N. 27/2017 della Corte dei Conti Regione Abruzzo divenuta definitiva. La Corte dei Conti della Regione Abruzzo, che in tal senso si era già espressa nel 2012, ha ribadito che il personale militare escluso dall’applicazione dell’istituto dell’ausiliaria, poichè collocato in quiescenza per riforma prima di aver raggiunto i requisiti di età richiesti per poter usufruire dell’ausiliaria, ha comunque diritto al beneficio compensativo di cui all’art. 3,comma 7, del D. Lgs. 165/1997, che prevede: “il montante individuale dei contributi è determinato con l’incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell’ultimo anno di servizio moltiplicata per l’aliquota di computo della pensione“. Per ulteriori informazioni contattare il numero 346 5129456 inviare un email al avvpatriziapino196@gmail.com
  • SUPU: Il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa,ucciso dai politici di Roma e non dai mafiosi macellai.
  • SUPU: ALLA MANIFESTAZIONE NIENTE GOLPE,MA SOLO UNA VACANZA ROMANA E BELLA MUSICA ,NON CE NE ANDIAMO DA MONTECITORIO SE GLI ABUSIVI NON LASCERANNO IL PARLAMENTO CON LE DIMISSIONI.
  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • 4 Comments to Incontro con il dott. Edoardo Andreucci, Presidente del Comitato di verifica delle cause di servizio

    1. francesco Gugliuzzo ha detto:

      Sono un Brigadiere dei Carabinieri in pensione dal 2006, ho fatto domanda per causa di servizio delle mie infermitè quali dipendenti da causa di servizio,in particolare di due: diabete mellito di tipo due (ero donatore di sangue), ansia e depressione dovuta ad una denuncia fattami al tribunale per falsa testimonianza da un pregiudicato(dopo un anno assolto):dopo circa tre anni la commissione per le cause di serivizio non mi riconosce nè il diabete nè la depressione e ansia per le quali mi hanno congedato.Premetto che la commissiome medica dell’Ospedale di Messina mi ha riconosciuto le infermità. Aspetto ancora che mi rispondono per l’ernia S1-S2 L4 e L5 che per tre volte ho presentato. N:B:- da appuntato Comandavo stazione Carabinieri senza retribuzione perchè dovevo farlo,da brigadiere ero vice Comandante per forza, adesso in pensione senza nulla.

      Caro Francesco hai fatto ricorso al T.A.R per le cause di servizio non riconosciute? Ti devono ancora convocare per il riconoscimento di altre cause di servizio? per l’ernia sei stato convocato?Devo capire bene la tua situazione.
      G,Pino

      e

    2. aresu giuseppangelo ha detto:

      In data 0532 il sottoscritto V.Sovrintendente P.P. Aresu Giuseppangelo presentava tempestivamente istanza di riconoscimento della dipendenza da causa di servizio dell’infermita’ ‘’INIZIALE ARTROSI CERVICO DORSO LOMBARE’’ .In data 1793 la commissione Medico Ospedaliera di Torino riscontrava con verbale n. 2277 ‘’INIZIALE ARTROSI CERVICO LOMBARE’’ ,riconoscendo una menomazione all’integrita’ fisica ascrivibile alla tabella B misura minima annessa al DPR 834\81 .Successivamente il Comitato di verifica delle Cause di servizio presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze deliberava,nota n. 27853\2006, di non doversi procedere all’accoglimento della mia istanza sul presupposto,a mio parere mal valutato,che ‘’MANCANDO COMPROVATI TRAUMI O CONTINUATIVI MICROTRAUMI CHE POSSANO AVER SVOLTO UN EFFICIENTE RUOLO,L’ATTENZIONE OBIETTIVATA E’ DA RITENERSI PERFETTAMENTE COMPATIBILE CON L’ETA’ DEL SOGGETTO E NON,QUINDI,RAPPORTABILE AL SERVIZIO SVOLTO NEPPURE SOTTO IL PROFILO CONCAUSALE EFFICIENTE E DETERMINANTE .Questo assunto a parere del sottoscritto NON APPARE CONDIVISIBILE in quanto al momento della presentazione tempestiva dell’istanza il sottoscritto aveva trentanove anni,eta’ che la medicina generale non prevede per l’insorgere dell’artrosi,ed infatti l’artrosi è una malattia cronica degenerativa delle cartilagini articolari.
      Cosa ne pensate voi?posso fare ricorso al Presidente della Repubblica ps siette a conoscienza di eventuali ricorsi vinti.Grazie
      Distinti saluti
      Aresu

      Caro Giuseppangelo,i ricorsi si vincono e si perdono,quando mi hanno riconosciuto la tua stessa patologia,avevo 45 anni.
      Ti consiglio di fare ricorso,fatti seguire da un buon medico legale e Avv. Amministrativo.
      Le nostre sedi sono distribuite in tutta Italia,fammi sapere.
      G.pino

    3. Mauro Maria Antonietta ha detto:

      Sono una docente di scuola media.Insegno da 32 anni e durante il corso degli anni del mio servizio ho accumulato molte patologie dovute a locali inadeguati e altro ancora.La scuola in cui ho insegnato per 15 anni consecutivi(Scuola Media ST.di ALVIGNANO,prov.di Caserta)e’ stata dichiarata inidonea dall’ASL e quindi chiusa.Ho contratto in questa scuola reumatismi ed artrosi diffusa.Sono stata riconosciuta dalla Commissione medica di verifica di Caserta (verbale modello BL/B n.1396 del 13/01/2011)ma non ho avuto alcuna risposta da Roma.Nel frattempo sono risultata soprannumeraria nella scuola di Alvignano (tre anni fa) e sono stata trasferita a Caiazzo (CE)per nove ore di lezione con completamento a Castel Campagnano (Ce).Le mie
      gia’ precarie condizioni di salute si sono aggravate ulteriormente(stato ansioso,cordite cronica,ipertensione arteriosa e tachicardia).Vorrei cortesemente essere contattata da voi per dei consigli.Grazie.
      Maria Antonietta Mauro

      Gentile Signora,
      mi contatti al 366.3406356
      G.Pino

    4. Mauro Maria Antonietta ha detto:

      Non e’ giusto,secondo me che per questioni burocratiche i cittadini devono subire ingiustizie e ritardi.

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: