Pensioni Militari. Conteggi pensionistici INPS/INPDAP incomprensibili!!! Lettera di repertorio

berrettiffpp

Pubblichiamo LA lattera di Italo.

Desideriamo aprire un commento,sul provvedimento vitalizio erogato dall’INPDAP in favore di Italo, secondo il parere di questo Sodalizio i conteggi risultano incomprensibili,pertanto chiediamo ai colleghi che sono nella stessa condizione di Italo di darci la loro testimonianza,in sostanza quanto prendono di pensione riformati per causa di servizio a pari condizione  o meno a quelle di Italo.

                                                    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Auguri a tutti di buon inizio di anno, sono interessato all’interpretazione della pensione privilegiata data da Vladimiro, io sono stato dispensato dal servizio dalla polizia di stato con 24 anni di servizio effettivo. Il comitato di verifica mi ha confermato una 5 cat. , e la mia pensione comprensiva della pensione di privilegio è di 1230€ mensili. Perfavore vorrei sapere da altri colleghi nella mia stessa situazione se il conteggio che mi è stato effettuato è esatto. Grazie a tutti, auguroni al Super Comm. Pino.
Italo.

G.Pino

 Rispondo alla richiesta del collega Italo.

Io sono stato riformato con una 4 ctg., al momento della  riforma avevo 25 anni di servizio effettivo, il livello retributivo era 7° ho una persona a carico e percepisco

Euro 1934.,00.

Un augurio a tutti per un sereno 2010!!

Antonio

 E’ come avevamo previsto,l’amico Italo sta subendo una truffa ai suoi diritti,dai nostri calcoli la pensione di Italo,conoscendo il suo livello retributivo,il suo stato di servizio,la sua riforma per causa di servizio 5^ ctg,dovrebbe percepire 1600/1700 Euro  quota di pensione, esclusa p.p. Questo Sodalizio interverra’ presso l’Ufficio Pensioni del Mininterno per conoscere con quale criterio e scrupolosita’ sono stati effettuati i conteggi di pensione al nostro assistito.

 

G.Pino

  pinosupu46@gmail.com

francesco.doc Fai anche tu come Francesco!!

 






Related News

  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • Pensioni Militari Supu: LA VERA EMERGENZA Polizia e militari ridotti alla fame dal governo: “Senza soldi, ci vestiamo con le divise di chi va in pensione”
  • PENSIONI MILITARI SUPU:DICHIARAZIONI A FAVORE DELL’ARMA DEI CARABINIERI
  • Pensioni Militari Supu: Migranti Frontex. Il trattato non e’ stato ratificato,per due anni il provvedimento e’ stato nascosto al parlamento degli abusivi.Di Maio invece di andare in televisione a dire c…, controllasse meglio i suoi colleghi abusivi.
  • SUPU: Forestale, con la distruzione di migliaia ettari di bosco,e’ andata in fumo anche la Forestale.i nostri abusivi governanti quello che toccano inceneriscono tutto.
  • 429 Comments to Pensioni Militari. Conteggi pensionistici INPS/INPDAP incomprensibili!!! Lettera di repertorio

    1. Michele ha detto:

      salve, nel lontano 1990 dopo un incidente stradale avvenuto in servizio mi fu data causa di servizio per una clavicola fratturata. Desidero sapere nel momento in cui andro’ in pensione se mi verra’ attribuito qualche compenso in piu’.
      Distinti saluti e grazie per la gentilissima informazione.-

      Caro Michele
      Per avere il compenso cioe’ la p.p,devi aver avuto la tua patologia dichiarata come dipendente da causa di servizio e quindi assegnata ad una ctg,almeno un’8^.

      G.Pino

    2. Mario ha detto:

      Salve, un mio collega Ass.te Capo della Pol.Pen.con 27 anni di servizio, a Dic.2009 e’ stato riformato dalla C.M.O. di ROMA con una ctg 6^ tab.A per causa di servizio. Di quanto sara’ la pensione attualmente in attesa della definizione del Comitato di controllo?
      Distinti saluti, e grazie.Mario

      Se riformato per causa di servizio,percepira’ in via approssimativa i stessi soldi del suon attuale stipendio.

      G.Pino

    3. caporali franca ved. stocco ha detto:

      sono in pensione di reversibilita dal lontano 1996 e risulto ancora in pensione provvisoria,la cosa mi sembra poco corretta.Cosa potrei fare per regolarizzare la mia posizione?

      Gentile Signora,ci invi i dati completi della sua pratica,interverremo presso gli organi Istituzionali che gestiscono la sua pensione.
      Saluti
      G.Pino

    4. caporali franca ved. stocco ha detto:

      mio marito si chiamava:Stocco Mario, nato a Modave(belgio) il 10/06/1948.deceduto nel maggio del 1996 mentre prestava servizio presso la scuola allievi carabinieri di torino. La reversibilità mi viene attualmente erogata dall’inpdap di varese.N.iscrizione 10202079. il mio indirizzo è:via al lago 54.Gavirate (varese).Ringrazio aticipatamente e resto in attesa fiducisa!cordiali saluti

      Gentile Signora ci metteremo in contatto con le istituzioni che la riguardano.
      Saluti
      G.Pino

    5. NUZZI RAFFAELE ha detto:

      SONO IN PENSIONE DAL 2001 RIFORMATO PER CAUSA SERVIZIO ARRUOLATO GUARDIA DI FINANZA NEL 1982.ATTUALMENTE PERCEPISCO PENSIONE PROVVISORIA DELL’INPDAP EURO 1004.OO VORREI SAPERE LA DEFINITIVA QUANDO ME LA DARANNO E SE AUMENTERà QUALCOSA.
      DISTINTI SALUTI.

      Invia lettera R.R al tuo Ministero ufficio pensioni,alla Prefettura,all’INPDAP, chiedi la posizione della tua pretica e il Funzionario che la tratta citando la legge sulla trasparenza,ti dovrebbero rispondere entro un mese.
      La tua p.o dovrebbe attestarsi 1020.00.
      G.Pino

    6. cosimo ha detto:

      sono un assistente capo della p.p. con effettivi 23anni di servizio, ho avuto dalla c.m.o.di caserta per cumolo di malattia la 7c.t.g.da valutate al comitato pensione priviligiate.se andasse tutto bene facendomi riformare quando percipirei.grazie,cosimo.

      Caro Cosimo,dovresti percepire circa 1000 Euro mensili.
      Se confermata la 7^ctg dal C.di.V,percepirai il 10% della p.o
      G.Pino

    7. gennaro ha detto:

      SALVE,SONO ANDATO IN PENSIONE A DOMANDA IL 9 MARZO 2009,VORREI SAPERE QUANTO TEMPO BISOGNA ASPETTARE PER LA PENSIONE DI PRIVILEGIO,FACCIO PRESENTE CHE LA DOMANDA E STATA FATTA NELLO STESSO GIORNO. CORDIALI SALUTI.

      Caro Gennaro,gradirei che tu mi dessi qualche notizia in piu’,a quale Arma appartieni? la tua patologia e’ stata riconosciuta dal C.di.V? Che ctg hai avuto?
      Con le nuove disposizioni chi oggi viene riformato,ci sono delle corsie preferenziali di smaltimento delle pratiche.
      Entro due anni
      G.Pino

    8. sabino ha detto:

      Salve,sono in pensione dal 1^ gennaio 2007 arruolato nell’arma dei Carabinieri nel 1973.Attualmente percepisco pensione provvisoria dall’INPDAP euro 1.980,00 vorrei sapere la defenitiva quando me la daranno e se aumenterà. Distinti Saluti.

      C
      La sua pensione definitiva non dovrebbe tardare ancora,quella finale sara’ di circa 2.000 E.

      G.Pino

    9. Mauro ha detto:

      Buongiorno
      Ho scoperto oggi con vero piacere questo Vs. sito, avrei un quesito : sono un ex sottufficiale della Marina Militare in pensione il 31/7/1997 ed ancora sto percependo la pensione provvisoria. Desidero chiedervi quali sono i tempi “normali” per il contegio della definitiva e qual’è l’ente competente.
      Mille grazie, cordiali saluti
      mauro

      Caro Mauro,
      i conteggi vengono fatti dalla Prefettura poi vengono inviati all’Ufficio Pensioni della Marina e da quest’ultima all’INPDAP per l’erogazione finale.
      I tempi variano dalla voglia di lavorare i nostri ex Colleghi nell’istruire le pratiche,in media dai tre anni ai cinque anni,il residuo pensionistico ammomta dai 15 Euro ai 20 Euro.
      G.Pino

    10. Sabino ha detto:

      Salve
      gradirei ricevere risposta alla domanda da me inoltrata in data 21 Maggio 2010 alle ore 17:59

      ———————————————————–

      Commento di sabino del 21 Maggio 2010 alle ore 15:10
      Salve,sono in pensione dal 1^ gennaio 2007 arruolato nell’arma dei Carabinieri nel 1973.Attualmente percepisco pensione provvisoria dall’INPDAP euro 1.980,00 vorrei sapere la defenitiva quando me la daranno e se aumenterà. Distinti Saluti.

      C
      La sua pensione definitiva non dovrebbe tardare ancora,quella finale sara’ di circa 2.000 E.

      G.Pino

      Commento di sabino del 21 Maggio 2010 alle ore 17:59
      Quando avrò la pensione definitiva,è vero che avrò gli arretrati? e mi saprebbe dire a quale cifra ammonta?

      Caro Sabino,se la tua pensione definitiva avra’ un incremento di 15/20 Euro,i conti alla fine ti li farai da solo,io ti ho dato i dati dei soldi che non ti vengono versati ogni mese,es. calcola per quattro anni =20×48=576+50 interessi=626 Euro,inoltre se nel frattempo ci sono stati degli aumenti contrattuali che non hai percepito in servizio,ti verrano concessi anche questi.
      G.Pino

    11. luigi martino ha detto:

      sono un finanziere scelto arruolato il 6/11/1983. cont.mare stò andando via con la riforma cmo messina.Vorrei sapere quanto potrei percepire di pensione.

      Caro Luigi,
      percepirai tra le 1400/1500 E
      G.Pino

    12. luigi martino ha detto:

      Caro dott. PINO ci siamo sentiti diverse volte telefonicamente vorrei chiederle gentilmente se mi puo aiutare a risolvere questo enigma dopo tutto quello che ho subito da questa amministrazione diciamo così perchè ancora tuttoggi un militare puo essere licenziato da un superiore solo perche non gli sei simpatico.MA vengo al problema il sottosritto,durante il periodo lontano dal corpo ho lavorato su navi mercantili accumulando 10 anni e 23 gg(contribzione soprapposta) estratto matricola.Vorrei sapere che fine fanno questi contributi versati all’INPS.Considerando che il Consiglio di stato in data 24 maggio 2004 mi reintegrava a partire con data retroattiva del 3 maggio 1990.Quindi dall’estratto contributivo INPDAP risultano tutti versati i contributi mancanti.LA ringrazio per l’aiuto.

      Scusa Luigi,
      cortesemente puoi riformulare il tuo quesito?
      G.Pino

    13. luigi ha detto:

      Caro Dott.Pino.volevo chiederle un consiglio in quanto non so piu a chi rivolgermi per questa situazione come Lei ben sa a seguito sentenza del CONSIGLIO di STATO in data 24 maggio 2004 che mi reitegrava nel corpo in data retroattiva a decorrere dal 3 maggio 1990.Durante l’allontanamento dal corpo ho lavorato su navi bandiera italiana versando i contributi per 10 anni e 23 gg INPS,per sommo piacere rilevo che anche INPDAP mi versa ulteriormente nel periodo mancante sempre i contributi INPDAP.A questo punto mi chiedo come posso far valere questi contributi visto che sono soprapposti????.LA ringrazi per l’aiuto

      Ci siamo sentiti via filo
      Ci sono vostri commenti?
      G.Pino

    14. sergio ha detto:

      Sono un app.sc.upg. della guardia di finanza,collogato in congedo assoluto dal servizio permanente per infermità, a decorrere dal 07/07/1993, per cumolo alla 5° categoria tab A, e percepisco mensilmente €,1.738,38 euro.In considerazione di una risposta vista da un collega,che avuto la riforma alla 6°,cat. visto che avete risposto che doveva prendere tra 1600-1700 più p.p.con 25 anni effettivi.Mi chiedo allora se la mia pensione sopra mensionata è giusta? o dovrei fare ricorso al ministero
      grazie. spero una risposta breve visto che sono 17 anni trascorsi.

      Con quanti anni di servizio sei andato in pensione.
      G.Pino

    15. Luigi ha detto:

      Italo, volevo informazione in merito alla pensione che percepisci, 1230 euro comprensiva p.p.
      Compreso detrazioni?
      Ho visto la data di arruolamento e la data di congedo, mi risulta che ti hanno conteggiata 23 anni e non 24, hai perso un’anno per soli 11 giorni.
      Perchè per il conteggio di un anno bisogna fare 11 mesi e 16 giorni.
      Grazie

    16. mario ha detto:

      volevo cortesemente sapere essendo in aspettativa da ottobre 2008 avendo fatto ric. di dipendenza da causa di servizio, se dovessi essere chiamato a visita medica entro ottobre 2010 dalla c.m.o e tali patologie non dovessero essermi riconosciute si dipendenti, se è competente il giudizio della predetta c.m.o ai fini del recupero delle somme che non mi sono state decurtate dopo il primo anno di aspettativa sino ad oggi. grazie.

      Caro Mario,
      finche’ sarai sotto la protezione della C.M.O,non ti sara’ tolta una lira,indipendentemente dal riconoscimento delle C.di.S
      Saluti
      G.Pino

    17. giustino ha detto:

      sono un sott. m.m in congedo da 4 mesi dato che non mi è stato ancora corrisposto il premio di previdenza cassa sott. miè stato detto che dal 01/07/2010 le casse militari sono state unificate,volevo gentilmente conferma della fondatezza di tale notizia grazie.

      Prego commentate,grazie
      G.Pino

    18. Sabino ha detto:

      Sono un Brig.Capo dei CC in pensione dal Gennaio 2007.
      Avendo saputo che il Decreto definitivo della pensione è tutt’ora bloccato, percependo ad oggi la pensione provvisoria dell’Inpdap, potreste dirmi cortesemente cosa potrebbe comportarte questo ritardo e se devo temere modifiche alle condizioni previste precedentemente?

      Grazie mille per la collaborazione.

      La pensione definitiva ti comporta un’aumento di circa 20 Euro.
      G.Pino

    19. vincenzo ha detto:

      caro dott.pino superato i 45 giorni di licenza straordinaria,essendo in aspettattiva per circa 4 mesi per malattia non causa di servizio vengono sempre calcolati come contributi ai fini pensionistici.Nell’attesa di una eventuale risposta distinti saluti.

      La tua posizione contributiva la rilevi dal tuo statino paga.
      G.Pino

    20. vincenzo ha detto:

      egregio dott.pino sono vincenzo brig.cc.il 14 novembre di quest’anno compiero’53 anni e il 20 luglio del 2011 i famosi 35+5 già riscattati,potro’ presentare domanda di pensione,.dovro’ancora aspettare?.Nell’attesa distinti saluti.

      Puoi andartene pero’ ti consiglio di non andartene con una mano d’avanti e una di dietro come si vuol dire,sono loro che ti devono mandare via,magari con una bella riforma sanitaria.
      G.Pino

    21. laiso francesco ha detto:

      buongiorno a lei desidererei un suo parere sono stato riformato dal cmo di caserta con 6 tab a capo reparto ne vigii delfuoco 28 anni piu 3 anni nei carabnieri pecepisco una pensione di 1560 euro circa con a carico mogie ed un figlio ancora minorenne vorrei sapere da lei se tale pensione e giusta o manca qualcosa ame sembrerebbe davvero di si in attesa la rindrazio fin dore distinti saluti

      Quando sei andato in pensione?
      G.Pino

    22. laiso francesco ha detto:

      buongiorno sign. pino sono laiso francesco il capo reparto dei vigili del fuoco e sono andato in pensione il 8 luglio 2004 e circa 6 mesi oh avuto il decreto di pensione definitiva ma purtoppo a tutto oggo non oh ricevuto ancora notizie utili circa l importo della pensioe la rinrazio fin d ora per la sua disponibilita distinti salti laiso francesco

      Caro Francesco,
      invia una lettera R.R presso il tuo Ministero,chiedendo la posizione della tua pratica e il Funzionario che la tratta,cita anche la Legge sulla trasparenza,vedrai he entro un mese ti risponderanno.
      G.Pino

    23. Attilio Cerruto ha detto:

      Salve!! sono un Brigadiere della G.di.F. in congedo dal 1997,sono andato via con 25 anni di servizioe effettivo e 30 contributivi.Ad oggi percepisco euro 1830,00 di pensione provvisoria comprensiva di p.p.o.(8^categoria) e assegno per moglie a carico. Per ottenere la pensione definitiva, ho sollecitato più volte l’Inpdap di Palermo la quale mi rispondeva che, il decreto di pensione definitiva registrato alla Corte dei Conti, è pervenuto il 09/06/2008 e che seguiranno rigorosamente l’ordine cronologico.
      Egregio Dott. Pino quanto dovrò aspettare ancora?
      Di quanto varierà la mia pensione definitiva?
      Rimanendo fiducioso di una v/s gentile risposta le invio cordiali saluti!!!!

      Caro Attilio,
      la tua pensione definitiva avra’ un’incremento di circa 20 Euro
      G.Pino

    24. pier paolo ha detto:

      Salve,vorrei sapere quanto più o meno verrei a prendere di pensione privilegiata ordinaria tab A 8 CAT non suscett. miglioramento a vita.riconosciuta anche dal Comitato di verifica delle cause di servizio.
      Ass.Capo polizia penitenziaria riformato e transitato al comparto ministeri come civile,dopo 18 anni di servizio effettivo più un anno di militare,più 3 ( 1 ogni 5 anni)
      per un totale di 22 anni circa di servizio con integrativa speciale e senza integrativa speciale,faccio presente che ho il sistema misto retributivo dal 1990 al 1995,e contributivo dal 1995 al 2008.La ringrazio anticipamente e le porgo distinti saluti. Pier Paolo

      Caro Paolo,
      percepirai circa 1100/1200 Euro
      G.Pino

    25. pasquale ha detto:

      Buonasera sono un Lgt dei CC ed ho letto il commento di Vincenzo e vorrei sapere da lui se è del 44° corso Allievi Carabinieri 2° Compagnia a Roma perchè se si siamo dello stesso corso. Inoltre vorrei fargli sapere che anch’io il 10 giugno 2011 (ho un mese di militare)compirò i 35 anni di servizio effettivo e il 9 settembre ho già presentato domanda di congedo e se non ci saranno problemi il 30 giugno p.v. andrò via.

    26. Monica ha detto:

      Salve Dott.G.Pino,cercando in rete informazioni sulla reversibilità inpdap mi sono imbattuta sul vostro forum molto interessante; se fosse possibile vorrei porle una domanda: quanto tempo deve passare per ricevere una pensione di reversibilità inpdap a beneficio di mia madre, tra l’altro non pensionata, visto che mio padre (carabiniere in pensione) è venuto a mancare il 30 maggio 2010 e la domanda è stata presentata all’ufficio inpdap di Lecce il 3 giugno 2010 e ad oggi dopo 4 mesi non si sa niente ? quanto tempo deve passare?, cosa dovrei fare visto che il dipendente preposto mi dice che bisogna attendere ? Ringraziandola anticipatamente le porgo distinti saluti.

      Gentile Signora Monica,
      invii la sua documentazione,provvederemo a diffidare gli Enti interessati.
      Cordiali saluti
      G.Pino

    27. dina ha detto:

      salve Dott.g.pino,sono la moglie di un maresciallo in pensione provvisoria da 01/01/1995 , dopo parecchi solleciti all’inpdap a tuttora non è stata ancora trasformata in definitiva , volevo sapere quanto tempo bisogna aspettare ancora e se ci può essere un incremento , attualmente percepisce euro 1718,grado di maresciallo maggiore in carica speciale, in attesa di una risposta o un consiglio a cui rivolgersi le porgo distinti saluti e la ringrazio sin d’ora

      Gentile Signora Dina,
      i solleciti li deve effettuare presso la Prefettura e l’Ufficio Pensioni del Comndo Generale dell’Arma. Con lettera R.R chieda la posizione della sua pratica e il Funzionario che la tratta citndo la Legge sulla trasparenza.
      La pensione dfinitiva sara’ di 20/30 Euro di aumento.
      Saluti
      G.Pino

    28. salvatore romano ha detto:

      Buongiorno.
      una domanda:
      cosa cambia tra una PPO qualsiasi(15 e più anni di servizio come da legge) ed una PPO di 2^ categoria?
      L’una, mi sembra, prevede l’Ordinaria (80%) + decimo e l’altra il 90%: che differenza c’è?
      E, se differenza c’è, quali norme la preedono?
      Grazie per la cortese eventuale risposta

      Commentate il quesito di Salvatore
      G.Pino

    29. salvatore romano ha detto:

      ……forse h fatto una domanda stupida…..

      Hai fatto un quesito serio dacci il tempo di rispondere
      G.Pino

    30. salvatore romano ha detto:

      m’interessa sapere l’aspetto pratico non quello giuridico….ti sarei grato se mi spiegassi quello e cioè la differenza pratica sul calcolo della PPO.
      Grazie per la vostra attenzione

    31. salvatore romano ha detto:

      ….a meno che la 2 categoria non corrisponda al 90% + un decimo……qualcuno che percepisce la PPO di 2 cat. può smentire o meno questo ragionamento?

      Commentate.
      G.Pino

    32. Stimoli Cirino ha detto:

      per Ciro: mi pui chiarire questo mio quesito..? Sono un App.”s” cc. riformato con 27/ANNI – 8/MESI piu’ 1/anno di Mil. di Leva, inoltre avevo ricongiunto: 3/ANNI – 2/MESI e 16/GG.,fermo restando che ho ricevuto lettera INPDAP, la quale mi liquidano il TFS con € 47.703, ma per la pensione non ci capisco piu’ nulla in quanto tieni presente che con Verbale del C.M.O. la quale hanno redatto quanto seque:- 1°)- Tab.A Cat.7^,di cui 4 anni p.p. e 4 anni equo/zzo;
      2°)(due)Tab.A Cat.8^,di cui,idem come sopra,inoltre ho in corso una Tab.A Cat.8^.Domanda:una tua chiara valutazione complessiva e’ possibile…? “Grazie per il tuo tempo”.-

    33. Stimoli Cirino ha detto:

      SCUSA CIRO…..! DIMENDICAVO DI DIRTI CHE AVEVO RISCATTATO TUTTO….DI NUOVO UN CORDIALE SALUTO.-

    34. salvatore romano ha detto:

      grazie Ciro…però c’è un malinteso……io nel duemila sono stato riformato con la 2 categoria avendo 26 anni di servizio effettivo e da allora sono in attesa di questo maledetto decreto (sono già in possesso del parere del comitato di verifica etc….mi manca solo il decreto)ecco perchè mi pongo la domanda: a che serve avere la 2^ categoria se alla fine hai cmq l’80% + decimo….grazie per le ulteriori informazioni

    35. salvatore romano ha detto:

      Ho dato un’occhiata alle leggi citate ma non aggiungono niente di nuovo (cose risapute) quindi la domanda che ho posto rimane invariata:

      cosa cambia tra una PPO qualsiasi(15 e più anni di servizio come da legge) ed una PPO di 2^ categoria?
      L’una, mi sembra, prevede l’Ordinaria (80%) + decimo e l’altra il 90%: che differenza c’è?
      E, se differenza c’è, quali norme la preedono?
      Grazie per la cortese eventuale risposta

    36. osvaldo ha detto:

      La pensione privilegiata evolve la sua natura in decimisti e percentualisti.
      Romano, avendo tu una 2 categoria il Ministero appena ti formulerà il decreto definitivo DEVE non esiste si vedrà quale metodo applicherà, deve, applicarti il metodo più favorevole art. 67 comma 2, per te il più favorevole è il metodo percentualistico cioè devi prendere il novanta percento della tua base pensionabile, mentre per chi ha maturato per ipotesi una percentuale dell’ottanta percento con gli anni di servizio anche se gli fosse attribuita una 2 categoria per questi il metodo sarebbe ininfluente poichè con decimista o percentualista avrebbe sempre il novanta per cento della sua base pensionabile .Stesso dicasì per coloro che raggiungono i quarantanni di servizio , hanno maturato un ottanta percento della base pensionabile e se prendono un ottava categ. gli si aggiunge il dieci percento a questi è più favorevole metodo decimista e in questi casi raggiungono il 90 per cento. Purtroppo la base pensionabile più si è anziani più è cospicua quindi più pensione.
      Quindi le differenze sono quelle che con 26 anni avresti maturato il 60 percento della base pensionabile come pensione ordinaria, quindi ti viene concesso il beneficio di percepire il 90 per cento per cause di salute ma l’unico beneficio si potrebbe dire e che ti viene concesso di andare via anticipatamente però perdendo anche molti benefici che si maturano alla fine della carriere e su questi nessuno li considera acquisiti o da accreditare (Vds assegno funzionale 29 – 32 anni ecct) . Un saluto.

    37. salvatore romano ha detto:

      Grazie Ciro….un’ultima cosa…..mi hanno mandato via per causa di servizio….non ho chiesto io….quindi rientro nel 90%?

    38. osvaldo ha detto:

      Per Romano, dimenticavo:la pensione privilegiata anche se hai superato i 15 anni di servizio di cui 12 effettivi , viene concessa prendendo in esame quale dei due metodi ti risultano più favorevoli non esiste che avendo superati i 15 anni effettivi e quindi maturato il diritto a pensione ordinaria ti sia calcolata con metodo decimista poichè risulterebbe svantagiosa e c’è anche una sentenza del 2005 a spiegarne chiaramente tale applicazione e pertanto essendo più favorevole il trattamento percentualistico, il Ministero deve concedere quello più favorevole e ti sarà calcolata il 90 percento della tua base pensionabile.
      Metodo DECIMISTA CON 26 ANNI avrai maturato circa il
      60 PERCENTO della tua BASE PENSIONABILE più il 10 percento si otiiene quindi un TOTALE del 70 PER CENTO ripeto della tua base pensionabile.
      Metodo percentualista sulla base della gravità della categoria assegnatati quindi 2 ctg uguale al 90 percento della tua base pensionabile non si aggiunge altro 10 per cento se così fosse avresti il 100 percento quello compete ai titolari di 1 ctg , spero di essere stato chiaro, non fare la frittata tra decimisti e percentualisti. Un abbraccio Colleghi.

    39. salvatore romano ha detto:

      non voglio urtare la suscettibilità di nessuno ma con 15 anni di servizio effettivo si ha diritto (con causa di servizio), se + favorevole, alla pensione ordinaria come se si fosse andati via con 40 anni di servizio + decimo altrimenti con le note percentuali in base alla categoria

    40. salvatore romano ha detto:

      quanto segue è un copia/incolla da circolare ufficiale:

       1.7 – Importo del beneficio:
      La pensione privilegiata ordinaria si caratterizza quale trattamento sostitutivo della pensione
      ordinaria ed è pari al 100% della base pensionabile se le infermità o le lesioni sono ascrivibili
      alla prima categoria della tabella “A” annessa al D.P.R. n. 834/81, riducendosi al 90, 80, 70, 60,
      5
      50, 40, 30 per cento per infermità ascrivibili, rispettivamente, alla seconda, terza, quarta, quinta,
      sesta, settima ed ottava categoria.
      Categoria di
      ascrivibilità
      della infermità
      o lesione
      Ammontare del
      trattamento
      rispetto alla base
      pensionabile
      1^ 100%
      2^ 90%
      3^ 80%
      4^ 70%
      5^ 60%
      6^ 50%
      7^ 40%
      8^ 30%
      Le pensioni di settima e ottava categoria sono aumentate, rispettivamente, dello 0,20% e dello
      0,70% della base pensionabile per ogni anno di servizio utile, in favore del personale che abbia
      compiuto almeno cinque anni di servizio effettivo, senza aver maturato l’anzianità minima
      richiesta per conseguire la pensione normale.
      La pensione così aumentata non può comunque eccedere la misura del 44%.
      La pensione privilegiata sarà liquidata, se più favorevole, nella misura prevista per la pensione
      ordinaria aumentata di un decimo, a condizione che l’interessato, all’atto della cessazione, abbia
      maturato almeno 15 anni di servizio utile di cui 12 di servizio effettivo.
      Per i militari di truppa l’importo del beneficio è correlato esclusivamente alla categoria di
      ascrivibilità e commisurato ad un importo tabellare che viene aggiornato annualmente sulla
      base dell’ Indice Istat di variazione dei prezzi al consumo.

    41. salvatore romano ha detto:

      urge esorcista…..la mie domande e le mie risposte si muovono in un ordine non cronologico per cui sembra ch’io faccia domanda alle quali hanno già risposto: ciò non corrisponde al vero.
      Dopo che Ciro gentilmente aveva date delle risposte ai miei quesiti….mi sono andato a leggere delle circolari e avevo avvisato con la lettera sopra che erano sbagliate e lo avevo fatto notare ancor prima dell’apprezzabile commento di Osvaldo…però adesso (dopo che qualche magia ha spostato l’ordine dei commenti)sembra ch’io sia istupidito.
      Urge esorcista

    42. salvatore romano ha detto:

      …..cmq con l’intervento di Osvaldo ho finalmente compreso il tutto…….

    43. salvatore romano ha detto:

      e però se uno con 26 anni di servizio lo mandano via (causa di servizio) con l’8 cat. prende l’ordinaria + decimo (80% + 10%) e se va via con la 2 categoria prende il 90%: mi sembra un controsenso….

    44. osvaldo ha detto:

      Sperando di farti cosa gradita e chiarificatrice, Romano ti allego copia sentenza corte dei conti che può eliminare tutti i tuoi dubbi e a tanti altri Colleghi .
      SENTENZA N 2/2005/QM DEL 17 GIUGNO 2005.
      La pensione privilegiata ordinaria (per i dipendenti civili e militari) implica sempre la
      cessazione del rapporto di impiego per inabilità permanente al servizio e si differenzia dal
      trattamento privilegiato tabellare (vedasi il successivo punto 5.a) il quale, non essendo
      esclusivamente connesso all’inabilità, è compatibile con l’attività di servizio e quindi non
      implica la cessazione del rapporto di servizio.
      5. – L’art. 67 T.U. cit. – al quale si riferisce espressamente il quesito posto – determina
      specificamente la p.p. dei militari, diversamente da come previsto per il personale civile
      (operaio e restante personale).
      5. a) – Nel caso dei cosiddetti percentualisti (contemplati ai commi 2 e 3) tale pensione è
      fissata in misura pari alla base pensionabile, nel caso di infermità o lesione ascrivibile alla
      prima delle categorie della tabella A annessa alla L. 18 marzo 1968 n. 313 (e quindi con
      attribuzione della pensione in base al periodo massimo valutabile, nel senso che il servizioper una fictio juris è supervalutato, con eventuale aggiunta del tempo occorrente a raggiungere il limite massimo di valutabilità).
      La pensione è, poi, fissata in misure percentuali decrescenti rispetto alla base pensionabile,a seconda dell’ascrivibilità delle infermità o lesioni alle restanti categorie. Per le pensioni di settima e ottava categoria è previsto (nei riguardi dei militari che non abbiano maturato l’anzianità necessaria per il conseguimento della pensione normale, ma abbiano prestato almeno cinque anni di servizio effettivo) un aumento rispettivamente dello 0,20 % e dello 0,70 % della base pensionabile per ogni anno di servizio utile, in tal modo venendosi a stabilire una vera e propria graduazione della misura della p.p.o. in base alla maturataanzianità di servizio.
      Nel caso dei cosiddetti decimisti (contemplati al comma 4 dell’art.67), qualora sia stata
      raggiunta l’anzianità di cui all’art. 52 comma 1 T.U. cit. (15 anni di servizio utile, di cui 12 di servizio effettivo) la p.p.o. è liquidata nella misura prevista per la pensione normale
      aumentata di un correttivo economico e cioè di un decimo, ove questo trattamento risulti più favorevole di quello sopra indicato.
      Giova qui anticipare (vedasi il successivo punto 8) e sottolineare che, in quest’ultima
      evenienza, il dipendente che abbia raggiunto l’anzianità di servizio minima per il
      riconoscimento della pensione normale e subisca per fatti di servizio una menomazione
      dell’integrità personale, ha diritto non alla pensione normale, ma alla sola pensione
      privilegiata, la quale assorbe l’importo della pensione normale e lo integra (in tal
      senso cfr. Cass., Sez. lav., 27 gennaio 1993 n. 987) e viene a sostituire, eventualmente
      anticipandolo, il trattamento di pensione normale (cfr. Corte cost., sent. 17 luglio 1981
      n. 151).
      Il comma 5 dell’art. 67 concerne la pensione privilegiata ordinaria “tabellare” (tab. n. 3
      allegata al T.U. cit.), la quale spetta ai militari in servizio di leva ed ai militari e militarizzati
      (caporali maggiori, caporali… ecc.), i quali abbiano subito una menomazione dell’integrità
      personale invalidante.
      5 b) – Nel caso dei “percentualisti” la p.p.o è liquidata, come detto, sempre con riferimento alla base pensionabile (costituita ai sensi dell’art. 53 T.U. cit., dall’ultimo stipendio o paga integralmente percepiti – che sono (quest’ultimi) un’entità economica commisurata alla posizione terminale di stato – aumentati da taluni assegni), base che è quella prevista per la pensione normale. Essa è correlata al rapporto di servizio ed alla durata di questo, nel senso che subisce naturalmente variazioni in aumento col crescere dell’anzianità di servizio e nel senso che essa ha inteso, in definitiva, valorizzare il servizio prestato.
      Insomma, la p.p.o. ex art. 67 è ontologicamente la stessa, sia nel caso previsto dai commi
      2 e 3 sia in quello di cui al successivo comma 4, non trovando essa stessa unico titolo
      nell’infermità contratta in servizio e riconosciuta dipendente da causa di servizio, ma
      essendo in tutti i casi calcolata, sia pure con diverse modalità, in rapporto alla base
      pensionabile.
      Invero, la previsione del comma 2 del citato art.67 va riferita non solo ai militari con meno di 15 anni di servizio, ma anche a quelli che hanno acquisito o hanno superato tale
      anzianità, ai quali ultimi il legislatore, proprio in ragione di tale requisito, ha dato la
      possibilità di valutare due sistemi di calcolo differenti (in misura percentuale rispetto alla
      base pensionabile, ovvero nella misura prevista per la pensione normale aumentata di un
      decimo) consentendo loro di optare per quello più favorevole.
      Un abbraccio Fraterno da un Collega a Voi tutti.

    45. salvatore romano ha detto:

      …e finalmente ho compreso tutto……grazie

    46. salvatore romano ha detto:

      Caro Ciro non capisco il tuo atteggiamento…..cmq per mia fortuna sto già percependo una quota + alta di quella da te prospettata…..e cmq la pensione che spetta non a me ma a tutti i riformati con 2 categoria e con i noti requisiti è sicuramente pari al 90%….poi…

    47. STIMOLI CIRINO ha detto:

      PER CIRO: GRAZIE PER LA TUA RISPOSTA,(ANCHE SE QUESTA MI ERA CHIARA),IN VERITA’ MI PREMEVA SAPERE EVENTUALE CALCOLO DI QUESTA BENEDETTA PENSIONE,NELL’OCCASIONE PRECISO CHE OLTRE IL CONIUGE, HO UN FIGLIO MAGGIORENNE A CARICO. CIO’ POSTO, CIRO HO CHI PER ESSO HA DEI NUMERI PER UN CALCOLO IDONEO.- N.B……COMMENTATE PREGO.- REFERENTI SALUTI

    48. lele59 ha detto:

      per salvatore romano, ciao sono lele59, scusa ti do del tù, io sono “Vittima del Dovere” Arma CC. con pensione priv.di 2^ Cat.tab A Max.Nel 93 messo in pensione per riforma con 20 anni di servizio, al 44% pensione ordinaria, + decreto pens.priv.conteggiato al 90% base pensionabile.Rientro nella legge Vittime del Terrorismo, cosi hò chiesto l’aumento figurativo dei 10 anni ottenendoli, così con 30 anni di serv. la base pensionabile è salita al 72,8% di lire 24 milioni circa, con pensione Annua Lorda di circa 18 milioni circa. Ora sono in attesa della Riliquidazione della pensione priv. da parte del Ministero della Difesa, e sinceramente ho un pò di paura, qualcuno sa darmi delle anticipazioni in merito alla mia pensione futura? Dico questo xkè da parte dell’Inpdap mi è stato prospettato addirittura di andare a debito di parecchio, circa 40 – 50 mila euro. Cmq L’inpdap ha prospettato questo perchè ha in mano solo il Nuovo Dcreto di cui sopra, e quindi calcolando quella cifra a quella che percepisco oggi giustamente sono a debito. grazie a che sa rispondermi. saluto tutti quanti.

    49. salvatore romano ha detto:

      …….con pensione priv.di 2^ Cat.tab A Max.Nel 93 messo in pensione per riforma con 20 anni di servizio, al 44% pensione ordinaria, + decreto pens.priv.conteggiato al 90% base pensionabile.

      grazie lele59….per l’utile apporto

    50. salvatore romano ha detto:

      x lele59
      Devo aver già letto da qualche parte questo tuo quesito…cmq volendo ragionare (solo quello: non ho dati) hai diritto a quel 90% che ti hanno già dato, per cui credo che, mala che vada, ti ritroverai al punto di partenza.
      Secondo me ,sempre ragionando, non avevi bisogno di fare quella richiesta perchè avevi comunque raggiunto il massimo di quello che potevi ottenere.
      Insomma per dirla in breve dovresti conservare quello che già hai….con buona pace dell’inpdap

    51. osvaldo ha detto:

      Per il Collega Ciro, visto i Vs commenti con il Collega Romano non penso che sia stato scorretto da parte mia, fornire notizie scaturite da fonti ufficiali da parte di Organi Istituzionali, poi ognuno può interpretarle a modo personale.
      Spero che siano state utili a dare chiarimenti al Collega Romano,tra pensione normale, pensione di inabilità(non da causa di servizio) , pensione privilegiata la quale è spesso confusa con il termine di pensione privilegiata ordinaria, pensione tabellare ecct.
      Spero che al collega Romano sia stata utile.
      Quanto prenderà ? Abbastanza.
      Non vorrei creare disturbo, constatata la risposta verso il Collega Romano , penso che sia poco gradito il mio intervento, pertanto, Saluto Voi tutti del Supu e i Colleghi e tolgo definitivamente il disturbo.
      Maresciallo Capo(Contabile)Osvaldo.
      Un ultima cosa al Collega Romano, la Legge 335/95, questa si applica solo alla pensione di inabilità(NON dip. da causa di servizio) pensione che si ottiene solo a domanda dell’interessato, sfogliati la Gazzetta Ufficiale nr. 106 del 08.05.2010 avrai una grande sollevazione. Addio.

      Caro Osvaldo,
      sulla questione di abbandonare il sito e non collaborare a risolvere i problemi dei Colleghi,non fai un dispetto a Romano ma a tutta la comunita’ degli iscritti e simpatizzani del SUPU,chi si rivolge a noi spesso poveri cristi sono coloro che hanno subito le piu’ schifose carognate nelle proprie Amministrazioni,lo fa perche’ ha bisogno di aiuto.Ieri ho ricevuto la lettera della vedova di un Carabiniere di 38 anni morto per infarto durante la notte, dopo aver trascorso una giornataccia di servizio sulla radiomobile,a distanza di tre anni alla Signora le hanno notificato che la morte del Marito non e’ dipesa da causa di servizio, lo Stato con un bambino di 11 anni a carico le sta versando una pensione di 500.Il SUPU usera’ tutte le strategie Amministrative per renderle giustizia.
      La lettera che mi e’ pervenuta non vi nascondo che mi ha commosso.

      G.Pino

    52. salvatore romano ha detto:

      …non sò perchè ma qui si cambiano sempre le carte in tavolo…..io ringrazio Osvaldo perchè è stato chiarissimo e mi ha dato conferme e certezze….e quindi non credo che Osvaldo voglia fare un dispetto a Romano caso mai è con Ciro che ci sono problemi…..Ciro mi dà anni di servizio che non ho …sà senza ch’io glielo abbia detto se sono o meno vittima del servizio o del dovere…..poi vuole conoscere la mia busta paga attuale più di me….insomma è un mago: beato Lui.
      Alla fine con grande educazione mi dice che quando trova in rete un collega come me……non si sa cosa voglia dire…sicuramente una carineria.
      Ciro….io invece sono molto contento di trovare in rete tutte le persone che la frequentano…compreso Lei….perchè questa è la democrazia.
      Io non ho offeso nessuno…ho solo detto che non la penso come Lei e tra parentesi non spendo 500 euro per le riviste perchè le informazioni sono tutte in rete.
      Per le 800 euro di internet le consiglio di cambiare gestore….con meno di 40 euro al mese troverà gestori che le assicurano una linea flat (h. 24:00)
      Comunque per chiuderla qui…..contraddico senz’altro le sue affermazioni reputandole non corrette….poi Lei è libero di perseverare o meno nel suo convinimento.
      E’ per finirla in Gloria…ripeto che pur percependo solo (al momento) il 57% di pensione supero un bel pò la cifra che vuole farmi avere per forza.
      Grazie per l’ospitalità e un grazie grande come una capanna ad Osvaldo che mi ha reso perfettamente chiaro tutta la normativa.
      Ancora grazie.
      X Osvaldo: sarebbe un peccato se abbandoni perchè a rimetterci sarebbero gli utenti del forum.

    53. STIMOLI CIRINO ha detto:

      per il M.llo capo (contabile)”OSVALDO”. SE A TE’ NON DISTURBA, MI PUOI FORNIRE IL TUO INDIRIZZO E-MAIL…

      Devo essere autorizzato da OSVALDO.
      G.P

    54. salvatore romano ha detto:

      X Osvaldo:
      come da consiglio mi sono sfogliato tutto (anche se velocemente) il Decreto che contiene l’Ordinamento Militare: che dire? Un altro tassello che si aggiunge al mosaico e che conferma tutto quanto hai detto.
      Grazie

    55. osvaldo ha detto:

      Caro Pino, dò il mio piccolo contributo gratuitamente e pacificamente solo su alcuni quesiti che sono stati di mia competenza per 20 anni senza voler pestare i piedi a nessuno e senza risentimenti e amarezze.
      Per Romano confermo che con i suoi 26 anni la percentuale di pensione normale maturata è del 54,80 percento con metodo decimista raggiungerebbe il 64,80 pertanto essendo più favorevole il metodo percentualista gli verrà concesso il 90 percento della sua base pensionabile come pensione , poco importa che il 54,80 sia di normale e il restante 35,20 percento sia di supervalutazione scaturito dalla privilegiata, ciò che conta e che riceverà per la sua infermità il 90 percento della sua base pensionabile a titolo di pensione privilegiata.
      Per il Collega Lele59 è corretto il 90 percento che gli è stato concesso se veramente è titolare di una seconda categoria costituito dal 44 di pensione normale maturata e dal restante 46 percento da supervalutazione a titolo privilegiata ma ciò che non torna sono i suoi numeri su 24 milioni non competono 18 milioni lordi ma un pò di più, la matematica non è un opinione caro collega Lele59, inoltre Lei per ricevere 18 milioni è stato trattato con una percentuale del 75 percento della sua base pensionabile , quindi o Lei aveva più di 20 anni o non la racconta giusta, inoltre l’aumento dei 10 anni figurativi la porterebbe a 30 anni di servizio utile con una percentuale di pensione normale del 62 per cento più 10 percento (decimista) il totale risulterebbe sempre e comunque inferiore a quello concessogli sulla base della ctg,pertanto se lei ha una seconda ctg il Ministero le rifarà i conteggi ma verificherà che resta sempre e comunque più favorevole il trattamento del 90 percento che gli è stato attribuito nel 93, quindi non dovrà dare nulla indietro, mentre non quagliano alcuni dati da Lei forniti sia come pensione lorda del 93 , sia la percentuale del 72,80 con 30 anni di servizio,non esiste tale percentuale con soli 30anni di servizio quella percentuale corrisponde a coloro che hanno raggiunto i 36 anni dervizio. Un Saluto a tutti.

      Grazie per la tua collaborazione,sono convinto che i Colleghi apprezzeranno.
      GP

    56. osvaldo ha detto:

      Caro Pino ho visto la richiesta del Collega CIRINO, attualmente negativa la mia risposta ,per chiarimenti di mio settore amministrativo, darò il mio contributo nei limiti consentiti poichè la virtualità non è protetta.
      Comprendo i tanti disagi di un mondo amministrativo e burocratico che spiazzano tutti, con norme e circolari istituzionali che rendono invivibile il riconoscimento di diritti, ed anche per la Vedova ripresa nel tuo intervento Collega Pino è vergognoso un vero “letamaio” il trattamento riservato alle nostre Vedove, l’unico mezzo per avere il 100 percento della pensione o almeno l’80 percento della pensione spettante al de cuis per la Signora è quello che abbia figli minori o studenti fino a max 26 anni viceversa se non ha tali requisiti resta ovviamente il 60 percento.
      Ma a questo punto nipoti , cugine minori, genitorie quant’ altro sono utili da metterseli nel proprio stato di famiglia e dichiarali a carico percependo il 100 percento alla faccia di chi ha fatto una legge così inqualificante.
      Poi, rincorrere il C.d.V ? tutto si può a proprie spese mentre a lor signori non costa nulla anzi devono operare in tal modo perchè questo crea lavoro all’esercito di avvocati e tribunali altrimenti chiuderebbero tutti i battenti per inoperosità , certo, uno su mille la spunta sperando che uno sopravviva, ma gli altri 999 hanno foragiato gli organi istituzionali e loro compartecipanti.
      Ciao Colleghi e Ciao a Pino , Buon fine settimana a tutti e che almeno I SANTI del cielo almeno quelli ci custodiscano e ci preservino da altri mali.

    57. lele59 ha detto:

      Per Osvaldo, sono lele59,rispondo all sua delle ore 11,35,allora per quanto riguarda i numeri non sono inventati, ma li prendo dai Decreti in concessione. Forse ho omesso qualke dato, ma credemi sono corretti: Rispiego il mio caso. Vittima del Dovere con p.p. di 2^Cat. tab A max, nel 93 in pensione per riforma Arma CC., viene rilasciato il Decreto di pensione ord.composto Base Pens.lire 20.228.492, 44% per 20 anni servizio della B.P. 8.926.963, Pens.Annua lorda lire 8.927.000.Viene concesso dal Min. Dif. pens.priv. 2^ cat. di lire 18.259.700 90% Base Pens.. faccio domanda per ottenere i 10 anni aumento figurativo con le nuove norme, che vongono riconosciuti, quindi il Comando CC mi rifà il nuovo decreto di pensione cosi composto: Base pens.lire 24.337.128, Pensione annua lorda lire 17.717.429, e cioè il 72,8% della Base pens. sui 30 anni di servizio. Il nuovo Decreto vie mandato alla Corte dei Conti e all’inpdap, dove nasce il caso, mi chiamano e mi dicono che se applicano questo decreto vado a debito di circa 50.000 €, quindi lo hanno bloccato in attesa della Riliquidazione della Privilegiata, da parte del Ministero difesa. Preciso che la mia pensione è di circa 1700€, chiedo a qualcuno di voi se sapete dirmi che fine farà la mia pensione e quanto eventualmente andrò a prendere. Grazie e saluto tutti.

    58. simone61 ha detto:

      buonasera osvaldo, in considerazione che sei specialista in materia ti chiederei se approssimitivamente potresti dirmi di quanto sarà la mia pensione ordinaria e buonauscita alla data odierna in caso di dispensa per aver superatro il limite massimo diaspettiva, premetto che sono Isp.c. con 10 anni nel grado e chè ho 31 anni di reale servizio, 2 ricongiunti da precedente lavoro e 5 di riscatto pagati per un tot, di quasi anni 38.
      grazie anticipatamente per la risposta

    59. osvaldo ha detto:

      Lele59 da tabelle alla mano compete pensione normale con 30 anni utili il 62 percento presumo che il Comando ti abbia riformulato il decreto calcolandoti pensione normale + privilegiata decimista in unica soluzione quindi arrivi al 72 percento il 0,8 in più non me lo spiego, ma ti devi attivare con il tuo Comando e chiedere lumi di tale decurtazione, poi interpellare la corte dei conti tramite URP e chiedere come risistemare tale incongruenza, ma il perno principale è il tuo Comando che ha emesso tale decreto di ridefinizione in applicazione tua richiesta legge 369 del 2003.
      Simone61 non posso dare numeri a casaccio , posso dirti che se vieni riformato in applicazione contratto 2008-2009 sei percettore di stipendio lordo annuo di 22.105,60 aumentalo del 18 percento esclusa IIS 2.804,51 assegno pensionabile 3.094,80 sei scatti 3.315,75 assegno funzionale mi sembra 2.800,00 poi bisogna verificare altre voci pensionabili di trascinamento e maggiorazioni che si aggiungono dal 01.01.2002 all’ operativa base pero op. base 3096 somma il tutto e moltiplicalo per la percentuale di competenza dei 38 anni 76,80 percento .
      Alla pensione ricavata aggiungi il 10 percento però solo se riformato ma con decreto del comitato di verifica in mano altrimenti dovrai attendere l’esito di questo organo ma nel tempo che passa percepirai una cospicua pensione normale anche perchè rientri totalmente metodo retributivo però se ti riformano con una 2 ctg devi aggiungere il 13,2 al tuo 76,80 percento o con una prima ctg prenderesti il 100 della base pensionabile.
      Per la buonuscita vedi anche via internet le voci che rientrano e la formula è semplice da applicare. La buonuscita puoi calcolarla da solo basta moltiplicare la base contributiva per gli anni totali maturati diviso 12 e ottieni buonuscita. Saluti.

    60. osvaldo ha detto:

      SIMONE61 ti ho risposto nella risposta di Lele59 scusami.

    61. STIMOLI CIRINO ha detto:

      ….Chiedo scusa, non era mia intenzione mettere in inbarazzo nessuno:-La mia frenesia e’ solo alla richiesta che ho fatto il 23.10.2010 alle ore 22.27 per una valutazione e un conteggio chiaro, in quanto sia il c.n.a. che l’inpdap non mi sanno chiarire.- comunque non pretendo nessuna risposta. un buon lavoro e un sereno futuro.-

    62. osvaldo ha detto:

      Per il Collega Cirino, preparati per un lungo calvario.
      Le infermità riscontrate dalla CMO ascrivibili a ctg delle tabella A per 4 annualità fai richiesta al ministero per concessione pens. priv. ordinaria, non ti verrà concesso nulla ma la richiesta con A/R servirà per individuare il momento da cui inizia il diritto amministrativo, poi sei mesi o un anno prima della scadenza delle annualità sollecita la cmo a farti riconvocare a visita, se in quella circostanza la cmo ti annulla il tutto perchè reputa infermità sanate tutto finito, viceversa se reputa costanti le può definire ascrivibili a 8 ctg e a 7 ctg a vita , in quel momento la cmo invierà il tutto al C.D.V. questo valuterà ed emetterà decreto definitivo di ascritte o rigettate , solo se ti sono ascritte dal C.D.V allora fai rinnovo richiesta con riportante riferimento alla tua prima istanza di richiesta ppo con decorrenza dal……con diritto amministrativo sulla base della tua prima A/R, per ora ti risponderanno che in attesa di lavorazione pratica però tale richiesta tienitela custodita, per questi motivi ti ho detto prima che è un calvario quello in cui ti ha messo la cmo lungo almeno 10/15 anni e anche più , confida nei SANTI del cielo di sopravvivere, per adesso nulla compete . Un Caloroso abbraccio.

    63. lele59 ha detto:

      Per Osvaldo sono lele 59, grazie per le risposte che dai, credo ormai di essere equiparato alle Vittime del Terrorismo, visto che sono entrato in tutte le nuove leggi, non ultimo la 206 del 2004,qui ci sono un sacco di novità, di cui art.4 comma 2 della legge, dice a coloro che hanno subito un’invalidità permanente pari o superiore all’80% della capacità lavorativa (mio caso) è riconosciuto il diritto immediato alla pensione diretta in misura pari all’ultima retribuzione percepita integralmente dall’avente diritto. Oppure la cosidetta “clausola d’oro” e cioè l’aggancio ai colleghi in servizio di pari grado o anzianità. Al momento sono fermo con tutte le varie richieste, prima voglio capire la misura della mia pensione. Per notizia ho interessato delle persone di mia conoscenza a Roma, so per certo che hanno parlato con qualcuno al Ministero, il quale si è preso una 15 di giorni per studiare la mia pratica dopodiché ne saprò di più. Cmq vi terrò aggiornati. Come sempre un grazie a tutti.

    64. Totonno ha detto:

      BUONASERA

      Sono pensionato dei C,C, con pensione privilegiata di 4 ^ categoria con assegno di incollocabilità e assegno di superinvalidità tab E lettera H-
      Adesso la C.M.O,mi ha riconosciuto altra patologia ascrivibile alla 2^ categoria-
      Cortesemente mi sapete dire se ho diritto all’assegno di cumulo, oppure ad altra superinvalidità della tab.E
      vi ringrazio

      Commentate,grazie
      GP

    65. osvaldo ha detto:

      per collega Totonno, L’ASSEGNO DI CUMULO E’CONCESSO DALLA CMO , ED E’RIPORTATO SUL PROCESSO VERBALE ALTRIMENTI NON COMPETE. Stesso dicasì per le Superinvalidità vengono concesse solo a titolari di 1 ctg, quella che oggi usufruisci è collegata all’assegno di incollocabilità è come dire una superinvalidità indiretta. Saluti-

    66. CIRINO S. ha detto:

      Grazie per l’immediato riscontro che ha dato il M.llo Osvaldo:….N.B. in un certo senso, lo sentivo/sapevo (e’nell’aria)che e’ un calvario in quanto il Medico Legale C.M.O. mi ha detto che passavano dai 3/5 anni.- cio’ posto a me’ premeva il conteggio della mia a breve “pensione”, adesso e non so per quanto tempo mi liquidera’ il C.N.A..- comunque riepilogo il tutto: Arr. 08/10/1982 + 1 anno m.l.+ 3/A-2/M e 16/gg.ricongiunti,inoltre ho riscattato tutto.- Carichi di F.coniuge + 1 figlio.- Adesso ho ricevuto A/R INPDAP che midevono liguidare € 47.703 TFS.- Gradivo,se quest’ultimo e’ giusto e orientativamente di quanto sara’ rata pensione..? .- Cordialmente da Cirino, un proficuo avvenire.-

    67. Totonno ha detto:

      Ringrazio il collega Osvaldo,
      Siccome mi avevano detto alla visita ti diamo la seconda,aspetta fuori che ti chiamiamo per il verbale-
      Siccome mi sono sentito male al cuore,sono andato via,e sono andato al pronto soccorso,-Quando sono stato dimesso alla commissione erano già andati via.-Il giorno dopo ho chiamato, e mi hanno confermato la 2^ categoria,riferendomi che i verbali venivano mandati al ex comando di appartenenza.-Per questo non avendo visto il P.V. non so il contenuto-Quindi avendo riconosciuto una 2^ categoria,con patologia diversa da quelle della 4^-
      Penso che con quest’ultima categoria qualcosa mi spetta sia in termini pensionistici,che ai fini di equo indennizzo,altrimenti a cosa servono le 8 categorie, e le varie lettere della Tab. E ed F –
      Questo cortesemente se può darmi una risposta.

      un saluto
      Totonno

    68. bruno ha detto:

      Vedo che la legge dini 335 del 1995 non interessa a nessuno. Aggiungo a tutti coloro che alla data della citata legge,avevano c.d.s. riconosciute.E poi riformati succesivamente…..va rivisto il trattamento economico di pensione privilegiata e riliquitazione.esempio 20 di servizio si rivalutano a 40…datevi da fare alla CORTE DEI CONTI COMPETENTE bruno roma

    69. osvaldo ha detto:

      Per il Collega Cirino e altri, il calcolo della pensione è un vero groviglio , mi spiego per coloro che rientrano nel sistema retributivo sono fondamentali tali elementi : eta del dipendente, anzianità contributiva, retribuzione lorda pensionabile , ultima retribuzione per la quota A fino al 1992 , media retributiva ultimi 10 anni quota B e aliquota di rendimento, ora come si può dare una esatta misura se non si tiene alla mano tutto il prospetto economico vitae del dipendente? per questo dico che orientativamente per chi entra in questo metodo si può dare una cifra, cifra che orientativamente può essere raggruppata in metodo retributivo secco cioè moltiplicando l’ultima retribuzione lorda con i relativi maggiorazioni e scatti per l’aliquota corrispondente agli anni, ma ribadisco è orientativa poichè con il vero retributivo si perde qualcosina grazie alle due quote, per i metodi misti lasciamo stare sono un pò faraginosi, per i metodi contributivi è inutile anche fare il calcolo si fa prima a dargli le condoglianze. Per i riformati è più semplice applicando l’art. 67 sono esclusi tutti questi metodi del c……, ma attenzione che all’atto del congedo vi viene concessa la pensione normale provvisoria la quale viene calcolata sulla base degli anni maturati e applicando il metodo in cui rientrate, dopo che viene confermata la privilegiata dal C.d.V. solo allora viene tutto ribaltato e applicato l’art. 67. Collega Cirino non dubitare dell’amministrativa , l’unico accorgimento state attenti che tutti gli aumenti previsti dal contratto in vigore all’atto della riforma vi siano applicato e conteggiati.

    70. osvaldo ha detto:

      Collega Totonno, penso che hai fatto “BINGO”, mi spiego, fino ad oggi se quando sei stato riformato avevi 20 anni di servizio qundi aliquota 44 percento ti è stata concesso il trattamento più favorevole in applicazione 4 ctg quindi il 70 percento della tua base pensionabile , poi grazie al beneficio dell’incollocabilità percepivi la differenza tra la 1 ^ ctg pari al 100 percento della tua base pensionabile e quello corrispondente al 70 percento derivante dalla 4 ctg , tale differenza era esente irpef, oggi con la 2 ctg il Ministero deve rifarti il decreto elevando la tua pensione privilegiata al 90% della tua base pensionabile ma questa sarà tutta tassata IRPEF , quindi la differenza tra la 1^ ctg e quella che oggi hai acquisito 2ctg esente irpef che si è notevolmente ridotta, + assegno superinval. lett. H tab E, questo resta sempre.
      Ma non preoccuparti, Non tutto è negativo, mi spiego, in conpenso quando passerai a miglior vita tua moglie avrà una pensione di reversibilità più alta poichè la tua pensione attuale pari al 70 percento della tua base pensionabile aumenterà al 90 percento della stessa, quindi sono sicuro che la tua scelta senza dubbio è stata mirata a proteggere e tutelare il coniuge e la prole per il futuro ovviamente a discapito del presente.
      Eri gia al max ti mancava solo l’accompagnamento, spero che ho azzeccato la motivazione che ti ha spinto a chierdere ulteriore aggravamento, altrimenti c’è da tagliarsi le p….
      In merito alle nr. 8 patologie , queste si accoppiano a due a due e si sommano alla più invalidante , esmpio numero 8 infermità ascritte tutte singolarmente a 8^ ctg nel loro complesso danno titolo ad una 4^ctg da cumulo se oltre queste otto patologie avevi ed eri titolare di una 4^ctg secca,allora 4^ + 4^(da cumulo) dà diritto ad una 2^ secca. Auguri e Saluti.

    71. Totonno ha detto:

      Ringrazio Osvaldo,per la puntualizazione abbastanza esauriente,-Ma io avendo anche una 5^categoria per malattia psichica,riconosciuta causa di servizio,dovrei aver diritto all’assegno di superinvalidità tab.E lettera G,come previsto dall’ultimo comma dell’art.104 del T.U.1092/73 ,in sostanza questo mi interesserebbe sapere,cosi oltre alla tassazione irpef,qualcosa entrerebbe in tasca anche da vivo-
      Cosa ne pensi,se oltre bingo faccio anche tombola ?
      Attendo un tuo ultimo consiglio, in riferimento alla Tab.E lettera G, a cui aspiro,poi non ti disturbo più-
      Garazie mille

    72. osvaldo ha detto:

      Caro Collega bruno, la legge dini interessa e come se interessa e si applica a tutti quanti mi spiego tale legge si applica a tutte le pensioni normali ( età, per cessazione volontaria, ecct) e per inabilità (non dip. da causa di servizio), mentre per coloro che hanno 20 anni come dice Lei che poi questi si rivalutano a 40 anni questo è veritiero ma solo per coloro che vengono riformati ma con almeno una 3 ctg poichè corrisponde all’ 80 percento pari al valore che viene concesso a coloro che hanno eseguito 40 anni di servizio, anche se, ancora per pochi tale percentuale sarà esistente in quanto già dal 01.01.2010 si è abbassata grazie al ritocco dei coefficenti collegati all’età di pensionamento poi nel 2013 subirà ulteriore abbassamento e nel 2015 ancora ulteriore abbattimento, i nuovi coefficenti sono pubblici.
      Fare ricorso alla Corte dei Conti ? se il signor rossi era titolare di una 7 ctg prima del 95 e successivamente nel 2001 è stato riformato con una 5 ctg può anche ricorrere alla Corte dei Conti,è un suo sacrosanto diritto, ma forse è solo un rincorrere a perdere tempo, perchè non si otterrà mai l’80 percento con 20 anni di servizio e una 5^ctg . Saluti.

    73. Totonno ha detto:

      Caro Osvaldo
      Ti ringrazio della risposta,e concordo con te quanto detto.-
      Ma poichè la patologia che ha portato alla concessione dell’assegno di incollocabilità e di natura psichiatra-
      L’art.104 del T.U.1092/73 al primo comma ,stabilisce che <ove il diritto all’assegno di incollocabilità deriva da infermità neuropsichica,o epilettica,ascrivibile alla 2^-3^-44^ categoria,compete l’assegno di superinvalidità Tab.E lettera G- Cosa che non mi venne dato a suo tempo della concessione dell’assegno di incollocabilità avendo la 5^ categoria- Ma come detto mi hanno dato la 2^ ,-
      Vorrei sapere ho diritto a cbhiedere l’assegno di superinvalidità Tab.E lettera G ,come previsto dall’art.104 ?

      Ti ringrazio della risposta

      totonno

    74. osvaldo ha detto:

      Caro collega Totonno , devi aggiornarti alla Legge nr. 9 del 21.01.1980 e successive modifiche. In breve ti ribadisco l’assegno di superinvalidità viene concesso dalla cmo solo a titolari di 1 ctg , Lei riceve indirettamente il trattamento di 1 ctg grazie al beneficio concessogli dall’ass. incollocabilità ed è previsto l’assegno di superinvaòlidità che stai percependo.
      Se vuoi avere un trattamento superiore devi chiedere un aggravamento psichiatrico tale da indurre le cmo ad assegnarti la tua patologia psichichica ascrivibile direttamente alla 1 ctg allora potresti vederti assegnata anche non è detto l’assegno di superinv. lettera E tab E più accompagnamento d’ufficio, però non tutto è oro poichè se ti danno una tale ctg e tali assegni dei essere catalogato come uno scemo da manicomio, però vedo che sai scrivere ed esprimerti bene , quindi escludi tali ipotesi e GODITI in primis LA VITA e poi grazie alla Pensione. Un abbraccio e non me ne volere per l’umorismo.

    75. Totonno ha detto:

      Caro collega Osvaldo
      Forse hai ragione tu,perchè scemi si nasce,non si diventa-
      capisci a me!!!!!Purtroppo quando l’acqua scarseggia,la papera non galleggia.!!!!!!!!!!

      Un saluto
      TOTONNO

    76. osvaldo ha detto:

      Caro Collega Totonno, chi si accontenta GODE.
      Certo che se rinasco farò il Commercialista o il porta borse” di chiunque “.
      Oggi la vita ci ha distinti in due categorie i: ” Prendinculi e i Mettinculi” ognuno scelga la propria ctg. Ciao e ogni tanto almeno ci consoliamo a vicenda , tra poveri ci si comprende.

    77. Vito ha detto:

      Per il Sig. Osvaldo, sono un assistente capo riformato a settembre del 2010 con 21 anni di servizio ed 43 anni,
      volevo cortesemente sapere di quanto sarà la mia pensione, sono ancora in attesa del decreto. Due sindacati mi anno fatto il calcolo con 300 euro di differenza, uno mi riferiva 800, l’altro 1100. L’irpf si paga in base all’importo della pensione? Qual’è il calcolo della pensione lorda e al netto avendo un figlio a carico al 100% ?
      La ringrazio anticipatamente, saluti Vito

    78. pino ha detto:

      Un quesito: ispettore superiore di Polizia, arruolato gennaio 1975 in pensione dal prossimo1 dicembre. l’inpdap mi comunica che con 42 anni e 2 mesi la mia pensione sarà di 35332€ annui partendo da una media retributiva degliultii annidi 40000€. è corretta e quanto corrisponderebbe netta al mesecon un figlio disabile maggiorennea carico?

      Caro Pino,
      La tua p.o dovrebbe attestarsi sul tuo attuale stipendio,circa 2200 Euro e il TFR che ammonterebbe tra i 70/75 mila E.
      G.Pino

    79. italo ha detto:

      salve sono italo lavoro nella polizia penitenziaria da circa 24 anni col grado di ass,capo piu il servizio di leva riscatato piu tre anni ricongiunti lavorati come operaio ,piu 3 riscattati di abbuono,addesso faro la domanda in base alla 335 del 95 perche ho la sclerosi multipla volevo sapere cortesemente la cmo mi congedera?Quanto percepiro di pensione.grazie e buon lavoro

      Caro Italo,
      La tua pensione dovrebbe essere di circa 1100/1200 Euro
      GP

    80. antonino ha detto:

      ciao sono Antonino ASS.c. della polizia penitenziaria sono arruolato dal 10 luglio 1987,ho 23 anni,e 4 mesi di servizio effettivo più 2 anni di militare inquadrato nel corpo,più 4 anni e 4 mesi di abbono, completando il 27 anno compreso al militare per maturare il secondo assegno di funzione,e considerando il nuovo contratto,quando verrebbe la mia pensione,riformato per causa di servizio quando ammonta la mia pensione ciao a presto.

      A voi la risposta.
      G.Pino

    81. Fabio ha detto:

      Gentile Sig. Pino
      Sono un appuntato dei cc arruolato nel 1993, purtroppo a causa di un forte esaurimento dovuto a problemi familiari se mi dovrebbero congedare con una settima A quanto andrei a prendere di pensione mensile? cambia qualcosa se è causa di servizio e no?
      grazie tante.

    82. Fabio ha detto:

      Egr. Dott. Pino,
      salve sono un appuntato dei CC. arruolato nell’Arma nel settembre 1993, ho riscattato (due anni su cinque), volevo gentilmente sapere questo:
      Dato che potrei essere riformato nell’anno 2011, forse con una sesta categoria, quanto andrei a percepire di pensione netta mensile?
      Quali sono i requisiti per la pensione privilegiata?
      Mi hanno riconosciuto due cause di servizio 8^ tabella B, possono servire?
      Grazie

      Forza ragazzi vi siete ammosciati? Presto ci saranno grosse novita’ per i nostri collaboratori.
      Saluti
      G.Pino

    83. italo ha detto:

      caro G.P sono italo con 1200 euro faro la fame.saluti

      Auguri
      GP

    84. Vito ha detto:

      Per il Sig.Pino, sono un assistente capo riformato a settembre del 2010 con 21 anni di servizio ed 43 anni,
      volevo cortesemente sapere di quanto sarà la mia pensione, sono ancora in attesa del decreto. Due sindacati mi anno fatto il calcolo con 300 euro di differenza, uno mi riferiva 800, l’altro 1100. L’irpf si paga in base all’importo della pensione? Qual’è il calcolo della pensione lorda e al netto avendo un figlio a carico al 100% ?
      La ringrazio anticipatamente, saluti Vito

      Prego commentare
      G.Pino

    85. carobbi mario ha detto:

      Per Bruno Roma, commento del 30/10/2010 ore11.11….Spiegati meglio io nel 1994 avevo riconosciuto una tab.B min per trauma cranico. Nel 2006 per aggravamento dello stesso sono stato dispensato dalla P.S. non riconosciuto dal Comitato di Verifica. Cosa devo fare a norma della legge Dini 335/95 per ottenere l80% della pensione, attualmente ho riconosciuto il 68%. Che speranze concrete ci sono con la Corte dei Conti?
      Per favore spiegati meglio GRAZIE

    86. CIRINO S. ha detto:

      …..BRUNO HA PERFETTAMENTE RAGIONE. (a buon intenditore,poche parole.-

    87. Carlo ha detto:

      Un saluto a tutti i partecipanti a questa discussione, sono Carlo Mllo. Capo Aeronautica militare, sono arruolato dal 25 ottobre 1989,molto probabilmente saro riformato nel 2012 per patologia non dipendente da c.d.s.,probabilmente riusciro a raggiungere i 22 anni effettivi + 4 di abbuono. Qualcuno sa dirmi indicativamente a quanto ammonta la mia pensione d’inabilità?
      Cordiali saluti

      Ciao Carlo,
      la tua p.o dovrebbe essere in modo approssimativo,di 1200/1300 E
      G.Pino

    88. Bruno Bigiolli ha detto:

      Ho prestato servizio nella Marina Militare per 8 anni e 4 mesi, congedato con il grado di Sergente. (1961/1969). Risiedo alléstero l´ente che ha instaurato le pratiche, ha risolto tutto, a parte questi anni in Marina, pur avendo il mio foglio matricolare, non sanno come muoversi. Mi compete qualche soldino? E´da 6 mesi che aspetto una comunicazione, ma non sanno niente. Un anima PIA potrebbe aiutarmi. ´Se mi compete qualche cosina o gli anni da volontario passano in cavalleria? Grazie

      Spiegati Meglio.
      G.Pino

    89. Bruno Bigiolli ha detto:

      Grazie Sig.or Pino, per avermi letto. Cerchero´di essere piu´chiaro. La mia ex Moglie ha consegnato al patronato per sbrigare le pratiche pensionistiche il mio foglio matricolare con 3 mesi di ritardo. Lénte preposto ha detto che non sapevano esattamnete a chi inoltrare la richiesta degli anni di servizio in Marina Militare (8 anni e 4 mesi) come volontario. Essendo di Sondrio non mi stupisce, siamo pochi i marinai, la prox volta che rinasco mi arruolo negli alpini, molto piu´facile, credo. La pensione INPS mi e´gia´stata calcolata e mi viene accreditata in una bamca italiana cosi´pure la 13ma.Vorrei solo sapere se gli anni trascorsi in servizio, possono essere conteggiati ai fini pensionistici. Devo dire che onestamente i soldi non mi interessano, dato che ho una piccola catena di ristoranti e il promedio delle entrate nette e´di circa 6.000 Euro e in Honduras, sono SOLDI. Pero´non vorrei neache lasciare allo Stato Italiano i 200 o 400 Euro che eventualmente dovessero competermi. Se mi illumina ,Sig.or Pino, ha 20 gg. vitto e alloggio a mio carico in Valle de Angeles, (Honduras). La ringrazio anticipatamente e Le invio i miei piu´cordialisaluti,
      PS: Ho mandato 3 Mail all´INPS di Sondrio, nessuma risposta.

      Colleghi,l’amico Bruno offre un soggiorno di 20 gg in honduras a chi gli risolve il suo quesito,ma noi che mettiamo il nostro sapere in favore della colletivita’ volontariamente, diciamo grazie,attendi risposta gratuita.
      G.Pino

    90. Ferdinando ha detto:

      Salve volevo sapere se viene riformato con 15 anni di servizio effettivo piu 3 da buoni e un anno di militare nel ruolo di agenti e assistenti della polizia penitenziaria quanto potrebbe percepire di pensione?

      percepirai 800/900 Euro
      G.Pino

    91. vincenzo ha detto:

      X Bruno
      prova a contattare il Ministero della difesa e l’inpdap

    92. vincenzo ha detto:

      X Italo
      ho visto il tuo commento,ho la tua stessa patologia, per cui ti capisco perfettamente, io sono stato riformato con causa di servizio per tale infermità (31+5).Addirittura ho dovuto insistere per la riforma, alla cmo volevano farmi rientrare in servizio,portando certificati medici aggiornati ed esami ciclini quasi trimestralmente e con una corposa dichiarazione di un medico legale che è stato capace di andare a cercare sentenze varie degli anni ottanta. Se ancora devi andare alla cmo vedi cosa puoi fare.

    93. Bruno Bigiolli ha detto:

      Ringrazio anticipatamnete a tutti coloro che vorranno illuminarmi. la domando e´semplice. MI COMPETE LA PENSIONE, PER GLI ANNI IN MARINA????????????

      Caro Bruno,
      spiegati meglio.
      G.Pino

    94. Gennaro ha detto:

      Situazione sanitaria

      Le condizioni sanitarie sono migliori nelle zone residenziali della capitale ed in quelle dei principali centri urbani, dove soprattutto nelle strutture private, esistono medici con formazione negli USA ed in Europa.
      Il Paese è il secondo di tut…

      mostra il contenuto

      Le condizioni sanitarie sono migliori nelle zone residenziali della capitale ed in quelle dei principali centri urbani, dove soprattutto nelle strutture private, esistono medici con formazione negli USA ed in Europa.
      Il Paese è il secondo di tutta l’America latina (Brasile in testa) per l’incidenza dei casi di AIDS. La presa di coscienza della necessità di una prevenzione in tal senso, non è ancora abbastanza diffusa tra la popolazione. Stime approssimative valutano l’otto per cento della popolazione come affetto da HIV.
      Sono diffuse, in alcune aree del Paese, malaria, dengue emorragico, congiuntivite e varie parassitosi (cisticercosi, amebiasi, ecc.).
      La minaccia di possibili epidemie è sempre presente in tutto il territorio.
      La zona con maggior rischio di malaria e quella della “Mosquitia”, regione umida e paludosa situata nel Nord-Est del Paese.
      La distribuzione dell’acqua è soggetta a razionamenti, soprattutto durante la stagione secca e ciò fa aumentare il rischio di contagi.

      Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

      Avvertenze
      Si consiglia di:
      – far bollire l’acqua per evitare rischio d’infezioni gastro-intestinali;
      – non consumare cibi crudi;
      – lavare con accuratezza e disinfettare verdura e frutta;
      – bere soltanto acqua e bevande in bottiglia, senza l’aggiunta di ghiaccio.
      – vaccinarsi, previo parere medico, contro l’epatite A e B
      – seguire la profilassi antimalarica, previo parere medico, se ci si reca nella zona della “Mosquitia”.

      nascondi il contenuto
      Viabilità

      Patente
      Italiana

      Assicurazione auto
      Rc vivamente raccomandata

    95. alessandro ha detto:

      Gentilissimo Dr. Pino, come prima cosa Le faccio i complimenti per la disponibilità e la gentilezza che usa nel mettere a disposizione le sue conoscenze in materia e soprattutto la garbatezza e la trasparenza per le sue risposte.
      Vengo al dunque: sono un MAsUPS nell’Arma dei CC, di anni 46, mi sono arruolato il 12 febbraio 1985 ed il 12 febbraio 2011 compirò 26 anni di servizio.
      Da un poco di tempo ho iniziato a navigare sul web alla ricerca di chiarimenti amministrativi che sino ad oggi non avevo mai ritenuto di cercare pensando solo ed unicamente a dare tutto me stesso nelle attività lavorative di P.G. trascurando la famiglia e la mia persona.
      Circa 3 anni fa rimasi vittima di un bruttissimo incidente stradale occorso in servizio al rientro da un intervento per rapina. Da allora sono ancora in convalescenza con modello “C” già riconosciuto si dipendente da causa di servizio.
      Alla fine del mese di gennaio sono stato convocato dal CMO di Caserta per fine periodo di convalescenza. L’ultima volta, a seguito delle mie insistenze e richieste per ottenere l’idoneità al 100% in quanto mi sentivo ancora attaccato all’Istituzione, mi veniva risposto che mi stavano facendo un favore in quanto dalle carte sanitarie e dalle condizioni di salute sono da riforma totale per il servizio attivo nell’Arma con un eventuale impiego nel ruolo civile. Per venirmi incontro e per riconoscermi l’attaccamento alla divisa mi hanno proposto una riforma parziale con impiego in un ufficio. Cosa questa che mi sta mandando in crisi e non le nascondo che mi sento fortemente demotivato e psicologicamente a terra vedendomi ormai finito, non potendo più fare quello che amavo e per il quale ho dato tanto, senza contare che non posso più correre, saltare, fare sport mantenermi in forma ecc. ecc. insomma fortemente amareggiato.
      Alla luce di quanto innanzi Le chiedo come mi devo comportare sotto l’aspetto amministrativo. Premetto che a questo punto, visto anche la deriva dell’Arma in questi ultimi periodi soprattutto nella parte dei quadri dirigenziali, sta fermamente maturando in me l’intenzione di farmi riformare atteso che non sono intenzionato ad andare a lavorare per non perdere 100/200 euro, sicuramente li risparmierei in carburante e poi stando a casa guadagnerei con un altro lavoro, cosa che non mi mancherà.
      La CMO è orientata nel darmi una 4^ categoria tabella A con la speranza di trovare persone corrette e coscienziose per farmi dare una 3^ atteso che il mio medico legale parte da una 2^.
      Ora Le chiedo gentilmente come mi devo comportare e quali sono i passaggi amministrativi per arrivare alla riforma, quali sono le condizioni che posso accettare sulle eventuali proposte del CMO e soprattutto quali sono i documenti da firmare, quali saranno i tempi ecc. ecc. .
      Le chiedo quanto andrei a prendere mensilmente con la riforma totale?
      All’attivo ho un periodo di missioni estere che vanno a totalizzare circa 3 anni di servizio ed in più 2 anni di servizio nel Reggimento CC Parà Tuscania.
      Questi anni hanno una valutazione diversa ai fini pensionistici?
      La ringrazio anticipatamente e mi scuso se sono stato troppo lungo nel quesito. Grazie
      Alessandro

      Prego i nostri esperti di commentare.
      G.Pino

    96. raimondo ha detto:

      caro pino dopo essere andato in pensione riforma 8 cat A ppo a vita, sono un cc brigadiere in avanzamento a capo, grado bloccato sospeso a novembre perche in forza assente,ora chiedo il grado a capo mi sara dato- grazie

    97. franco ha detto:

      caro ITALO spero di aver capito male, ma se sei malato di sclerosi multipla puoi fare domanda di pensione di inabilità senza causa di servizio e avrai conteggiati i tuoi 31 anni e il resto fino a 40 anni li mette lo stato avrai una pensione di 1500 circa.

    98. franco ha detto:

      per BRUNO certamente che ti compete la pensione per gli 8 anni e 4 mesi che hai fatto in Marina devi chiedere il ricongiungimento con l’altra pensione che percepisci, l’aumento e circa 300 euro al mese.

    99. Anna ha detto:

      Salve,sono la vedova di un M.llo Capo dei CC e dal 1999 percepisco una pensione di reversibilità per me ed i miei due figli (uno minorenne e l’altro ancora studente). Attualmente è ancora provvisoria ed è di € 1200 mensili. Ho ricevuto un fascicolo dal servizio amministrativo dei CC in cui c’è il calcolo della pensione definitiva e c’è scritto: Alla vedova ed ai due figli del M.llo Capo XXX arruolato il 21/01/1984 e deceduto il 31/12/1998, per complessivi anni 17, mesi 09 e giorni 29 di servizio, spetta una pensione annua di € 10.035,00. Sto vivendo uno stato d’ansia pazzesco….secondo questo calcolo io dovrei prendere una miseria e già con 1200€ al mese mi riesce difficile andare avanti, figuriamoci se mi toglieranno altri soldi.C’è la possibilità di uno sbaglio nei calcoli?? Per favore aiutatemi a capire. Grazie

      Gentile Signora
      Suo marito e’ deceduto per causa di servizio?

      Prego i nostri esperti di commentare.
      G.Pino

    100. Anna ha detto:

      P.S. ho scordato di scrivere che la cifra di € 10.035,00 è a decorrere dal 01/08/1999

    101. Sabino ha detto:

      Egr.Dott. Pino Sono un brigadiere capo dei cc. da 4 anni in pensione. Sin dal dal primo mese da pensionato,presentai contemporaneamente le domande di pensione previlegiata ordinaria,e quella di causa di servizio, in quanto era in pendenza da oltre 10 anni.Sono in possesso del verbale rilasciato dal (Dipartimento Militare Di Medicina Legale Bari).Posso spedirle delle copie dei miei documenti e avere dei chiarimenti in merito? Saprò di conseguenza come procedere.La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti Sabino

      Ciao Sabino,
      inviami la documentazione
      G.Pino

    102. Anna ha detto:

      no Signor Pino, mio marito non è deceduto in servizio nè aveva cause di servizio, è deceduto in un incidente d’auto mentre era in ferie. Cmq è tutto strano….ora prendo € 15.600,00 annuali….secondo i calcoli fatti dall’ufficio amministrativo dei CC dal ’99 mi spettano € 10.035.00. Infine, nell’ultima pagina di un fasciolo di 15 pag c’è un foglio singolo con scritto che CONSIDERATO gli anni di servizio prestati risultante dall’allegato prospetto, per complessivi anni 17,mesi 09,gg 29 di servizio si DISPONE che la pensione contributiva maturata dall’amministrato è di L. 3.188.880 ( Euro 1.646,91)annue. Alcuni gg fa ho chiamato gli uffici amministrativi dei CC alla Regione Lazio (da dove proviene il fascicolo)….non hanno saputo darmi spiegazioni e mi avevano detto che sarei stata richiamata da un M.llo ma…niente….

      Gentile Signora,
      mi invii la documentazione che riguarda la sua problematica,oppure mi venga a trovare nei nostri uffici di via Collina 48 in Roma.
      G.Pino
      06.2285565
      366.3406356
      pino.supu@yahoo.it

    103. Bruno Bigiolli ha detto:

      Gentilissimi Ciro e Franco Vi ringrazio infinitamente per evarmi letto e risposto. Sono proprietario di una piccola catena di ristoranti in Honduras (3) e il reddito approssimativo al mese e´di circa 6000 8000 Euro al mese. Non ho certo bisogno di 300 o 400 Euro al mese. Pero credo sia una ´questione, come si diceva in Marina, di competenze. Inoltre 300 Euro sono equivalenti a Lempiras 7500 che e´uno stipendio da polizziotto o maestro di scuola elementare, quando il minimo mensuale e´di 4500 Lempiras. Il fatto di non avere necessita´mi ha fatto dimenticare l´eventuale pensione Italiana. Grazie a Voi e altri enti Militari che mi stanno aiutando, credo che tutto questo empass si va´ a risolvere. Grazie di tutto cuore per avere dedicato un pezzettino del Vs. tempo al mio problema. Vi auguro ogno bene e ancora grazie.
      Bigiolli Bruno, Marinaio, montanaro e polentone.

      Auguri per la tua attivita’ e non dimenticarti della nostra bella Penisola che purtroppo in questi giorni politicamente ne stanno succedendo di tutti i colori.
      Siamo sempre a tua disposizione.
      Un abbraccio
      G.Pino

    104. bruno ha detto:

      rispondo al signor osvaldo bruno da roma. A breve verro riliquidato dalla competente INPADAP di roma, in base alla legge dini 335 del 1995.e gli comunichero il mio miglioramento economico. bruno da roma

    105. bruno ha detto:

      Con ritardo rispondo al collega carobbi mario in base alla legge dini 335 del 1995. caro mario vai da un legale e fai causa al piu presto.lasciami un recapito telefonico.bruno roma

    106. Sabino ha detto:

      Dott.Pino come accordi presi,vi ho spedita le copie della mia documentazione, ma all’interno troverà anche il modello dell’iscrizione del 2011, tutto questo mi sembra giusto perchè noi pensionati siamo tutelati da gente competente come voi.grazie

      Caro Sabino,
      Grazie della collaborazione e comprensione.
      Un abbraccio
      G.Pino

    107. salvatore pafumi ha detto:

      egr.dott. pino, sono un app. dei cc in pensione, riformato dalla c.m.o. di milano nel feb.2008 per mobbing, con 21 anni di servizio piu’4 di abbuono, totale dal verbale del comando generale posto in congedo con 25 anni di servizio. Attualmente percepisco la pensione provv. di 1010 euro mensili. vorrei sapere se la cifra percepita e esatta. grazie. salvatore p.

      Caro Salvatore,
      le segnalazioni che mi pervengono da altri Colleghi con i tuoi stessi anni di servizio,sono di uno stipendio della tua stessa entita.
      G.Pino

    108. Gennaro ha detto:

      Gentile dott PINO,sono un ex sovr/capo della polizia penitenziaria,collogato a riposo a domanda,nel mese di Marzo 2009 con 53 anni (sistema retributivo)dal Mod P.L.1 TFS Leggo sei scatti 0,ho chiamato il Ministero della Giustizia per avere chiarimenti mi hanno risposto non spetta a coloro che vanno a domanda ma bensi ai riformati,inabili al lavoro,limiti di età 60 anni,mentre il DL 165/97 ART.4 ANCHE IL PERSONALE CHE CESSA DAL SERVIZIO A DOMANDA PREVIO PAGAMENTO DELLA RESTANTE CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE,quindi per avere questi benedetti 6 scatti cosa debbo fare. cordiali saluti

      Caro Gennaro,
      purtroppo devo dare ragione alla tua Istituzione,
      i sei scati sono da attribuire a coloro che sono riformati per causa di servizio e non e a coloro che cessano il servizio per limiti di eta’ e di servizio 41 anni.
      Chi cessa il servizio prima di queste modalita’ non ha diritto ai sei scatti paga.Per la retribuzione dei 6 scatti paga sono corrisposti circa 30.00 EDuro
      G.Pino

    109. giuseppe ha detto:

      Per il Sig Salvatore Pafumi, sono Giuseppe sono stato riformato con i tuoi stessi anni di servizio, volevo cortesemente sapere la tua pensione al lordo, ti faccio questa domanda perchè la mia è di 1018 lordi, infatti il Sig. Pino mi ha fatto dei calcoli che avrei maturato una pensione netta di 1000 euro e sicuramente con il supu faremo ricorso per un ricalcolo del rateo pensione.
      In attesa di una tua risposta, ringrazio anticipatamente, saluti Giuseppe

    110. CIRINO S. ha detto:

      ….HA SPACCATO IL CENTESIMO IL DR. PINO CHE SALUTO CON STIMA.-INFATTI,GLI € 18 SONO L’AUMENTO ISTAT. COMPLIMENTI

    111. marco ha detto:

      caro dott. pino..le spiego brevemente..brig. cc 22 anni servizio…(in malattia per conflitto a fuoco).l’anno scorso ho avanzato domanda da causa di servizio e anche i benefici vittime del dovere..dopodomani mi riformeranno…Le chiedo in caso di riforma per la 335/95 potrei anche avere i benefici delle vittime del dovere?? La saluto

      Puoi avere i benefici per le Vittime del Dovere mediante la presentazione della domanda al tuo Ministero.
      G.Pino

    112. paolo ha detto:

      Salve sono Paolo di anni 52 lavoro nella Polizia Penitenziaria dal 1978 col grado di Ass.C., più 2 anni di lavoro civile, più 6 anni di scivolo effettuato prima del 1997 tutti già riscattati per un totale al 1 aprile 2011 data della pensione già confermata dalla propria amministrazione di 40 anni e 5 mesi. Faccio presente che percepisco nello stipendio l’indennità d’imbarco pensionabile all’80%,risulto imbarcato dal 1982 nelle unità del corpo. Gentilmente se è possibile volevo sapere quanto percepiro’ di pensione e più o meno della liquidazione.
      Grazie e buon lavoro saluti paolo.(reddito 33.000 circa)

      Caro Paolo,
      dovresti percepite circa 1900/2000 Euro,il TFR potrebbe essere di circa 60.000/65000 E.
      G.Pino

    113. Bigiolli Bruno ha detto:

      Per i Gen.mi Ciro e Franco
      Ho spedito tutti idocumenti richiestimi a previmil per la pensione degli 8 anni e 4 mesi in marina. Ciro mi dice che tale pensione decorre dal compimento di 60 anni, non credo mi diano gli arretrati, se cosi´fosse li daro´in beneficienza qui´in Honduras, magari costruendo una scuola, (Honduregna si intende, costa piu´o meno 5000 EU). Non mi sono mai interessato di pensione, quella dell´INPS me la sono vista recapitare d´ autorita´. Vedremo cosa mi rispondono da Previmil. Ringrazio ancora Ciro e Franco per l´interessamento, credo di essere l´ unico italiano con un ignoranza abissale in fatto di pensioni. Grazie ancora. F/to. BIGIO.
      Bigiolli Bruno Ex Sommergibilista, ex Incursore, ex paracadutista ex Sommozzatore ex Palombaro, insomma sono un ex. Grazie.

    114. Rodolfo mascolo ha detto:

      Dott. Pino
      Sono Rodolfo, brigadiere dei cc.riformato in data 07 luglio 2009.Il mio quesito riguarda ferie non godute:
      Dal 21 maggio 2008 al 07. luglio 2009 sono stato in convalescenza.in data 08 luglio 2009 presentavo le varie istanze per ottenere benefici di legge tra cui i benefici della licenza ordinaria. Dopo vari solleciti da me effettuati al CNA di Chieti e Comando Generale dell’Arma, dopo circa 15 mesi mi veniva corrispoto un assegno di ferie non godute per l’anno 2008(CIOE’ 19 GIORNI). Quindi mi sono stati negati i restanti giorni del 2008(36 GG.) e QUELLI DEL 2009 (sino alla data della riforma 07.luglio 2009) .Le chiedo è lecito? Resto in attesa di risposta. Grazie cordiali saluti Rodolfo.
      Ciao Sabino,

      Prego commentate
      G.Pino

    115. Daniele Dominici ha detto:

      PER CIRINO S. O BRUNO DI ROMA, cortesemente in merito al ricorso alla Corte dei Conti per la pensione maturata al 69% anzichè all’80% che speranze ho? Ho riconosciuto una causa di servizio tab. B min. nel 1991 e sistema retributivo. Nel 2006 riformato per dispensa. Vorrei capire se ho probabilità per ricorrere.

    116. cosimo ha detto:

      sono un M.A.s.U.P.S. Carabinieri, in persione per riforma NON dipendente da causa di servizio, dal 17.11.2010. Ho maturato 33 anni di servizio. Per cortesia mi potreste dire quanto all’incirca percepirò di pensione?
      Grazie

      Caro Cosimo,rientri nel sistema retributivo con il 7^ bis attualmente dovresti percepire circa 1800.1900
      G.P

    117. cosimo ha detto:

      Presidente, la ringrazio per la risposta celere ed esaustiva.

    118. CIRINO S. ha detto:

      SCUSAMI DANIELE D., MA NON HO CAPITO IL QUESITO…!!!!CIAO

    119. CIRINO S. ha detto:

      PER RODOLFO M.:- ULTIMA CIRCOLARE DI PERSOMIL DEL 28.02.2011.-…….C’E’ UNA SORPRESA….! £££..$$$..€€€.-

      SCUSA SE NON ALLEGO LA CIRCOLARE.- VAI SUL SITO: M.D. – Direz.Gen. per il pers.mil….OK..???

    120. Daniele Dominici ha detto:

      PER CIRINO S. CORTESEMENTE LEGGI IL MESSAGGIO DI BRUNO DI ROMA DEL 30.10.2010 ORE 11.11 CHE CHI AVEVA UNA CAUSA DI SERVIZIO RICONOSCIUTA PRIMA DEL 1995 E POI è STATO RIFORMATO SEMBRA CHE POSSA OTTENERE RICONOSCIUTO L’80% DELLA BASE PENSIONABILE ANCHE SE ALL’ATTO DELLA RIFORMA AVEVA MATURATO ES:SOLO IL 60% FACENDO UN RICORSO ALLA CORTE DEI CONTI. TU IL 26.12.2010 ORE 15.18 RISPONDEVI IN MERITO A BRUNO DI ROMA CHE AVEVA PERFETTAMENTE RAGIONE; CHIEDO SE C’è QUALCOSA DI VERO E COSA BISOGNA FARE.
      G.Pino

    121. Rodolfo mascolo ha detto:

      Per CIRINO S.
      Sono RODOLFO M., in esito alla tua risposta del 1 Marzo 2011,riguardante monetizzazione licenza ordinaria non fruita, ho trovato la circolare e schema di domanda. Ti ringrazio per la tua disponibilità. Ti farò sapere l’esito.
      Saluti Rodolfo Mascolo

    122. saverio ha detto:

      caro sig. Pino inerente agli arretrati del contratto 2008-2009
      sono stato riformato per malattia senza causa di servizio con anni 29 di servizio, volevo sapere dopo avermi calcolato gli arretrati che mi conpetono mi verra aggiornata la pensione dal mio istituto inpdap,sono stato congedato in data 12.12.2009 al monento del congedo il mio grado era A.P.S.

      Caro Saverio,
      la tua p.o verra’ aggiornata appena la Prefettura di appartenenza inviera’ il prospetto definitivo al Mininterno.
      Portati presso la Prefettura per sollecitare la tua pratica che secondo me e’ nascosta e polverizzata in qualche nicchia di archivio,fatti sentire.
      G.Pino
      06.2285565

    123. bruno ha detto:

      per daniele dominici, comunque vai da un buon avvocato. bruno da roma

    124. CIRINO S. ha detto:

      Grazie Rodolfo.- ” a buon rendere “.-

    125. Mauro ha detto:

      Salve dott. Pino, sono un appuntato scelto della Guardia di Finanza, arruolato il 01.10.1982, ho 53 anni, 12 mesi di servizio militare, al 31.12.1995 avevo giaà riscattato il servizio militare, 2 anni di confine e 3 anni (aumento di 1/5) per cui sono nel sistema retributivo, in più ho ricongiunto 3 anni di lavoro esterno e alla data odierna mi ritrovo con 37 anni e 8 mesi di contributi, gentilmente vorrei sapere se ho già raggiunto l’80%, quando potrò andare in pensione e quanto percepirò di pensione e liquidazione. Mi scusi per le troppe domande, la ringrazio e la saluto cordialmente.

      Prego commentate
      G.Pino

    126. CIRINO S. ha detto:

      Per Daniele D.: Scusa ma era diretta a te’..??? Tu dici di avere un TAB/B, e onestamente con questa, non riformano.-Ciao

    127. bruno ha detto:

      AL SIG. DANIELE DOMINICI . sono bruno da roma le rispondo in merito alla legge 335 dini. Oggi mi sono informato presso l’ inpadap di roma in via informale e mi e stato detto che il mio miglioramento economico, e di circa 215 euro,nella ra di marzo e arretrati. Preciso che sono in pensione dal 1998 per riforma 7 cat.massima,prendevo 1250 euro circa oggi 1500 con assegno famigliare.

    128. Daniele Dominici ha detto:

      Per Bruno e Cirino S. Cortesemente premetto che ho avuto riconosciuta una tab. B per trauma cranico nel 1991 in seguito per aggravamento non riconosciuto dal CVP di Roma sono stato riformato con una 7 cat..e collocato in pensione dal 2006 Posso fare ricorso alla Corte dei Conti per aver riconosciuto l’80% come dicevi tu o no, adesso percepisco il 69%.
      Grazie infinitamente per le maggiori delucidazioni…

    129. bruno ha detto:

      BENEFICI PENSIONI. L a maggiorazione dell’anzianita di servizio. Secondo quanto previsto dall’art. 80 comma 3 legge 23.12.2000. n.388,gli invalidi ascritti alle 1 quattro categorie della tabella A ,a decorrere dal 01.01.2002,e riconosciuto a domanda per ogni anno di servizio,il beneficio di 2 mesi di contribuzione figurativai fino al limite massimo di 5 anni. bruno da roma.

    130. Romanus ha detto:

      per Ciro,Franco e Bigiolli Bruno
      Volevo porre dei quesiti:
      Mia nonna percepisce una penzione marittima per la morte del marito. Mio nonno ha prestato 5 anni nella marina militare,di cui 3 anni e 4 mesi di imbarcato, successivamente è stato imbarcato nella marina mercantile.
      come devo impostare la domanda di trascinamento degli anni di imbarco? a quale ente? quali documenti devo allegare?
      Grazie anticipatamente.

    131. ciccio ha detto:

      per ROMANUS forse la domanda va fatta a l’ente dove al momento viene gia’ corrisposta la pensione ma prima devi accertarti che non siano gia’ stati conteggiati e accertati anche che non prenda già il massimo della pensione cioè se tuo nonno ha fatto 40 nella marina mercantile riscattare la marina militare è inutile. se così non fosse conviene fare la richiesta 5 anni di marina militare sono circa 200 euro in più.

    132. ciccio ha detto:

      per la signora ANNA il calcolo che le hanno fatto è giusto ma forse già lei prende questo di pensione cioè 836 pensione mensile 104 detrazioni per figli e 230 assegni familiari che fanno 1170. la pensionein caso di morte spetta anche con soli 12 anni e sei mesi di servizio effettivo suo marito ne aveva quasi 15 effettivi. chi non ha preso la pensione con 32 di servizio mi sembra strano forse non è stato riformato e si e dimesso.

    133. ciccio ha detto:

      per VITO la tua pensione sarà circa 1200 lordi – netto circa 920 più 103 detrazione da reddito più 60 detrazione figlio più 137 assegno familiare totole circa 1220.
      – margine errore 20 euro –

    134. ciccio ha detto:

      naturalmente senza considerare le cause di servizio che aumentano minimo del 10 per cento in base alla categoria

    135. ciccio ha detto:

      per FABIO con 18 anni di servizio effettivi la pensione lorda sarà di circa 1100 ma se sei hai già un A8 riconosciuta sono altri 100 euro. ma un consiglio che do a tutti e di chiedere il transito per rifiutare si può fare anche quando ti arriva la destinazione del nuovo lavoro se ti sta bene vai se no rifiuti e hai guadagnato un anno di stipendio perchè nel frattempo ti mantengono lo stipendio che avevi per tutto il periodo e poi quando rinunci hai guadagnato un anno di servizio.

    136. ciccio ha detto:

      per darvi un’idea delle pensioni e della situazione io arruolato Ottobre 1984 congedato Ottobre del 2006 ho chiesto il transito arrivato dopo 11 mesi ho rifiutato perchè i posti erano solo al nord a 1200 chilometri dalla Sicilia nel frattempo ho percepito l’intero stipendio da app.s. 1460 euro. sono stato congedato il giorno della rinuncia a Settembre 2007 con un totale di 27 anni sistema misto. pensione lorda 1288 netto 1094 detrazione familiari a carico 164 (moglie e 2 figli) e 226 assegno nucleo familiare meno 34 add. com. reg. totale 1450 non ho cause di servizio riconosciute tutte respinte sto facendo ricorso per la gastrite cronica.
      se avessi transitato prenderei oggi 1250 stipendio più 210 assegno ad-personam piu 164 detrazioni più 116 assegno nucleo familiare meno 60 add.com.reg. totale 1680. 230 euro in più ma dovevo andarmene dalla Sicilia.
      E CHE SO’ PAZZO.

      Bravo Ciccio,il tuo discorso non fa una piega.
      Contattami,
      3663406356

      ,per iniziative Politico-Sindacali che ti potrebbero interessare

    137. davide ha detto:

      Salve, sono in licenza di convalescenza da 4 mesi per una 8^ categoria Si riconosciuta dipendente dal Comitato per un deficit funzionale della colonna vertebrale. Adesso mi sono aggrvato perchè mi hanno riscontrato altre ernie dorsali , lombari e cervicali con interessamento radicolare come da elettromiografia ed anche una insufficienza vertebro-basilare dell’arteria cervicale da compressione. Considerando che la predetta 8^ sommata ad altre patologie da me purtroppo patite e respinte dal C.d. V., per cumulo, mi è stata data una 7^ categoria, rischio di essere riformato e con quale categoria?. Considerato che ho 31 anni utili di servizio (26 effettivi più cinque) quanto andrei a prendere di pensione considerato che sono Masups Lgt?
      Grazie

      Caro Davide,
      e’ un po’ difficile che con la 7^ ctg tu possa essere riformato.
      La tua p.o dovrebbe essere di circa 1800/1900 E
      G.Pino

    138. Rodolfo mascolo ha detto:

      Gentile sig. Pino
      Sono Rodolfo,Brig. dei CC. riformato in data 08 Luglio 2009,
      il CNA di Chieti nel mese di febbraio c.a. ha accreditato sul mio C/C euro 433,56 con la voce (Aumento contrattuale biennio economico 2008-2009.Nessun prospetto mi è stato recapitato inerente ai calcoli effettuati. La mia domanda è:
      – Posso richiedere il prospetto della somma liquidata?;
      – Il CNA di Chieti deve inviare il prospetto all’INPDAP?
      – Vi è qualche aumento a livello pensionistico?.
      Si ringrazia anticipatamente.
      Saluti Rodolfo.

      Caro Rodolfo,
      richiedi il prospetto al CNA di Chieti,inviando una lettera R.R secondo la Legge sulla trasparenza.
      A livello pensionistico dal 1^ Gennaio 2011 c’e’ stato un’aumento dello 0,80% assorbito dalle tasse Comunali,Regionali e altro.
      La nostra p.o non aumenta mai-
      La mia p.o dal 2004 ad oggi,e’ aumentata di 50 Euro.
      G.Pino

    139. Rodolfo mascolo ha detto:

      Un grazie di cuore al Sig. G. Pino per la risposta al mio quesito.
      Adesso mando una e-mail tramite posta certificata al CNA di Chieti con la speranza di avere risposta. Cosa che non hanno mai fatto in altre occasioni.
      Saluti Rodolfo

    140. Gerardo Ricca ha detto:

      gentile sig.Pino,non riesco più a trovare il mio commento inviato il 13-15 u.s.il quale avevo chiesto quanto tempo passa dalla pensione ordinaria a quella definitiva e,tu mi avevi risposto di controllare presso la prefettura di residenza, se avevano effettuato i conti definitivi e se la pratica l’avevano trasmessa al Ministero ufficio pensioni, sono in pensione dal 1^ aprile 2008 arruolato nell’arma dei Carabinieri nel 1976. Attualmente percepisco pensione provvisoria dall’INPDAP euro 1.960,00 vorrei sapere la defenitiva quando me la daranno e se aumenterà.
      grazie mille
      Distinti Saluti da ricca.

      Caro Gerardo,
      la p.o definitiva aumentera’ di 25/30 Euro,compresi eventuali arretrati per aumenti contrattuali.
      G.pino

    141. Giuseppe ha detto:

      Gentile Pino, sono un Brigadiere dei CC in congedo per riforma ascritto alla 2° categoria, dal 5.4.2000. Attualmente percepisco pensione ordinaria e privilegiata, finalmente dopo 11 anni di attesa di equo indennizzo, sono venuto a conoscenza su mia richiesta, direttamente dalla Ragioneria di Stato del Ministero della Difesa, che il D.M. con il quale si è provveduto alla liquidazione dell’indennità Una-Tantum emesso a mio favore per il pagamento si trova presso l’Inpdap di Napoli 1 dal 28.10.2010 in attesa di pagamento. La domanda è la seguente:
      ho sette malattie riconosciute per causa di servizio, 6 ascritte a tabella “A” mentre 1 a tabella “B”. Per cui coloro che hanno deciso a scopo risarcitorio di elargire somma di soldi per le suddette malattie, credo che sia stato commesso un errore di valutazione, perchè dovevano decidere di elargirmi di equo indennizzo non di una tantum, appena l’Inpdap di Napoli si decide di inviarmi quello che hanno deciso e scopro che la somma è irrisoria, esiste un modo di far valere i miei diritti tramite un legale e contro di chi intraprendere un’azione legale.
      Spero di avere una risposta e che possa servire ad altri colleghi.-

      Prego commentate
      G.Pino

    142. vincenzo ha detto:

      X Ciro
      non riesco a trovare l’argomento dove dicevi di fare la diffida con lettera RR per pensione provvissoria/definitiva.
      Volevo chiedere, ma se uno è in ausiliaria, deve aspettare i cinque anni?
      grazie

    143. mario ha detto:

      buonasera signor pino mi chiamo mariano sono un ex brigadiere dei cc,in riforma dal 2003 riconosciuta dalla c.m.o. di palermo si causa di servizio,ma non confermata da roma,stato ansioso depressivo ,mi sono arruolata nel 1978,e nel 18.7.2003,sono stato riformato,da conteggi fatta dalla regione di appartenenza questa è la cifra pensione normale A.L. arrotondata dal 18.luglio 2003 20.387.80,con moglie e figli ancora a carico quanto prenderò di pensione mensile,attualmente prendo 1800 euro grazie distinti saluti

      Caro Mario,
      la differenza tra p.o provvisoria e quella definitiva,sara’ di circa 20/30 Euro.
      G.Pino

    144. CIRINO S. ha detto:

      .Dr.Pino, Scusi se entro nell’argomento:da come credo di capire, e’ che’ a Mario,il suo importo pensionistico e’ poco,ma la consequenza di questa e’che all’atto della sua riforma,(2003)aveva maturato il 65% della sua base pens.con una penalita’ del 15%.- una buona notte

    145. roberto ha detto:

      Buonasera, sono app. sc. CC , già riformato parziale per c.s., ho 28 anni + 5 di abbuono, iun caso di riforma definitiva per c.s. a quanto ammonterebbe la pensione?
      Grazie per la Sua disponibilità.
      Saluti.
      Roberto

      Caro Roberto,
      la tua p.o dovrebbe essere di circa 1700 E.
      G.Pino

    146. mario ha detto:

      Egregio dignor pino ,la mia domanda è la seguente nel 2009 la c.d.v. roma mi ha riconosciuto una tabella b,per la patologia che segue:iniziali segni di spondiloartrosi lombare,in data 01.04.2011,ho ripetuto l’esame e dagli rx, colonna lombosacrale e emerso la seguente patolgia:modesti segni di spondiloartrosi del rachide lombare con piccolo osteofiti marginali;modesto atteggiamento scoliotico lombare destro-convesso;marcata riduzione d’ampiezza dello spazio intersomatico L5-S1 con segni di discopatia,con quesa diagnosi posso fare l’aggravamento grazie distinti mariano

      Caro mariano,non ci sono limiti di tempo per fare l’aggravamento una volta che il C.di.V ha promosso la Causa di Servizio.
      Puoi fare l’aggravamento e portare la tua patologia all’8^ ctg.
      G.Pino

    147. francesco ha detto:

      Egregio Dr.Pino,sono sempre Francesco,vorrei sapere se in Sardegna e presente una sede del Supu per contattarla e anche per avere chiarimenti in merito alla iscrizione.
      La ringrazio ancora una volta e resto in attesa di Vs risposta

      Caro Francesco,
      per iscriverti al sindacato basta estrapolare la delega dal sito alla voce “ISCRIZIONE 2011” Ua volta compilato il modulo unitamente al bonifico intestato al Sindacato,lo invii con posta prioritaria alla Segreteria Provinciale SUPU, via Roberto Lepetit,172-00155 Roma
      06.2285565
      G.Pino

    148. Maurizio ha detto:

      Buongiorno, sono un maresciallo aiutante della Gdf arruolato nel 1983. Quest’anno dovrei essere riformato per prolungata convalescenza. Vorrei sapere quanto prenderei di pensione ordinaria con moglie ed un figlio a carico ed eventualmente l’ammontare della privilegiata. Grazie.

      Dovresti percepire circa 1800 E.+ il 10% della tua p.o
      G.Pino

    149. beppe ha detto:

      Gentilissimo signor Pino
      Vorrei proporre un quesito a Lei e agli spettabili colleghi che scrivono su questi commenti.Orbene facendo un calcolo sul servizio super (1/5) con un file redatto da un ente, lo stesso mi dice che posso riscattare un anno 10 mesi e 9 gg di super valutazione del servizio prima del 1997! ma io ho gia’ riscattato nel periodo 07 01 1981 al 05 07 2004 i famosi 5 anni ! C’e’ la possibilità di riscattare oltre i 5 anni ???
      grazie un abbraccio Beppe

      Caro Beppe,
      per legge non si possono riscattate piu’ di cinque anni,almeno che l’ufficio preposto non si sbaglia e continua a prelevarti la quota da pagare,come successo con me che ho pagato sei mesi in piu’.
      Comunque pongo questo tuo quesito ai nostri esperti.
      G.Pino

    150. vito ha detto:

      salve,
      sono un sovritendente in pensione dal 9/4/2009,riformato per inabilità, a settembre c.a. mi viene notificato il grado di sovrintendente capo.
      A tutt’oggi il decreto permane nel cassetto del mio ex ufficio di Polizia di stato,mi sono recato dal funzionario che tratta la mia pratica di pensione chiedendo quando la trasmetterà all’inpdap per l’aggiornamento della pensione.
      questi mi rispondeva che a marzo 2011 è arrivato il decreto di pensione, quindi dovrò aspettare il mio turno poichè ci sono colleghi che aspettano dal 2007.
      Domanda: ma è normale questa prassi? cosa posso fare per accelerare i tempi?
      Grazie per la risposta-
      Caro Vito
      Il tuo Funzionario non puo’ tenere nulla nel cassetto,ci sono gli estremi per una denuncia di omissioni di atti d’ufficio.
      Tramite il tuo Avv. invia una lettera di diffida al tuo Capo Ufficio e per conoscenza al Mininterno ufficio risorse Umane.
      Se lo desideri possiamo intervenire noi del SUPU.
      06.2285565
      G.Pino

    151. beppe ha detto:

      Signor Pino Grazie della risposta al mio quesito del 07 aprile !
      Adesso ho una altra domanda da porre , il 23 marzo scorso sono stato convocato alla CMO 2 di Roma per una mia richiesta di aggravamento di una causa di servizio gia’ avvallata dal Comitato di Verifica e indennizzata con Equo indennizzo pari a una tabella B max.La causa di servizio mi e’ stata portata a 8cat a max e per una altra da mod.c non ascrivibile e’ stata portata a una tabella b max.Io nella domanda chiedevo anche la rideterminazione dell’equo indennizzo.A questo punto cosa devo fare ? Mi dovranno conteggiare due equi indennizzi ?
      Grazie di cuore e certo di un Suo fattivo e esperto parere La Saluto Beppe

      Caro Beppe,
      Certamente saprai che quando percepirai la p.p,l’equo indennizzo gia riscosso influira’ nella determinazione degli arretrati tra il dare e avere,quindi dovendo restituire il 50% dell’equo indennizzo alla fine la rideterminazione si concludera’ in parita’
      G.Pino

    152. mario ha detto:

      caro cirino leggo la tua del 28.marzo 2011,allora quanto sarà l’importo che verrò a prendere mensile un saluto mario

    153. roberto ha detto:

      Salve, vorrei sapere in caso di riforma per causa di servizio a quanto ammonetrà la mia pensione, App, sc CC aruuolamento febbraio 1984, coniuge a carico. Già riformato in modo parziale, riconosciuta una 7^ ctg.
      Grazie.
      Roberto

      Caro Roberto,
      percepirai circa 1500 Euro+ p.p se riconosciuta dal C.di.V
      G.Pino

    154. CIRINO S. ha detto:

      ……Per prima cosa,voglio salutare il Dr.Pino.-

      ….Per MARIO……!!!!!

      ^^^RILEGGI ATTENTAMENTE QUELLO CHE HO SCRITTO IL 28/03/2011.-

      …CORDIALMENTE: DISTINTI SALUTI

    155. paolo ha detto:

      per il collega della Gdf.Riformato a gennaio 2011,servizio dal 1983 al gennaio scorso appunto,masups con secondo assegno maturato (anche se ha influito quasi zero..) pensione annua lorda 24565 piu’ tredicesima,quindi al netto dell’irpef 1545 circa.Da aggiungere le detrazioni per moglie e 2 figli e piu’ 80 euro di ass famigliari sono sui 1840.Con la privilegiata ,in pagamento da giugno, arrivo a 1980.Saluti.

    156. Francesco ha detto:

      Egr.Dr.Pino,la ringrazio per la sua cortese risposta,quanto prima le invio la mia adesione al sindacato con tutta la pratica di iscrizione regolarizzata.
      la ringrazio ancora volta distinti saluti Francesco.

    157. mario ha detto:

      Congratulazioni x il sito. Sovr.Capo della p.s. in pensione dal 2007 a domanda.Causa di servizio 6^ inoltrata stesso anno per pens. privilegiata.Liquidato equo indennizzo.Mi sono recato al Ministero dell’Interno 2^ div. per chiedere a che punto e la mia pratica di p.p. mi hanno risposto che a loro risulto ancora in servizio.Roba da matti.DOMANDA–Posso sapere quando e quanto percepirò tale privilegio e se la percentuale e del 10% il conteggio viene fatto sulla pensione lorda?Grazie e saluti.—-

      Caro Mario,
      onestamente non so quantificare i tempi dopo l’errore che il Mininterno ha fatto.
      Il conteggio viene effettuata sulla pensione lorda
      G.Pino

    158. CIRINO S. ha detto:

      ..Per Paolo:Nel tuo commento..manca qualcosa…!!! Ciao

    159. mario ha detto:

      Grazie sig. Pino,sicuramente seguirò il tuo consiglio circa l’adesione a quelle associazioni che fanno poco o niente per l’interesse del singolo al solo scopo di arricchire il numero dei loro abbonati. Io sono tra uno di questi che pur abbonato ho fatto a loro la stessa domanda senza aver avuto risposta. Grazie ancora… Saluti

    160. mario ha detto:

      Dott. pino in merito alla mia del 4 aprile2011,posso ottenere la privilegiata una volta avuta l’8^ categoria,grazie la saluto con stima. Mariano

      Caro Mario,
      potrai avere la p.p se la tua ctg sara’ ratificata dal C.di.V
      G.Pino

    161. mario ha detto:

      DOTT.Pino la ringrazio per i consigli che mia ha dato e tutte le risposte che mi ha fornito,mariano le augura una felice pasqua a le e suoi cari, con stima un abbraccio atutto il supu

    162. Aniello ha detto:

      sono in pensione per causa di servizio dal 2009, con il sistema misto per sei mesi non sono entrato nel retributivo,ho inoltrato regolare istanza nel mese di gennaio 2011 all’ente inpdap riggettandomi la richiesta facendo presente il decreto leg.1606 1998 in materia di totalizzazione contributi europei,dove si evince che la domanda va presentata in periodo di servizio,quello che non riesco a capire per colore che sono stati buttati fuori dal corpo dalla sera alla mattina,forse si doveva prevenire eventuale rforma al servizio.Faccio presente che mi sono state riggettate due istanze precisando che il sottoscritto è in pensione provvisoria per inabilià.Chiedo a voi cosa fare contro questa ennesima ingiustizia.

      Caro Aniello,
      inoltro il tuo quesito ai nostri esperti,attendi risposta.
      G.Pino

    163. enrico toti ha detto:

      Sostituto Commissario della Polizia di Stato arruolato nel 1968 e riformato perchè ricnosciuto non idoneo al servizio per malattia – 3^ categoria – dal 21 giugno 2005. Riuscirò a prendere la p.p. e il relativo e.i.? Grazie per la eventuale risposta.

      Caro Enrico,
      se la tua causa di servizio e’ stata riconosciuta dal C.di.V,potrai conseguire la P.P ed equo indennizzo, a domanda.
      G.Pino

    164. mario ha detto:

      E’ vero che la pensione privilegiata a dire di alcuni colleghi e in via di estinsione?ciao a tutti mario.

      Caro Mario,
      e quello che stanno tentando di fare i Papaveri del C.di V su indicazione del Ministero dell’Economia.
      Dando il nostro voto al Cavalier Berlusconi,ci siamo rovinati con le nostre mani,costui aveva incominciato nel 2004 con la cancellazione delle cure termali che duravano da 2000 mila anni
      G.Pino

    165. mario ha detto:

      egregio Dott. Pino,in data 1.04.2011,lo scrivente mariano ha inoltrato al comando legione cc di appartenenza,la domanda di pensione privilegiata per avvenuto aggravemtno della patologia,in data 27.04.2011 la stazione competente per territorio mi ha notificato,che il comando legione ha provveduto a mandare presso il ministero della difesa direzione generale delle pensioni militari di Roma tutta la mia documentazione,chiedo a voi come è la prassi ora. distinti saluti

      Caro Mario,
      il Ministero della difesa,inviera’ la tua pratica al C.di.V per la ratifica e quindi all’INPDAP per l’erogazione finale della p.p
      G.Pino

    166. marcello ha detto:

      caro Dr. Pino, il mio quesito riguarda l’applicazione dei benefici combattentistici previsti dalla Legge 1746/62. Avendo prestato servizio per 12 mesi in un contingente impiegato nell’ambito di una delle forze multinazionali riconosciute con Determinazione del capo di s.m. della Difesa ai fini della concessione dei benefici in esame, avrei titolo a vedermi riconosciuto ai fini pensionistici un aumento del servizio utile pari ad un anno ogni 3 mesi di missione prestata. Vorrei al riguardo sapere:
      a. se -ai fini pensionistici- tale maggiorazione dei servizi utili viene riconosciuta automaticamente ed a titolo gratuito o se, viceversa, occorre produrre formale istanza e pagare una contribuzione previdenziale aggiuntiva e, conseguentemente:
      b. se gli “oneri di riscatto” menzionati nella nota operativa dell’INPDAP nr. 16 del 28 Maggio 2008 si riferiscono solo ai fini della buonuscita.
      Grazie della qualificata risposta che vorrà fornirmi.

      Per la particolarita’ del quesito chiedo ai nostri esperti di fornire una disamina meritevole d’attenzione
      G.Pino

    167. leonello ha detto:

      Egr.gio Dott. Pino sono un ex 1° Maresciallo Luogotenente dell’Areonautica Miliare, sono stato arruolato nel febbraio del 1988 e congedato per riforma il 29/08/2002 con 14 anni 4 mesi e 25 giorni di servizio effettivo. L’ I.M.L. di Roma mi ha riformato con una 7° categoria tebella B misura max. Ora percepisco una pensione provvisoria dei € 918,06 mensili, pochi giorni fa mi è arrivata una lettera dal Ministero della Difesa nella quale mi si comunicava che il decreto per la mia pensione ordinaria definitiva stava per essere firmato. Vorrei sapere in linea indicativa quanto percepirò di pensione definitiva e se avrò degli arretrati.
      Ringraziando porgo distinti saluti.
      Leonello

      Caro Leonello,
      l’aumento definitivo,sara’ di circa 20/30 Euro e interessi maturati dal 2002.
      G.Pino

    168. leonello ha detto:

      Egr.gio Dott. Pino sono un ex 1° Maresciallo Luogotenente dell’Areonautica Miliare, sono stato arruolato nel febbraio del 1988 e congedato per riforma il 29/08/2002 con 14 anni 4 mesi e 25 giorni di servizio effettivo, facendo parte della Banda Musicale dell’A.M. ho espletato tutto il servizio descritto con il grado da 1° Maresciallo Luogotenete.
      L’ I.M.L. di Roma mi ha riformato con una 7° categoria tebella B misura max. Ora percepisco una pensione provvisoria dei € 918,06 mensili, pochi giorni fa mi è arrivata una lettera dal Ministero della Difesa nella quale mi si comunicava che il decreto per la mia pensione ordinaria definitiva stava per essere firmato. Vorrei sapere in linea indicativa quanto percepirò di pensione definitiva.
      Ringraziandola della gentile attenzione voglia gradire i miei più cordiali saluti.
      Leonello

      Caro Leonello,
      la tua pensione avra’ un’incremento di circa 20/30 Euro,
      G.Pino
      G.Pino

    169. fabrizio ha detto:

      Buonasera, sono un cc.in congedo, la mia storia nell’ Arma inizia nel ’94 e finisce nel ’98 quando alla visita per il passaggio in s.p.e. mi veniva riscontrata una extrasistolia e venivo riformato , feci domanda 4mesi dal congedo per equo indennizzo e causa di servizio, sono stato richiamato dalla c.m.o. a Roma a Novembre 2010 e mi dava una 8° ctg.a vita, ora in attesa di risposta dal comitato, volevo chiedere se vista l’aria che tira ho qualche speranza di percepire qualcosa e nel caso se saprebbe quantificarla?
      Buon proseguimento e cordiali saluti a tutti.

      Caro Fabrizio,
      purtroppo non ho la palla di vetro,ormai dietro le direttive ferree di Tremonti, dal C.di.V non ci possiamo aspettare nulla di buono,auguri
      G.Pino

    170. Giovanni Sgobba ha detto:

      per LEONELLO: come è possibile rivestire il grado di 1^ Maresciallo Luogotenente dell’A.M. dopo soli 14 anni e 4 mesi di servizio effettivo?? Qualcosa non torna..Saluti.

    171. Giovanni Sgobba ha detto:

      Per LEONELLO 2: Scusa, ho letto solo ora anche il secondo post del 7 giugno. Effettivamente è possibile per il personale delle BANDE musicali essere inquadrato al grado apicale in virtù del particolare status del personale Musicista. In bocca al lupo per il tuo futuro.

    172. Daniele ha detto:

      Egregio Dott. Pino, sono un Appuntato scelto dei CC, sono stato riformato il 30 maggio 2011 dalla CMO della mia città con la 5^ categoria A, ho in fase di riconoscimento al Ministero per causa di servizio 4 malattie. Mi sono arruolato il 19/07/1986. Quanto dovrei prendere di pensione? Grazie infinite, saluti Daniele.

      Caro Daniele,dovresti percepire circa 1300/1400 Euro,escluso eventuale p.p
      G.Pino

    173. Antonio ha detto:

      Egr. Dott, Pino, sono un’Appuntato scelto arma Carabinieri, arruolato maggio 1982, per decisione della cmo roma verrò riformato tra 120 giorni, vorrei sapere quanto prenderò mensilmente. Premetto che ho una causa di servizio riconosciuta cat: 7^ Tab A misura massima. Grazie per la risposta.

      Caro Antonio,
      Dovresti percepire circa 1700 E
      inoltre dovresti percepire la p.p se la tua 7^ ctg e’ stata riconosciuta dal C.di.V
      G.Pino

    174. Antonio ha detto:

      Egr. Dott, Pino, sono un’Appuntato scelto arma Carabinieri, arruolato maggio 1982, per decisione della cmo roma verrò riformato tra 120 giorni, vorrei sapere quanto prenderò di pensione mensilmente. Premetto che ho già una causa di servizio riconosciuta cat: 7^ Tab A misura massima. Grazie per la risposta, distinti saluti

      Dovresti percepire circa 1500/1600 E.oltre la p.p se la 7^ ctg e’ stata confermata dal C.di.V
      G.Pino

    175. rocco ha detto:

      chiedo scusa Pino, sono Rocco, io sono arruolato il 25.05.1982, riformato il 13.12.2010, in corso di riconoscimento la causa di servizio!!! percepisco 1.410 E. Ma, è giusta… Grazie

      Non mi dici la tua qualifica!
      G.Pino

    176. cosimo ha detto:

      Egr. dott. Pino sono un Brg.Capo dei Carabinieri,ho 34+5 riscattati, sono in convalescenza per un investimento durante un operazione di servizio dal 03/02/2010, riconosciuta da mod. C,.Vorrei sapere se vengo riformato come mi è stato riferito e quale sarà l’ammontare dell’importo per la pensione. Premetto che ho fatto domanda per l’assegnazione di categoria per la patologia in corso, e se al momento della rforma mi assegnerano un categoria per la pensione privileggiata. Attualmete ho solo riconosciute patologie con la Tab. B.Max.

      Caro Cosimo,
      Le tab. devono essere riconosciute dal C.diV,tra il modello C e la tab B ti dovresti gia’ a domanda assicurato la p.p,per avere la p.p,basta un’8^A Max.
      Per effetto della condizione della appartenenza al sistema retributivo la tua p.o non si dovrebbe discostare di molto da tuo attuale stipendio.
      G.Pino

    177. antonio ha detto:

      Egregio dr Pino ,sono un Assistente Capo della Polizia penitenziaria con 26 anni di servizio effettivo,le volevo porgere una domanda:il cdv mi ha ratificata nel 2007 la 6^ cat tab A mis- massima,per avere la pp riconosciuta mi faranno fare di nuovo gli accertamenti oppure sara’ tutto in automatico a domanda ?
      Grazie in anticipo.

      Caro Antonio,
      la tua p.o puo’ essere messa in discussione,se l’INPDAP decide di inviarti a visita di controllo,questo avviene per coloro che hanno avuto dopo il 2005 riconosciuta la p.p
      G.Pino

    178. Pasquino Ferrari ha detto:

      Egr.dott. Pino,sono un brig.capo dei Carabinieri, arruolatosi nel febbraio 1968 e andato in pensione a domanda il giorno 01/01/2006. Fino ad ora, percepisco la pensione provvisoria,e quella privilegiata ascritta all’8^ massima, per un totale di Euro 2.108.Considerato le irregolarità che si riscontrono dai conteggi effettuati dall’Indap, gradirei conoscere appunto se questo ammontare risulta pressochè regolare e quanto dovrò aspettare per quella definitiva. La rigrazio caldamente e mi complimento per l’utilità di questo sito.
      Pasquino Ferrari.

      Caro Pasquino,
      la tua p.o doveva essere gia’ da tempo evasa,ti consiglio di sollecitarla tramita R.R.
      La tua p.o definitiva dovrebbe subire delle variazioni di poche decine di Euro,da controllare se al momento in cui sei andato in pensione,non ti sono state accreditate eventuali aumenti contrattuali.
      G.Pino

    179. mario ha detto:

      caro dott. pino mi chiamo mario ,l’inpdap mi ha comunicato che dal mese di ottobre prenderò la pensione definitiva normale che significa?grazie distinti saluti

    180. Pasquino Ferrari ha detto:

      Egregio sig. Pino.
      la ringrazio per la sollecita ed esaustiva risposta.
      Le scrivo ancora una volta perchè un mio collega nonostante sia stato all’INPDAP per chiarimenti circa la sua pensione, si è sentito rispondere…” meglio non indagare…avrebbe potuto dover restituire del denaro!!!!
      Le chiedo se può conteggiare anche la sua reale pensione…
      i suoi dati sono:
      arruolato nel luglio 1955
      congedato nel settembre 1981 con l’8 categoria.
      Percepisce una pensione di circa 1400 euro.
      In attesa di sua risposta, la saluto cordialmente e la ringrazio
      Ferrari Pasquino

      Caro Pasquino,
      la pensione del tuo amico considerando i modi e i tempi in cui e’ andato in quiescenza, e’ regolare,attualmente con quell’anzianita’ di servizio i colleghi percepiscono 1200/1300 Euro.

    181. annibale ha detto:

      Egregio dott. pino, sono un Sov.te Capo della Pol.Penitenziaria, in pensione dal 12.02.2009, in riferimento al contratto del 2009 delle forze di polizia, la direzione dell,Istituto a Marzo, mi ha rimborsato l’assegno di euro 76,00 x il periodo da gennaio all’11.02.2009, giusto il periodo cui mi trovavo ancora in servizio, le chiedo se gli arretrati vi è possibilità di percepirli, considerato che i colleghi hanno avuto il rimborso a dicembre del 2010, sono stato all’INPDAP è mi hanno riferito che deve arrivare prima il mandato dal Ministero, in attesa le porgo cordiali saluti

      Caro Annibale,attualmente stai percependo la pensione provvisoria,quando sara’ definitiva,ti verranno concessi tutti gli arretrati compresi le spettanze contrattuali o altri emolumenti.
      La tua pratica deve essere istruita dalla tua Prefettura inviata al Ministero ed evasa dall’INPDAP.
      G.Pino

    182. SALVATORE ha detto:

      Salve mi chiamo Salvatore,non so se sono sul forum giusto ma ci provo lo stesso, sono un militare in congedo assoluto e percepisco una pensione dall’anno 2000 di 8° cat tab A dipendente da causa di servizio non suscett.di miglioramento.
      pensione mensile 83 euro ed un idennita’integrativa speciale di 700 euro,per un totale mensile 800 euro circa.Io volevo sapere perche’la mia pensione la percepisco da c.e.es.s.i di Latina,il mio istituto di previdenza e’l’INPDAP?Posso mettere a carico mia moglie e mio figlio?mi sembra un po’poco come pensione,ho sentito parlare di una TANTUM,cos’e’?dove posso richiedere informazioni riguardo la mia pensione,oltre che su internet?scusi la domanda ma che posso fare per fare aumentare questa benedetta pensione?ho fatto richiesta di aggravamento ma forse ho sbagliato qualcosa, ho bisogno di aiuto…ho anche sentito parlare da alcuni miei amici che mi dovrebbe toccare un lavoro fisso in ambito comunale o statale,e’vero?ho sentito parlare anche di passaggio a ruolo civile?io dovrei percepire I.S.A.?la ringrazio anticipatamente per le sue risposte e per il tempo dedicatomi la saluto…
      SALVATORE

      Caro Salvatore,con i tempi che corrono,non stuzzicare il cane che dorme,per il momento accontentati di quello che ti passa il convento!Aspetta tempi migliore
      G.Pino

    183. SALVATORE ha detto:

      Salve dott.Pino scusi l’insistenza ma il mio istituto di previdenza e’l’INPDAP?Posso mettere a carico mia moglie e mio figlio?ho anche sentito parlare da alcuni miei amici che mi dovrebbe toccare un lavoro fisso in ambito comunale o statale,e’vero?ho sentito parlare anche di passaggio a ruolo civile?io dovrei percepire I.S.A.?la ringrazio anticipatamente per le sue risposte e per il tempo dedicatomi la saluto…

      La tua e’ una pensione d’invalidita’ ,per il lavoro devi essere inserito nelle liste di collogamento,la tua invalidita’ fara’ punteggio,il passaggio ai ruoli civili lo possono effettuare chi e’ riformato per causa di servizio e non, riservato al personale delle FFPP e FFAA in servizio continuativo.
      .
      G.Pino

    184. Giampaolo ha detto:

      Salve, mi chiamo Giampaolo arruolato in Aeronautica nel 1988 e collocato in ‘…congedo assoluto per inabilità al servizio militare ma idoneo a quello civile’, nel 2007 e percepisco una pensione provvisoria di 850. Vorrei sapere cortesemente tra quanto tempo diventerà definitiva….e se c’è qualche novità qualora desiderassi rientrare nel ruolo civile. Dovrò inoltrare qualche domanda? Vi ringrazio anticipatamente aspettando con vivo interesse la VS risposta.

      Caro Giampaolo,
      avevi un mese di tempo all’atto della riforma per transitare ai ruoli civili a domanda.
      La p.o definitiva dovrebbe essere prossima, e’ si dovrebbe attestare sui 900 E.oltre gli arretrati.
      G.Pino
      06.2285565

    185. Giampaolo ha detto:

      PS. Scusi Dott. Pino sono sempre Giampaolo volevo sapere inoltre, gentilmente, se i conti sono esatti, nel senso che sono andato via con 19 anni e 6 mesi circa di servizio + 3 con un totale quindi di 22 ….e se la pensione di 850 che percepisco è esatta. La ringrazio nuovamente, complimentandomi per le sue esaustive risposte. A presto!

      Caro Giampaolo,
      la tua p.o dovrebbe essere di circa 1100 Euro.
      G.Pino
      06.2285565

    186. Riccardo ha detto:

      Salve, Sono un Assistente Capo della P.di S. e sto facendo dei controlli per quanto riguarda l’udito perchè non ci sento bene.Ho 29 anni di servizio e vorrei sapere, qualora mi dovessero riformare, quanto prenderei di pensione, nell’ipotesi in cui la malattia non venisse riconosciuta causa di servizio.
      La ringrazio per la sua risposta.

      Caro Riccardo,
      percepirai circa 1500/1600 E.
      G.Pino
      062285565

    187. Vittorio Miraglia ha detto:

      complimenti mi piace molto questo sito io sono app.”S” dei CC in servizio ho 31 anni di servizio soffro di depressione mia moglie non lavora ho due figli piccoli ed ho paura farmi riformare per questa causa cosa posso fare’ hoi riconosciute due cause di servizio gastride con pregressa duedinite e artrosi cervicale ho 49 anni datemi un consiglio voi ciao Vittorio

      Caro Vittorio,
      ti consiglio di curarti in silenzio,con la depressione se denunciata rischi di essere riformato senza causa di servizio.
      G.Pino
      06.2285565

    188. Riccardo ha detto:

      Ringraziandola per la risposta che mi ha dato, vorrei porle un’altra domanda, per l’osteoporosi,malattia della quale soffro si viene riformati?
      Grazie!

      Caro Riccardo,
      la tua e’ una patologia della quale potresti ricevere la riforma parziale e’ collocato ai servizi interni,difficilmente ti verra riconosciuta la causa di servizio.
      G.Pino
      06.2285565

    189. Vittorio ha detto:

      salve,sono sempre Vittorio vorrei porvi un’altro quesito io ho gia’ due cause di servizio se fra qualche anno saro’ riformato con 32-33 anni di servizio effettivo x un?altra patologia mi daranno la privileggiata oppure no e quanto prenderei di penzione e di buonoscita visto che ho riscattao anche i 5 anni .
      La ringrazio per la sua risposta.

      Caro Vittorio,
      di quale Arma fai parte e che qualifica detieni!
      G.Pino
      062285565

    190. mario ha detto:

      egregio dotto pino sono un brigadiere dei cc in congedo,promosso al grado di brigadiere nel luglio del 2003,attualmente non ho visto una lira come dice il decreto del Ministero della difesa,mi sono informato presso di loro e mia anno detto che il tutto si trova al Comando di Legione di appartenenza,ho scritto due volte e non ho avuto risposta silenzio assoluto. Come posso fare per muovere la pratica saluti mario.

      Caro Mario,
      non so se la tua e’ una pensione definitiva,se non lo e’,riceverai tutto aggiornato con gli arretrati quando diventera’ definitiva.
      Se invece la tua p.o e’ definitiva,invia una diffida Legale reclamando i tuoi diritti.
      G.Pino
      366.3406356

    191. mario ha detto:

      dott.pino mi scusi se la disturbo nuovamente,sono mario brigadiere dei cc in congedo,mi sa dire quant’è la differenza tra v.brig. e brigadiere a livello monetraio c’è chi mi dice 20 euro e chi 30 qualè la somma giusta grazie sempre la saluto con stima

      Caro Mario,
      ringrazio Dio di esistere malgrado il brutto infortunio subito recentemente,cosi’ ti rassicuro!
      rispondendo al tuo quesito la differenza tra le due qualifiche e senz’altro di circa 20 Euro.
      G.Pino

    192. riccardo ha detto:

      Salve DOTT.Pino,sono un V.sov.te della polizia penitenziaria ho 23 anni di servizio nell’Ammintrazione,
      mentre altri 3 fatti da volontario nell’Esercito riscattati e quattro di abbuono sempre riscattati.
      Da un periodo di tempo soffro di acufene con vertigini malattia riscontrata durante il periodo di servizio dalla quale da circa un mese ho fatto la causa di servizio, se venissi riformato per causa di servizio o non quanto andrei a prendere di pensione ?
      Grazie !

      Caro Riccardo,
      dovresti percepire circa 1100/1200 E.
      g.pINO

    193. Salvatore ha detto:

      Salve ed un saluto al Dott.Pino in quanto è disponibile alle nostre richieste – avrei una richiesta da proporre – sono andato in congedo il 13.02.2009 – con il grado di Brig.Capo dei CC – anni effettivi sono 33 età 53 – più 5 anni di riscatto sono in totale 38 – arruolato il 27.11.1975 – andato in congedo il 13.02.2009. Vorrei sapere se mi aspetta il terzo assegno funzionale e dei arretrati per aumento di contratto.firmato Salvatore

      Prego commentate!
      G.Pino

    194. R ha detto:

      Buongiorno, mi chiamo R. Maresciallo 1^ Cl. Aeronautica Militare arruolato il 18/09/1990 (parametro 133)quindi, attualmente 21 anni di servizio effettivo + 5 riscatti e da febbraio 2011 sono in aspettativa (CMO) per causa: “ansia con somatizzazione”. Non ho ben capito che intenzioni abbiano ma non mi sembra abbiano voglia di farmi rientrare, nonostante io dichiari di stare bene e di essere in cura. Gentilmente, vorrei sapere quanto percepirei di pensione nell’ipotesi che decidano di riformarmi. Mi pare di aver capito che da febbraio 2012, dopo un anno di aspettativa a pieno stipendio, dovrei subire una decurtazione per l’anno successivo; ai fini pensionistici, mi verranno calcolati 21 anni effettivi o 22 anni effettivi? quindi avrei 21+5 o 22+5 ? grazie, saluti!

      Prego i nostri esperti di rispondere!
      G.Pino

    195. Vittorio ha detto:

      Gentile D.re G.Pino il mio quesito e’ questo, mi sono Arruolato nell’arma nel mese di febbraio 1981 ho riscattato i 5 anni sono app s. 49 anni di eta’ non sto bene di salute e nel reparto ove presto servizio posso fruire di due anni di malattia :
      1) quanto mi daranno di pensione.
      2) quanto mi daranno di tfr..
      La ringrazio per la risposta.-

      Caro Vittorio,
      ti collegherai in pensione con il retributivo misto,dovresti percepire circa 1600/1700 E.
      TFR circa 45/50 mila E.
      G.Pino
      366.3406356

    196. raffaele ha detto:

      Salve. Sono un appuntato sc. della guardia di finanza contingente di mare. Ho in corso un accertamento medico-legale per artrosi alle ginocchia, artrosi alla colonna vertebrale con 2 ernie schiena e 2 ernia cervicali, artrosi alle mani falangi pollici e polsi, artrosi all’anca (coxartrosi) con limitazioni articolari e del movimento. Inoltre ho avuto un intervento di tiroidectomia totale nel 2009 dopo il quale, e per conseguenza, ho cominciato ad accusare disturbi d’ansia tenuti sotto controllo con lexotan, aritmie frequenti e subìto 3 ricoveri per fibrillazione e flutter non rispondenti a terapia farmacologica e risolti con intervento di cardioconversione elettrica (defibrillazione con sedazione). Dell’ansia e dei problemi cardiologici, l’amministrazione non ne è a conoscenza, per mia volontà, in quanto temo fortemente che mi riformino. Nell’eventualità, quanto percepirei di pensione? Ho 16 mesi di marina militare(Luglio 87-Novembre 88). Arruolato Ottobre 89 (22 anni di servizio)e ad ora ho 12 anni di imbarco e 2 mesi e mezzo di missione all’estero. Ho riscattato 5 anni e il servizio militare. Non ho familiari a carico. La ringrazio infinitamente.

      Prego commentate!
      G.Pino

    197. marco ha detto:

      salve, michiamo marco sono un’assistente capo della polizia pen riformato dalla cmo di milano in modo assolutoper ansia con alterazione dello’umore con 8cat luglio 2011 con 21 effettivi +1 di militare +4 tot 26 e 4 mesi circa vorrei sapere gentilmente a quanto ammontera la mia pensione grazie con anticipo .

      Caro Marco,
      percepirai circa 1200 Euro
      G.Pino
      06.2285565

    198. danilo ha detto:

      Egregio dott. pino, sono un assistente di P.P ho 28 anni di servizio effettivo + 1 ricongiunto, in caso vengo riformato dalla CMO per causa di servizio

      Caro Danilo,
      percepirai una p.o di circa 1200/1300 euro,oltre la p.p se riconosciuta dal C.di.V
      G.Pino
      06.2285565

    199. enzo ha detto:

      Salve,volevo sapere,avendole già scritto se con una 5 categoria tabella A mia moglie può andare in pensione,grazie.
      339/1146762

      Caro Enzo,
      sua moglie puo’ andare in pensione se riformata dalla C.M.O.
      G.Pino
      3663406356

    200. raffaele ha detto:

      Salve. Sono un appuntato sc. della guardia di finanza contingente di mare. Causa varie patologie, temo fortemente che mi riformino. Nell’eventualità, quanto percepirei di pensione? Ho 16 mesi di marina militare, 22 anni di servizio nella G.diF.e ad ora ho “12 anni di imbarco su vedette G.diF.” e 2 mesi e mezzo di missione all’estero. Ho riscattato 5 anni e il servizio militare, in totale quasi 29 anni cumulativi. Non ho familiari a carico. La ringrazio infinitamente

      Caro Raffaele,
      dovresti percepire circa 1300/1400 E.
      G.Pino

    201. raffaele ha detto:

      Dott. Pino, grazie per la risposta. Volevo sapere inoltre se il periodo di imbarco è conteggiato nella somma che dovrei percepire o se per tale periodo, chiamato trascinamento, è da aggiungere alla somma prevista. Cordialmente, la ringrazio.

      Caro Raffaele,
      ti consiglio di visionare l’Art.6 comma 1 del DPR 255/99
      G.Pino

    202. CIRINO S. ha detto:

      ….Al Dr.G.Pino.facciamo i migliori auguri di pronta guarigione.-
      Grazie
      un affettuoso abbraccio!

    203. ANTONIO ha detto:

      Per marcello in merito al quesito del maggio 2011.
      Fai la domanda per farti fare la variazione matricolare. Una volta che viene emesso il dispositivo e la trascrizione a matricola, qundo andrai in pensione beneficierai di un assegno di euro 3.047,00 annui.

    204. luciano ha detto:

      non considerate il commento delle ore 19,58 del 27.9 . tutto ok.

    205. marco m. ha detto:

      Egregio Dott.Pino la volevo ringraziare per avermi risposto e augurarle una pronta guarigione ,
      Grazie
      G.Pino

    206. salvatore ha detto:

      salve sono un appuntato dei cc con 27 anni di servizio,mi trovo in malattia da circa 3 mesi per stato ansioso depressivo,vorrei gentilmente sapere se verrò riformato eventualmente senza causa di servizio quanto percepirò di pensione? Grazie

      Caro Salvatore,
      Percepirai circa 1300/1350 E
      G.Pino
      06.2285565

    207. salvatore ha detto:

      complimenti e un ottimo sito

    208. marco ha detto:

      buona sera a tutti, spero gentilmente che qualcuno mi riponda perchè da tutto quello che stò leggendo non ci capisco pù niente sono marco e l’la cmo di Milano in data 07-07-11 mi ha riformato con la tab a 8 min .avendo già una causa di servizio dal 94 ma non acrivibile atabella , mettendo chè non mi riconoscano il tutto (c d v ) con 21 anni eff. +1 di mil. + 4 di abbuono cosa mi daranno di pensione e di eventuale tfr? Avevo già scritto all’eg. dott.pino che gentilmente mi ha risposto ma io da quello che stò leggendo forse nel commento precedente mi sono spiegato male grazie di cuore.

      Caro Marco,
      la tua p.o si dovrebbe quantificare in 900/1000 Euro
      con circa 30 mila Euro di tfr
      G.Pino
      06.2285565

    209. luciano ha detto:

      Salve, ho scoperto da poco il sito e ho provveduto ad inviare la mia iscrizione apprezzando molto i chiarimenti in materia pensionistica a me completamente ignota.
      Affetto da una malattia mielolinfatica (non dipendente da causa di servizio) non soggetta a miglioramento, di cui ero a conoscenza da circa nove anni e mai dichiarata all’amministrazione fino a sei mesi fa’, da quando sono in aspettativa in quanto ho cominciato ad avere problemi fisici e anche di attenzione e concentrazione a causa della mia ovvia preoccupazione.
      Ho 46 anni e ho preso servizio in Polizia come agente ausiliare nel marzo 1985, nel 91 vice sov.,ora isp. c. con parametro 133 ( isp sup) dal settembre 2010 ed ho riconosciute e indennizzate due cause di servizio di ottava categoria, riunite in una settima .
      Se dalla CMO mi venisse riconosciuta l’inabilità non dipendente da causa di servizio, totale o parziale, o cumulata con le cause riconosciute ,di quanto sarebbe la mia pensione al netto nelle varie ipotesi ? La privilegiata mi verrebbe corrisposta ? La pensione di inabilità e privilegiata (toccando ferro) è reversibile per mia moglie e due figli piccoli a carico ? La separazione dei beni influisce sul diritto di reversibilità ? La procedura per la definitiva sarebbe più veloce con quella d’inabilità o quella per causa di servizio ? Il comitato potrebbe creare problemi in un secondo tempo ? Mi converrebbe riscattare i + 5 anni per la buonuscita ? Quanto sarebbe la buonuscita ? Ringrazio scusandomi per le tante domande, ma mi sento inserito improvvisamente in un girone infernale ed avendo impegni economici ho qualche preoccupazione in merito. Grazie e auguri di una veloce guarigione.
      P.S.: è la terza volta che tento di inserire questo commento che appare pochi minuti e poi sparisce !

      Caro Luciano,
      ti premetto che non facciamo sparire nulla,anzi sono felicissimo di rispondere alle vostre domande,quando gli impegni globali del Sindacato me lo permettono.
      La tua p.o si dovrebbe attestare sui 1250/1350.
      Se le tue patologie sono state riconosciute dal C.di.V,subito dopo la riforma a domanda,dalla 3^ ctg all’8^ctg,percepirai il 10% della tua p.o lorda.
      La p.o complessiva e’ reversibile in favore della tua famiglia.
      La separazione dei beni non influisce sulla reversibilita’.
      La p.o e quella Privilegiata corrono sullo stesso piano.
      Il C.di.V,una volta riconosciuta la C.di.S,non creera’ nessun problema.
      Potresti riscattare i famosi 5 anni anche in una unica soluzione,dipende dalle tue possibilita’ economiche.
      Percepiresti circa 35 mila Euro di tfr:
      G.Pino
      06.2285565

    210. luciano ha detto:

      Grazie della esaududiente e sollecita risposta.
      Sulla mancanza del messaggio non volevo intendere che fosse stato cancellato, ma solo per segnalare eventuali problemi di server o un mio errore di inserimento.
      Tanti saluti augurando una pronta guarigione.

    211. luciano ha detto:

      Grazie per la esaudiente e sollecita risposta. Sulla mancanza del messaggio non volevo far intendere che fosse stato cancellato, ma solo segnalare eventuali problemi di server o simili oppure errori di inserimento da parte mia.
      Grazie ancora dottor Pino e auguri di una pronta guarigione.
      Rinnovo la mia stima per l’enorme aiuto che viene dato a tutti a mezzo di queste discussioni online.

    212. marco ha detto:

      Eg. dott. Pino buon giorno sono marco, e come le stavo dicendo nel commento precedente stò leggendo tantissimi casi e da questi mi è sorto un buddio che le porto a. c.: nel lontano 1985 / 86 ho svolto il servizio militare c/o la caserma di monza e ad oggi hanno chiuso ,lavoravo in mensa come addetto ai secondi , contorni un bel giorno sono scivolato in cucina mi sono fatto male ad un dito dopo sìessere stato visitato in caserma mi hanno accompagnato in H non ricordo però se era la cmo o il civile ingessato per 20 giorni .Ad oggi cosa posso fare , ci poteva stare anche una causa di servizio io ad oggi cosa potrei fare grazie .

      Caro Marco,
      devi controllare tra le tue carte Sanitarie se il tuo trasporto in H sia stato accompagnato dal Modello C,causa di servizio diretta,tutto cio’ per quanto riguarda l’O.M,per l’H civile,dovevi presentare domanda di causa di servizio entro 6 mesi

      G.Pino
      06.2285565

    213. marco ha detto:

      eg. dott è proprio quello il problema che non ho in mano niente però adesso che ricordo sono andato alla cmo , come potri fare oggi a distanza di 24 anni a recuperare quel mod c oltre tutto quella caserma e chiusa .grazie per la sua pazienza. marco

      Il ministero potrebbe avere quelo che tu cerchi
      G.Pini

    214. marco ha detto:

      eg. dott è proprio questo il punto io ad oggi a distnza di 25 anni come posso o cosa posso fare , perchè ricordo di essere stato alla cmo con l’ambulanza pero in in non ho nulla cosa mi consiglia, grazie per la sua pazienza

      Caro Marco,
      invia una lettera R.R al ministero di appartenenza,chiedendo la posizione della tua pratica sanitaria,naturalmente inserisci i tuoi dati il periodo che hai effettuato il Militare e la circostanza in cui ti sei infortunato,chiedi anche il tuo foglio matricolare.
      Se si riesce ad appurare che e’ stato fatto il Modello C, puoi chiedere l’aggravamento!
      G.Pino

    215. antonio fortuna ha detto:

      un grazie di cuore per quello che di buono state facendo per i colleghi tutti sempre disponibili e presenti…..un caro saluto e un augurio sincero di pronta guarigione a dr.pino che nonostante ciò ti risponde anche da malato…..

      Caro Antonio,
      ti ringrazio di vero cuore!
      G.Pino

    216. marco ha detto:

      egr. dott sono marco la posso contattare tel.grazie

      Contattami
      366.3406356
      G.Pino

    217. ANDREA ha detto:

      SONO UN SOVRINTENDENTE DELLA POLIZIA DI STATO IN CONGEDO PER INABILITA’ DI 1^ CATEGORIA REGOLARMENTE DELIBERATA VORREI SAPERE COSA DEVO FARE PER AVERE LA SUPERINVALIDITA’.
      SAREI GRADO DI RECEPIRE COPIA DELL’ISTANZA IN QUESTIONE.
      CORDIALI SALUTI

      Prego i nostri esperti di rispondere.
      G.Pino

    218. NANDO ha detto:

      VOLEVO CHIEDERVI PERCHE AL C.M.O DI PALERMO NEL 2001 MI HANNO ACCETTATO LA PENSIONE PRIVILEGGIATA CON TABELLA A 7 CON EQUO INDENNIZZO E DOPO 4 ANNI IL C.M.O DI ROMA ME LA RIGGETTATA?E POI FACENDO RICORSO PROPIO OGGI IL MIO AVVOCATO ALLA CORTE DEI CONTI A DISTANZA DI 10 ANNI I GIUDICI SI RISERVANO ANCORA PER CONFERMARE O NO LA MIA PENSIONE .COSA DEVO PENSARE

      Caro Nando,
      la causa di servizio riconosciuta dalla C.M.O di Palermo,doveva tramite il tuo Ministero essere valutata dal C.di V,la stessa patologia non puo’ essere giudicata da altra C.M.O.
      Nella tua esposizione dei fatti c’e’ qualcosa che non capisco.
      Il tuo Avv. dovrebbe seguire meglio la tua pratica,presso la Corte dei Conti!
      G.Pino
      06.2285565
      366.3406356
      G.Pino

    219. domenico ha detto:

      gentilissimi,nel 1971 sono stato chiamato militare di leva marina,marinaio semplice maro di cui dopo 7mesi sono stato ricoverato,dopo mesi di convalescenza,dopo visita di controllo,20 giorni prima di congedarmi,sono stato riformato,a distanza di 20anni ho fatto causa vincendola,con una pensione previlegiata,8categoria a vita,oltretutto ad oggi sono disoccupato,e non possiedo nulla,di quanto ammonta mensilmente.questo tipo di pensione,grazie per eventuale risposta.

      Caro Domenico,
      dipende dalla ctg tab.
      Tieni presente che per un’8^ ctg dovresti percepire circa 800 Euro mensili.
      G.Pino

    220. luciano ha detto:

      salve dottor Pino approfitto nuovamente della sua competenza e gentilezza nel rispondere. sono un’ispettore capo della polizia con 27 anni di servizio ed ho 2 cds 8^ cat indenizzate, riunite in una 7^. SE fossi riformato per un’aggravamento di una di queste di quanto sarebbe la pensione e tfr. Grazie.
      Mi conferma la ricezione dell’iscrizione ?

      Caro Luciano,
      l’aggravamento riconosciuto non ha nulla a che fare con la p.o,la tua p.o dovrebbe essere di circa 1500 Euro, dovresti percepire circa 40 mila Euro di tfr e una p.p del 10% della tua p.o.
      G.Pino
      366.3406356

    221. Ignazio ha detto:

      Egregio dott. Pino, sono un ispettore capo (parametro 133) arruolato giugno 1986. Ad oggi a quanto dovrebbe essere una eventuale pensione per riforma? Mi conferma che sarà circa quella che potrebbe percepire Luciano? Grazie

      Caro Ignazio.
      confermo!

    222. massimo ha detto:

      Salve, sono un volontario in sp dell’Esercito con + di 17 anni di servizio effettivo. La CMO mi ha paventato la possibilità, qualora il mio aneurisma aortico dovessere peggiorare, di essere riformato. Ho una causa di servizio in corso per l’ipertensione (infermità interdipendente con la formazione dell’aneurisma) già riconosciuta, però ancora dalla sola CMO, alla tabella A cat.8 + una tab. B per altra infermità. Se le cose dovessero peggiorare e mi dovessero riformare, sapreste dirmi a cosa andrei incontro?
      P.S.:Capisco che ci sono molte incognite al mio quesito, come gli anni di servizio all’atto dell’eventuale riforma e la probabile nuova categoria di assegnazione una volta fatta l’istanza di aggravamento (o di interdipendenza), però avere qualche notizia mi farebbe piacere. GRAZIE IN ANTICIPO

      Caro Massimo,se sarai riformato,ti verra’ data la possibilita’ a domanda di transitare ai ruoli civili se per causa o non causa di servizio,dovresti percepire almeno 800 Euro mensili.
      Subito dopo essere stato riformato potrai presentare domanda di p.p che equivale al 10% della tua p.o.
      G.Pino

    223. Alessandro ha detto:

      Salve, vista la sua disponibilità e la quasi impossibilità di ricevere risposte adeguate da parte del Centro Pensionistico dell’Esercito. le vorrei chiedere una consulenza. Sono un ufficiale dell’esercito riformato una settimana fa dopo 23 anni di servizio per un cumulo di patologie in cui quelle già riconosciute dal comitato arrivano ad una 4 categoria (ipertensione, gastroduodenite, spondiloartrosi con ernie discali, Lesione crociato e menisco), mentre una la Sindrome ansioso depressiva è in corso di riconoscimento. Ovviamente nonostante l’entità delle patologie D.C.S sono stato riformato con una 2 categoria complessiva indicando però che la patologia predominante ai fini della non idoneità è la Sindrome ansioso depressiva (6 categoria ). Pertanto la dipendente civile della mia amministrazione mi dice che io andrei via con la mia base pensionabile in funzione degli anni maturati + un 10% della pensione privilegiata, ovvero circa 800-900 euro. Le sembra possibile?
      Le chiederei una sollecita risposta se possibile perché entro dopodomani dovrei presentare la richiesta di ricorso alla seconda istanza. Grazie mille e la saluto cordialmente

      Caro Alessandro,
      Generalmente quando si tratta di stato ansioso difficilmente la C.M.O emette il decreto di idoneita’,tende quasi sempre a riformare il Personale dando in genere la possibilita’ a domanda di transitare al ruolo civile,nel tuo caso essendo le patologie escluso lo stato d’ansia inferiore alla 5^ctg,la tua riforma deve essere considerata per causa di servizio.
      La p.o a mio avviso dovrebbe essere tra le 1000/1100 E.
      G.Pino
      366.3406356

    224. Marco ha detto:

      Salve Dott. Pino, sono un Brig.Capo dei CC, 20 anni di servizio, riscattati, con una causa di servizio 8^ A.Supponiamo che mi pongano in congedo poiche’ supero i famosi 2 anni di convalescenza(per quella patologia riconosciuta e ascritta a causa di servizio) negli ultimi 5, potrei chiedere la pensione per quella patologia? Ed eventualmente a quanto ammonterebbe?
      Ringrazio
      Marco G.

      Prego commentare
      G.Pino

    225. Marco ha detto:

      Dott. Pino, dimenticavo di aggiungere che ho 39 anni. Poi volevo chiederle se l’eventuale pensione i verra’ data subito?

      Caro Marco,
      per l’erogazione della p.o da parte dell’INPDAP,una volta che sei consapevole della riforma, la stessa la devi concordare con il tuo ufficio pensioni.
      G.Pino

    226. mario ha detto:

      Dott. PIno la disturbo ancora una volta,sono un brigadiere dei cc in congedo dal 2003,dopo 8 anni circa il ministero mi scrive una lettera dove mi dice,decreta e concessa alla signoria vostra l’indennita una volta tanto pari a uno annualità di8^ categoria da corrispondersi in una sola volta paria a 2.038,78 per la seguente patologia iniziali segni di spondoloartrosi lombare contratta per causa servizio,riconosciuta dalla comitato per le verifiche di roma. ATTESO che nella fattispecie,la ipotetica ascrivibilità alla 8^ categoria dell’infermità comporta,ai sensi del combinato disposto degli art.67 69 del d.p.r. 1092/1973,un incremento del 10% per cento del trattamento pensionistico normale,come da prospetto che segue: LIQUIDAZIONE:pensione normale 20.387,80 incremento 10% art.67 d.p.r. 1092/73 euro 2.038,78 indennità una tantum euro 3.038,78 x 1 euro 2.038,78,dotto pino mi sa speigare cosa vogliono dire grazie distinti saluti mario

      Caro Mario,
      l’8^ ctg A max,e’ soggetta a p.p del 10% della tua p.o,giustamente come gli art.di Legge che hai menzionato.
      Per liguidarti definitivamente,ti stanno concedendo in una unica soluzione 2038 E,significa che non potrai piu’ pretendere nulla almenoche’ non ti rivolgi ad un Legale per proporre ricorso alla Corte dei Conti.
      Ti voglio ricordare che con la tua patologia epuoi chiedere aggravamento

      Per qualsiasi chiarimento,contattami
      G.Pino
      366.3406356

    227. Alessandro ha detto:

      grazie mille per la cortese risposta.
      Alessandro

    228. Alessio ha detto:

      eg. dott Durante il militare nei vigili del fuoco mi sono fratturato l3 sono stato riformato il ministero mi ha dato una pensione privilegiada ordinaria + una tantum dopo una dura lotta cat A 8°. In cosa consite? Distinti Saluti

      Caro Alessio,
      percepirai la p.p consistente in circa 800 E. mensili +arretrati.
      G.Pino

    229. massimo ha detto:

      Egr. Dr.le chiede gentilmenete un chiarimento visto che a tutt’oggi nessuno mi da delle risposte certe.
      Sono un Brig.C. dei CC. in servizio.
      Data di nasc.28.05.1960.-
      Arruolatomi 26 giugno 1979.
      In data 21.10.2011, ho accettato la ricongiungione di contributi esterni per un totale di anni 4 e mesi 4. raggiungendo cosi’ la soglia di: 32 anni effettivi nell’Arma – anni 4 e 4 mesi ricongiunti,piu’ 5 di abbuono quando posso andare in pensione?.Puo’ darmi qualche riferimento di Legge. Distinti Saluti.

      Prego i nostri esperti di commentare!
      G.Pino

    230. antonio fortuna ha detto:

      con grande piacere vorrei contribuire a far vivere questa grande vera sincera famiglia…..che rispetto alle altre non ti chiede nulla ma ti da tanto in modo celere e professionale….pertanto invito personalmente a contribuire per il bene di noi tutti…..grazie….

      Caro Antonio,
      ti ringrazio per le belle parole e per la tua collaborazione,ti devo comunicare pero’ sentita la Redazione del SUPU che tutto il materiale cartaceo e informativo deve avvenire tramite il nostro Sindacato.
      G.Pino
      telefax 06.2285565
      366.3406356

    231. CIRINO S. ha detto:

      ….Per Massimo:- Premetto che, ogni anno,nel mese di febbraio
      su intranet-C.N.A.,esce la circolare con i nuovi requisiti dell’anno in corso.-

      ….Cmq, con piu’ precisione, puoi leggere attentamente la
      Nota Operativa nr.27 del 21.07.2011 che tratta sia il tuo quesito e anche rigurdante il TFS/R.-Saluti

    232. cosimo ha detto:

      egr.dott.Pino, sono un Brig. Capo dei CC.arruolato il 12/07/1977. Alla data del 14/09/2011 ho maturato 34+2 mesi di servizio + 5 di abbuono. Per una patologia contratta in servizio e riconosciuta a mod C, la C.M.O mi ha congedato per invalidita assoluta dandomi la tab A 7 Max vitalizia, ho fatto domanda per la pensione privileggiata ed Equo indennizo.
      Vorrei sapere se deve essere valutata dal C.di.V,e quanto ammonterebbe la pensione Ordinaria e privileggita.

      Caro Cosimo,
      percepirai circa 1600/1700 E. di p.o e il 10% della stessa,se il C.di.V ti riconoscera’ la causa di servizio:
      G.Pino

    233. mario ha detto:

      dott. Pino il Comando Legione cc di Palermo mi ha mandato per lettera il decreto di riliquidazione della pensione ordinaria,per quando riguarda il grado di promozione da v.brigadiere cc a brigadiere, l’inpdap mi dovrà notificare il provvedimento,vorrei sapere quanto è la differenza in euro tra vice brig. e brigadiere grazie distinti saluti mario

      Caro Mario,
      dovrebbe essere di circa 20 Euro.
      G.Pino

    234. francesco ha detto:

      EGR.DOTT.sono un 1°Mar.dell ESERCITO arruolato nel 12.9.1977 riformato non per causa di servizio nel 22.5.2003 26 anni effettivi piu 4 di abbuono attualmente percepisco una pensione provvisoria di euro 1600 compresi moglie e figlia maggiorenne a carico.
      vorrei sapere di quanto verra incrementata la pensione definitiva.
      grazie

      Caro Francesco,
      la tua p.o definitiva ti verra’ incrementata di 20/30 E.
      Saluti
      G.Pino

    235. ANTONINO ha detto:

      sono un m.c dell esercito riformato nel 2001 con un causa di servizio dopo circa otto anni la commissione di verifica di roma mi comunica che la causa di servizio non mi viene riconosciuta,faccio ricorso al tar di catania e in data 23/11/2011 mi risponde il tar che il ricorso e infondato eche tutto quello che o fatto nei miei 27 di servizio nei reparti operativi,nei campi nei vesri siciliane esrcitazioni vari dice che e stato unj dovere ,un servizio normale delle forze armate ,ora io chiedo cosa posso fare dopo che il ricorso mi e stato respinto dando ragione al comitato di verifica???

      Caro Antonino,
      puoi ricorrere al Consiglio di Stato.
      G.Pino

    236. CIRINO S. ha detto:

      ….Per Cosimo.- At parziale modifica di quanto ha scritto ilDr. Pino (sempre con il suo permesso………..!!!!!!!!

      ..Considerato che Cosimo oltre ad essere titolare di n.3 Ass. diFunz. ed in virtu’ che al 31.12.1992 (D.Lgs.503/92),aveva maturato oltre 15 anni di contributi utili,il mio conteggio e’.-

      ….N.B.La tua imminente P.O. sara’:da € 2.000 ad un max di € 2.100 con eventual aggiunta di Ass.e Fam. a carico, per P.P….tempo al tempo…..!!! Cordiali saluti

    237. Pasquino Ferrari ha detto:

      Leggo solo ora del suo incidente. Spero che tutto sia risolto, in ogni caso Le faccio i miei migliori auguri.
      Grazie di cuore!
      G.Pino

    238. Cirino S. ha detto:

      …..Alla cortese lettura dei colleghi interessati.-
      Tfs e Tfr: ulteriori chiarimenti e istruzioni operative sui nuovi termini di pagamento dei trattamenti di fine servizio e di fine rapporto

      Nuovi termini di pagamento dei trattamenti di fine servizio e di fine rapporto ai sensi dell’art. 1, commi 22 e 23, decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, convertito in legge dall’art. 1, comma 1, della legge 14 settembre 2011, n. 148; ulteriori istruzioni operative nella nota operativa n. 41 del 30 novembre 2011. Un abbraccio

    239. ilenia ha detto:

      BUONA SERA.SONO LA MOGLIE DI UN MARESCIALLO CAPO DEI CC. MIO MARITO HA 20 ANNI EFFETTIVI DI LAVORO. SICCOME LO VEDO PREOCCUPATO PER LA NS FAMIGLIA E ESSENDO RIENTRATO IN SERVIZIO CON MOLTA FATICA DOPO UN INFARTO, E’ IN ATTESA DI ESSERE RICHIAMATO DLLA C.M.O. PER LA CAUSA DI SERVIZIO. VORREI RASSICURARLO. MI POTRESTE DIRE QUANDO PRENDEREBBE CON 20, CON 21, CON 22 , 23 E 24 ANNI EFFETTIVI DI SERVIZIO SE OTTENESSE UNA 5^ CATEGORIA? QUANTO PRENDEREBBE DI PENSIONE QUALORA NON GLIELA RICONOSCONO CAUSA DI SERVIZIO. GRAZIE

      Gentile Signora Ilenia,
      Con gli anni di servizio che mi indica suo marito dovrebbe percepire da 900 per i 20 anni,ai 1100 per i 24 anni.
      Con la 5^ ctg percepisce il 10% della p.o
      Saluti
      G.Pino

    240. ilenia ha detto:

      GRAZIE, E’ STATO DAVVERO GENTIL.MO!

    241. Rodolfo mascolo ha detto:

      OGNI RIFERIMENTO è PURAMENTE CASUALE.
      Se qualche mio familiare avrebbe preoccupazioni per il mio stato di salute “””Si dovrebbe curare di me”” e non della cifra di pensione categoria di invalidità assegnata e pensione privilegiata.
      Saluti a tutti Rodolfo M.

    242. Cirino S. ha detto:

      …..Alla cortese visione di tutti:-

      La riforma della previdenza salva i diritti acquisiti. La formula del contributivo pro rata – vale a dire l’applicazione del metodo di calcolo delle prestazioni correlato ai contributi, piuttosto che alle ultime retribuzioni – è esemplificativa. Infatti, la novità vale per i contributi accreditati dal 1° gennaio per quanti fino al 31 dicembre di quest’anno hanno beneficiato del metodo retributivo.

      Il rispetto dei patti per il passato è uno dei fondamenti della riforma. Questo cardine si abbina con il concetto di equità, richiamato più volte sia dal premier Mario Monti che dalla titolare del Lavoro Elsa Fornero. Con la lente dell’equità si potrebbe allora leggere la previsione relativa alle Casse professionali: se entro marzo gli enti privati non garantiranno l’equilibrio a 50 anni tra entrate per contributi e uscite per pensioni, si applicherà loro il contributivo pro rata (dal 2012) e un contributo di solidarietà dell’1% per i pensionati. Quest’ultima misura in qualche modo compenserà le prestazioni troppo generose finora pagate dalle Casse: in alcuni casi bastano sei anni di pensione per recuperare tutti i contributi pagati durante la vita lavorativa.

      Il rispetto dei patti, nell’equità, guida anche il capitolo delle esenzioni dalle novità della riforma. Restano fermi i vecchi requisiti di accesso (età anagrafica e contributi) e il regime delle decorrenze (le finestre di un anno per i dipendenti e di 18 mesi per gli autonomi) per quanti maturano il diritto alla pensione entro la fine di quest’anno. Per chi perfeziona 40 anni di contributi la finestra dovrebbe essere di 13 e 19 mesi (per i dipendenti e per gli autonomi). Inoltre, possono continuare ad andare in pensione a 57 anni le lavoratrici dipendenti (o a 58 le autonome) che hanno optato per il contributivo.

      Restano fuori dalla riforma, ma solo entro un massimo di 50mila persone, anche altre categorie di lavoratori che, pur maturando i requisiti dopo il 31 dicembre 2011, hanno concluso il rapporto di lavoro prima del 31 ottobre 2011 per alcune causali. In primo luogo, rientrano nell’esenzione i lavoratori collocati in mobilità in seguito a un licenziamento collettivo e sulla base di accordi sindacali stipulati prima del 31 ottobre 2011; sarà richiesta quindi la formale conclusione della procedura a quella data e non solo il semplice invio della lettera di apertura. Inoltre, questi lavoratori dovranno maturare i requisiti per il pensionamento entro il periodo di fruizione dell’indennità di mobilità.

      Beneficiano dell’esenzione anche i lavoratori collocati in mobilità lunga, sempre per effetto di accordi collettivi stipulati entro il 31 ottobre 2011, e i lavoratori che a quella data erano già titolari di una prestazione straordinaria a carico dei fondi di solidarietà di settore. Infine, sono esonerati dalla riforma i lavoratori che, prima del 31 ottobre 2011, sono stati autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione oppure i dipendenti pubblici che abbiano chiesto di essere esonerati dal servizio nel corso del quinquennio antecedente la data di maturazione dell’anzianità massima contributiva fissata a 40 anni dalla normativa previgente. SALUTI

      Caro Ciro,
      Grazie per il tuo contributo,la tua informativa verra’ pubblicata sul sito.
      Un forte abbraccio
      G.Pino

    243. ilenia ha detto:

      VORREI RISPONDERE AL SIGNOR RODOLFO. IO TENGO MOLTO A MIO MARITO, PIU’ DI OGNI ALTRA COSA. LA RICHIESTA ERA SOLO PER CERCARE DI RISOLVERE IL PROBLEMA!

    244. Antonio ha detto:

      Caro Rodolfo Mascolo, scusa l’intromissione, penso che la signora Ilenia ha chiesto solo un consulto su quanto avrebbe percepito il marito di pensione guardando quale sarebbe stato il futuro economico della propria famiglia qualora riformato. Quindi la risposta del Dottor G. Pino l’ha sicuramente rassicurata. La stessa si sta preoccupando della salute del coniuge e di mandare avanti la famiglia co dignità. Quanto da te postato a livello psicologico non aiuta sicuramente pesrone in difficoltà che chiedono lumi in questo sito. Essere un pò più umani in queste situazioni non guasta mai. Cordialmente

    245. Rodolfo mascolo ha detto:

      Per la Signora Ilenia. Mi scusi ma non vedo a cosa deve rispondermi.Io non mi sono permesso di scrivere CHE LEI NON TIENE MOLTO A SUO MARITO, PIU’ DI OGNI ALTRA COSA. O CHE LA SUA RICHIESTA ERA SOLO PER CERCARE DI RISOLVERE IL PROBLEMA!. “” Comunque Le dico che sono rammaricato se Lei Ha interpretato il MIO POST (COME DIRETTO A LEI).
      Con l’occasione Le faccio presente che IO HO PROBLEMI. Quindi non mi sarei mai permesso di inferire in problemi degli altri.Anzi nella mia lunga carriera nell’Arma CC. ho sempre dato a TUTTI Ed ho ricevuto MALE E RIFORMA per.!!!!!!!!!!

      Saluti ed un in bocca al lupo a Lei e tutta la sua famiglia

    246. Rodolfo mascolo ha detto:

      Per Antonio
      Non riesco a capire in base a che cosa mi ACCUSI che il mio post era diretto alla Sig. Ilenia.
      Come fai a dire che io sono una persona che ha postato in senso NEGATIVO. Nei confronti della Sig. Ilenia.
      Ti faccio presente che IO HO SEMPRE AIUTATO PERSONE IN DIFFICOLTA’ ED ANCORA OGGI CON TUTTI I MIEI PROBLEMI CONTINUO. TU (CHE NE SAI?)
      Non mi sembra di aver messo in discussione la risposta del Sig. G. Pino.
      Non puoi sicuramente insegnarmi ad essere UMANO IN QUESTE SITUAZIONI (IO SONO UNANO )
      LO sono sempre stato specialmente con altri.(Per fare questo sono stato riformato PERCHE’ A LORO NON ANDAVA BENE. (Capisc A ME)
      Le polemiche servono a poco. Non vedo come ti viene in mente di accusare persone CHE ESPRIMONO UNA OPINIONE PERSONALE. E CHE NON RIGUARDANO IL POST. DELLA SIG.RA ILENIA.
      Saluti.
      Qualora l’amministratore del SITO abbia riscontrato qualcosa DI ANORMALE NEI MIEI POST. CHIEDO SCUSA E MI CANCELLO.
      Saluti al Sig. G.Pino e CIRINO S.

      Caro Rodolfo,
      continua a collaborare con noi
      G.Pino

    247. Rodolfo mascolo ha detto:

      PER TUTTI COLORO VISITANO QUESTO SITO.
      Purtroppo sono stato fraintesoquando nel mio post ho scritto
      “”””OGNI RIFERIMENTO è PURAMENTE CASUALE.
      Se qualche mio familiare avrebbe preoccupazioni per il mio stato di salute “””Si dovrebbe curare di me”” e non della cifra di pensione categoria di invalidità assegnata e pensione privilegiata.
      E stato scritto in momento di rabbia e solitudine.
      NON INTENDEVO OFFENDERE NESSUNO
      Saluti a tutti e scusate il disturbo.
      Ringrazio questo Sito per i consigli che ho avuto.
      E, a malincuore MI CANCELLO

      Caro Rodolfo,
      nessuno e’ perfetto,mi dispiace per la decisione di cancellarti.
      Un forte abbraccio
      G.Pino

    248. ilenia ha detto:

      VOGLIO RINGRAZIARE IL SIGNOR ANTONIO CHE HA MOSTRATO NEI MIEI CONFRONTI LA GIUSTA SENSIBILITA’ RIUSCENDO A CAPIRE PROFONDAMENTE QUELLO CHE HO VOLUTO ESPRIMERE. LA RINGRAZIO SINCERAMENTE

    249. Cirino S. ha detto:

      …..Da quanto ho capito,e’ stato destituito per perdita del
      grado a seguito di procedimento etc.etc…..!!!

      …Avra’ cmq, una p.p. tabellare di 8^ cat.-
      quest’ultima se’completa di I.I.S. si aggira ad € 780 circa.-
      Cordialmente.-

    250. Antonio ha detto:

      Per Rodolfo Mascolo.
      Caro Rodolfo, non ti devi inquietare, è più che palese che il tuo post era diretto alla Signora Ilenia. Ciò lo si può dedurre in maniera inequivocabile e incontrovertibile da chiunque lo legge, in quanto anche se dici con la frase “FATTA” CHE OGNI FIFERIMENTO E’ PURAMENTE CASUALE” commenti, guarda caso, stranamente solo su quello che ha lei chiesto al Dottor G. PINO. Sui risultati ottenuti sul campo
      nella mia carriera professionale non voglo parlarne per non pecare di presunzione. In maniera fraterna di invito a continuare a scrivere sul sito poichè il tuo contributo di pensiero è sicuramente prezioso a tutti gli appartenenti alle FF PP e FF AA. Ciò posto, non ti devi sentire colpito tutti possiamo sbagliare, io per primo. Ti saluto con tanto affetto.

    251. ilenia ha detto:

      e’ natale e vogliamoci bene!!! Un cordiale saluto a tutti. Per il signor Rodolfo, porgo cordiali saluti dicendogli che puo’ scrivere e dire tranquillamente quello che pensa: anche a lui auguro buon natale e un felice anno nuovo (anche alla propria famiglia. Che stia tranquillo e che il futuro gli possa regalare tanta fiducia nella vita: “BISOGNA AVERE FIDUCIA, SEMPRE E COMUNQUE NEL PROSSIMO”, anche quando la vita sembra averci abbandonato! Le auguro di cuore tutto il bene possibile. Un Saluto sincero.

    252. Rodolfo mascolo ha detto:

      Per il Sig. Antonio
      Lei da tutto per scontato (dicendo è palese)
      1-Sulla Sua carriera professionale sono felice per Lei.
      2-Nella mia carriera professionale per quanto mi riguarda non ho mai condannato nessuno per il solo “””guarda caso, stranamente”””
      3- Sino ad oggi. nessuno ha commentato il mio post.Manco a
      farlo apposta solo Lei e LA SIG.ra Ilenia. (Che La elogia “””VOGLIO RINGRAZIARE IL SIGNOR ANTONIO CHE HA MOSTRATO NEI MIEI CONFRONTI LA GIUSTA SENSIBILITA’ RIUSCENDO A CAPIRE PROFONDAMENTE QUELLO CHE HO VOLUTO ESPRIMERE. LA RINGRAZIO SINCERAMENTE”””””
      4-Ti ribadisco ancora una volta che IO SONO MOLTO UMANO ANZI UMANISSIMO (Sto peccando di presunzione SISISI)
      Visto che nessuno ha commentato in modo positivo o negativo il mio Post. Oltre a Lei e la Sig.ra Ilenia. Le posso solo aggiungere che eventualmente decifrate i contenuti allo stesso modo.
      5- La ringrazio Di stimolarmi a continuare scrivere nel sito
      ma. dopo questo non credo che a Lei possa essere tanto prezioso il mio pensiero e contributo.

    253. Rodolfo mascolo ha detto:

      Per la Sig. Ilenia
      Anche a lei e famiglia Auguro un buon Natale
      La ringrazio di avermi dato l’autorizzazione ad esprimere un mio pensiero. Spero che Lei si sia convinta che il mio post NON ERA DIRETTO A LEI.
      Inoltre Le faccio presente che io sono tranquillo. Sono solo dispiaciuto per essere stato considerato da Lei e dal Sig. Antonio persona insensibile e senza CUORE.
      Io ho sempre fiducia della VITA.

    254. Cirino S. ha detto:

      ……Caro Ciro,in primis,(avevo dimendicato)dato il particolare e delicato problema, volevo consigliare di un Patronato convenzionato INPDAP,la quale sono particolarmente aggiornati.-

      …Inoltre, mi puoi postare questo Art.8 della legge 532/92 che io umilmente sconosco…….??? A presto

    255. Cirino S. ha detto:

      …..Dato che Ciro non ha ancora postato il riferimento di cui
      Art.8 del l.532/92, ho meglio del D.Lgs la quale recita:-

      ….Art. 8
      **[1. Le autorità competenti di cui all’articolo 3, comma 1, verificano, nel rispetto dei princìpi e delle norme di controllo di cui al decreto legislativo 30 gennaio 1993, n. 28, e successive modifiche, l’osservanza delle prescrizioni di cui al presente decreto, senza discriminazioni, controllando:
      a) i mezzi di trasporto e gli animali durante il trasporto stradale;
      b) i mezzi di trasporto e gli animali al momento del loro arrivo ai luoghi di destinazione;
      c) i mezzi di trasporto e gli animali nei mercati, nei luoghi di partenza nonché nei punti di sosta e di trasferimento;
      d) le indicazioni riportate nei documenti d’accompagnamento.
      2. I controlli di cui al comma 1 devono essere effettuati su un campione rappresentativo di animali trasportati sul territorio nazionale nel corso di ciascun anno e possono essere contestuali a quelli effettuati per altri scopi.
      3. Le autorità di cui al comma 1 trasmettono al Ministero della sanità, entro il 31 marzo di ogni anno, una relazione che riporta il numero di controlli effettuati nel corso dell’anno precedente, in relazione a ciascuna delle tipologie di controllo previste al comma 1, compresi gli elementi relativi alle infrazioni constatate e le azioni ad esse conseguenti; il Ministero della sanità trasmette alla Commissione europea una relazione redatta sulla base di tali dati.
      4. Fermi restando i controlli di cui al comma 1, le autorità di cui al comma 1 possono effettuare, durante il trasporto degli animali, ulteriori controlli sugli animali qualora dispongano di informazioni che consentano di presumere un’infrazione].

      Cordialmente, e n particolare saluto al DR.PINO

      Caro Cirino,
      sono sempre apprezzabili le tue osservazioni
      Un abbraccio.
      G.Pino

    256. Antonio ha detto:

      Per Cirino S.
      Caro Ciro, a te che hai molta competenza in materia previdenziale volevo chiedere la seguente consulenza:

      Ad aprile del c.a. ho l’asciato l’Arma, il giorno successivo su modulistica inpdap ho presentato domanda di privilegio diretta per due infermità già valutate positive dal Comitato di verifica.Lo scorso mese di novembre la CMO
      mi ha chiamato a visita e mi ha dato una 8^ ctg. a vita. Faccio presente che qualche mese dopo la domanda di privilegio ho ricevuto per conoscenza una lettera dalla Direzione di amministraziome del Comando Generale, indirizzata all’Inpidap e per competenza al CNA di Chieti ufficio T.E.Q. e all’ufficio personale della mia Legione. Detta missiva li invitava a trasmettere il verbale della visita per a una rapida soluzione della pratica. Adesso io gentilmente ti chiedo quale sarà il suo iter ? Sarà il CNA di Chieti che la lavorerà e la rimetterà all’INPDAP per il pagamento ? Quanto tempo passerà prima di usufruire del beneficio ? Certo di una tua risposta saluto calorosameente a te al Dottor G. Pino.

    257. marco ha detto:

      Salve di nuovo forse dovrei aggiungere che gli anni effettivi sono 19 anni di serv. effettivo:
      ho riscattato l´anno di servizio militare:
      e dovrei avere 5 anni di abbuono .
      con i 10 anni figurativi dovrei arrivare a 34/35 anni spero sia stato piú preciso . di nuovo grazie per la collaborazione. Marco

      Caro Marco,
      i 10 anni di scivolo l’INPDAP,li riconosce solo alle vittime del terrorismo ed anche l’esenzione IRPEF sulla pensione,l’INPDAP dopo ricevimento della relativa documentazione ministeriale, richiede come requisito indispensabile che l’infermita’ sia stata subita”per causa diretta dell’azione criminosa”In poche parole se vieni riformato,percepisci circa 800/900 E
      Buon Natale
      G.Pino

    258. marco ha detto:

      Salve, scusate se importuno ma sto cercando di capire dove andró a cadere, mi sono sentito dire tante cose e non riesco piú a capirci… Il mio stipendio era di circa 1680 euro, mi é stato detto che andró a percepire il netto rap che era di circa 2100 euro piu le varie percentuali della privilegiata ed il 7,5% … é veramente cosi secondo le vostre conoscenze in materia? grazie per quanto potrete informarmi e scusate di nuovo.. Marco

      Caro Marco,
      ti prego di riformulare il tuo quesito!
      G.Pino

    259. beppe ha detto:

      Buongiorno Dott.Pino, sono Giuseppe un LGT dell Marina Militare in servizio dal 09.09.1077 con 39 anni e 3 mesi di servizio al 31.12 2011.
      le volevo gentilmente esporre la mia posizione in modo da avere un suo prezioso consiglio;
      attualmente sono in malattia per aver subito un intervento chirurgico all’addome ( adesiolisi laparoscopica da sindrome aderenziale) è un aggravante di un intervento subito all’intestino nel lontano 1992 per la quale ho anche una causa di servizio.
      Rientrerò in servizio il 01.02.2012 , la mia domanda è la seguente, considerando le nuove norme sulle pensioni che entreranno in vigore dal primo gennaio 2012 nel mio caso quando ritornerò a visita di idonietà il 01.02.2012 se mi dovessero fare non idoneo e di conseguenza avviarmi al congedo essendo la mia assenza dal servizio iniziata nel 2011 con quale trattamento verrei considerato ai fini pensionistici? vecchio o nuovo sistema?.
      Oramai è già da considerare certezza che dal prossimo anno la pensione di anzianità per gli uomini passerà da 40 a 42 ma non è ancora chiaro se anche per noi militari, (vorrei una conferma da lei), al raggiungimento dei 42 anni di servizio ma non dei 62 di età ci sarà una penalizzazione del 2% per ogni anno in meno prima del compimento dei 62 anni .
      certo sarebbe una grande ingiustizia per chi come me ha iniziato a lavorare a 16 anni e mezzo compiendo così i 42 anni di servizio ad appena 53 anni e mezzo di età essere penalizzati per 9 anni al 2% all’anno per un totale del 18% o lavorare per altri 9 anni per un totale di 51 anni di lavoro.
      in attesa di una sua risposta le invio cordiali saluti e tanti auguri di un sereno Natale e un felice Anno nuovo,
      Beppe.

      Caro Beppe,

      Ti consiglio di accellerare la tua riforma anche perche’ e’ causa di una tua vecchia patologia gia’ riconosciuta,in merito consigliati con un medico legale che ha esperienze nell’ambito della C.M.O, e’ possibilmente fatti accompagnare alla prossima visita.Per quanto riguarda il resto del quesito,c’e’ un documento inerente nella prima pagina di questo sito.
      Buon Natale.
      G.Pino

    260. antonio ha detto:

      Buonasera, sono un sottufficiale dei cc. in pensione (riformato per varie patologie)alla 4 categoria poi il C.d.V. mi assegnava la 5 ctg. Vorrei una sua preziosa risposta se e possibile, posso chiedere al mio Comune il tesserino per il parcheggio riservato agli invalidi. GRAZIE per la risposta.

      Caro Antonio,
      il tesserino parcheggio invalidi,viene rilasciato a coloro che hanno una invalidita’ del 100% con accompagno(1^ Ctg.dal Comune dove risiedi)
      Buon Natale
      G.Pino

    261. marco ha detto:

      Salve Egregio Dott. G. Pino, prima di tutto i migliori auguri di buone feste, secondo grazie per la risposta al mio quesito circa la pensione o l’ammontare prossimativo di essa.
      Cmq sono giá stato riconosciuto con decreto del Ministero dell’Interno 2vittima del terrorismo” con la percentuale dell’81%.
      Leggendo le applicazioni dei benefici se non erro dovrei percepire una pensione diretta poiché l’infermita’ subita é”per causa diretta dell’azione criminosa.
      Dovrei rientrare nei trattamenti di pensioni di guerra in quanto sempre leggendo oltre 80% di invaliditá e riconoscimento rientra nella fattispecie.
      Impdap riconosce L’ultima retibuzione percepita per intero maggiorata del 7,5% ed esente irpef pertanto se la matematica non é un opinione dovrei a grandi linee percepire circa 2200 euro e non tra gli 800/900 euro come da Lei detto.
      Cmq apprezzo il suo interessamento e questa non é una critica solo che probabilmento non mi ero espresso sufficientemente bene.
      Sempre leggendo la pensione partirebbe dal mese successivo da quando si é verificato l’evento criminoso…. cosa vuol dire che percepiró gli arretrati? Beh!!! Sarebbero 18 anni di arretrati sarebbe bello ma nutro dei dubbi.
      Le sarei infinitamente grato se potesse darmi qualche informazione piú precisa se lo ritiene… di seguito i miei dati:
      Arruolato il 08.10.1992
      evento criminoso 09.07.1993
      riformato assoluto in 3^ cat. tab A max il 08.11.2011
      riconosciuto vittima del terrorismo con 81% invaliditá

      In base ai sopracitati dati potrebbe tramite la legge sulle vittime del terrorismo quale é il trattamento pensionistico?

      La speciale elargizione ed il vitalizio sono giá stati erogati chiedo solo a livello pensionistico….

      Augurandole di nuovo buone feste , la saluto cordialmente…
      Marco

    262. manlio degano (udine) ha detto:

      Vorrei se possibile un consiglio, un suggerimento al precedente commento grazie!!!!!

      Non ho trovato il tuo commento.
      G.Pino

    263. marco ha detto:

      Buongiorno sono un’App.Sc dell’arma dei Carabinieri arruolato nell’Arma gennaio 1991 riscattando nell’immediato 5 anni di lavoro svolto da civile e uno di servizio militare, ultimamente mi sono presentato all’inpdap e tramite l’esplorativa i miei contributi risultano dal 1984 ad oggi per un totale di 27 anni di servizio e 4 di scatti. Nel 1997 ero in forza al nucleo Radiomobile “sezione motociclisti”e durante un servizio di scorta rovinavo a terra riportando frattura scomposta e sposta ulna e radio avambraccio sx operato in ospedale civile a tuttoggi sono presenti due placche e 40 viti all’interno del braccio,il tutto veniva con tempestività riconosciuta da causa di servizio con tabella B minima dopo alcuni anni ho fatto domanda di aggravamento per ovvi motivi ma non e stata accolta.Attualmente sono in convalescenza da 8 mesi per bracalgia acuta e nervo radiale lesionato, volevo sapere in caso di riforma quanto verrei a prendere di pensione,Grazie e distinti saluti.Marco

      Caro Marco,
      ti voglio ricordare che hai la possibilita’ di chiedere l’aggravamento di una patologia per tre volte e poi dopo 10 anni,ritenta facendoti seguire da un buon medico legale,conseguendo

      Caro Marco,
      dovresti percepire circa 1350/1450
      Saluti
      G.Pino

    264. Vittorio ha detto:

      Buon giorno dott. Pino e auguri di buon anno, sono un Carabiniere con 31 anni di servizio effettivi le volevo porre alcuni quisiti che non mi sono chiari:
      -Siamo nella categoria lavoro usurante oppure no?
      -dopo i 25 anni di servizio ci danno ancora i famosi 5 anni di abbuono a noi militari e ci vengono conteggiatti in caso di penzione o prepenzionamento;
      io ancora quanti anni mi tocca fare nell’arma per poter usufruire della pensione e’ cambiato qualcosa per noi o cambiera’ qua nessuno ci diceniente la ringrazio e la saluto

      Prego commentate
      G.Pino

    265. Maurito ha detto:

      Buona sera Dott. Pino, sono un app.scelto dei CC. con 27 anni effettivi di servizio, con due cause di servizio riconosciute prima dal CMO di Roma e poi dal comitato di verifica, una settima cat.tab.A.max e una tab.B, vorrei sapere da Lei, in caso di riforma per causa di servizio dopo aver superato i 2 anni in 5 anni di malattia,a quanto ammonterà la pensione mensilmente? sperando che Vogliate tenere in considerazione la presente richiesta, Le invio Cordiali Saluti e Stima.

      Cav. Mauro

      Caro Mauro,
      dovresti percepire 1400/1500 + il 10% di p.p della tua p.o
      G.Pino

    266. antonio princic ha detto:

      sono un app sc dei cc in servizio dall 81 e un anno militare cioe 1980 con 32 anni di contributi con l anno militare sono stato operato di un linfoma con 2 mesi di convalescenza e ora di nuovo in servizio quando potro chiedere di andare in pensione ho a quanti anni di contributi?quanto mi spetterebbe?e it tfr. ringrazio per una vostra risposta saluti a pino

      Prego commentate
      G.Pino

    267. fabrizio ha detto:

      Egr. Dott. buongiorno visto questo interessante sito chiedo gentilmente un quesito: Sono un App.s.e ho già riscattato 7 anni e 6 mesi di lavoro civile, attualmente faccio 27 anni di servizio in data 26.06.2012; in teoria il 26 dicembre 2012 avrei 35+5 di contributi. Quando potrei andare in pensione e con che pensione? Ringrazio anticipatamente. Fabrizio

      Prego commentate!
      G.Pino

    268. teo ha detto:

      Eg. Dott. Pino,
      Le chiedo, se puo’ essermi d’aiuto, sono un maresciallo superiore dell’Arma dei Carabinieri con 23 anni di servizio effettivi e 42 d’età. Sto per essere riformato per motivi non dipendenti da causa di servizio. Considerando gli anni da riscattare sa dirmi quanto percepirei di pensione? La ringrazio in anticipo per l’eventuale risposta.
      Giuseppe D.

      Caro Teo,
      dovresti percepire circa 1300/1400
      G.Pino

    269. Riccardo ha detto:

      Sono un Ispettore della P.P. arruolato il 4.10.1982 posto in congedo per riforma 29anni 2 mesi di servizio effettivo + 9 mesi in altre amministrazioni dell Stato, quanto verrei a percepire di pensione. Ringrazio anticipatamente. Riccardo

      Caro Riccardo,
      dovresti percepire 1700/1800 E
      G.Pino

    270. Cirino S. ha detto:

      Per Fabrizio.-

      …..per quel che ti riguarda, dovresti leggere la Nota Operativa dell’Inpdap nr.41.-

      ……per il presunto importo pensionistico e’ un pochino
      complicato,anche perche’ a giugno p.v. si attende un nuovo
      varo per quanto riguarda la citata riforma…ok..?
      saluti

    271. Dino ha detto:

      Sono un appuntato dei CC. andato in pensione il 1° aprile
      2008, vorrei sapere se mi aspetta l’ultimo aumento avuto
      dalle forze di polizia nel 2010 riguardante il contratto
      2008-2010. Salutoni Dino

      Caro Dino,
      ti verranno regolarizzati tutti gli omolumenti compresi gli aumenti contrattuali,quando ti verra’ data la pensione definitiva.

      G.Pino

    272. michele ha detto:

      sono un brg. capo dei cc., riformato in data 26.04.2006,la
      domanda che pongo e’ la seguente:
      Mi e’ pervenuta una missiva RACC/ta dal c.n.a. di CHIETI, dalla quale mi si comunica l’adozione definitiva della mia
      pensione, indirizzata all’inpdap di Benevento con la relativa
      documentazione allegata, e per conoscenza anche al M.D. ove
      si comunica una riliquidazione sulla pensione privilegiata.
      Cortesemente chiedo la mia riforma e la 5 cat.inoltre dalla
      data della riforma mi spetta ANCHE L’aumento contrattuale, lei pensa che mi sara’ corrisposto anche ulteriori arretrati
      dall’inpdap. di Benevento,concludo e il M.D. o l’inpdap l’ente preposto al pagamento di tale pratica.ringrazio di cuore per una risposta,dimenticavo per la p.p la percentuale e vero che e’ il 20/I00.

      Caro Michele,
      tutti gli aumenti ti verranno corrisposti compresi gli arretrati nella p.o definitiva.
      la tua p.p e’ il 10% della tua p.o.( p.p, dalla terza all’ottava ctg il 10% della p.o)
      G.Pino

    273. esposito giovanni ha detto:

      Buongiorno a voi, leggo oggi per la prima volta il vostro interessantissimo sito.
      Sono 1° M.llo Arma Aeronautica, malato di Sclerosi Multipla, non ancora sulla sedia a rotelle, ma la patologia è galoppante. Sono in servizio dal 10/10/1985 ex militare, ho effettivi quasi 27 anni + 6 tra vari, tot. 33. quanto potrei percepire con eventuale riforma, e se ho possibilità per avere la pensione di inabilità. Grazie per la eventuale risposta.
      Cordialissimi saluti.

      Prego commentate
      G.Pino

    274. Antonio hant ha detto:

      Salve, dott. Pino, sono un Mar.llo 1° Aeronautica è ho lavorato in una base operativa con supercampagna come servizio tecnico operativo. Arruolato nel Ottobre’88,dovrei rientrare nel calcolo misto per la pensione.
      riformato nel dic.2008 con causa di servizio 8°cat. (poco per le mie patologie) già riconosciuta da CdV, ma rimasto in aspettativa speciale fino a novembre 2011.
      in tutto ho accumulato di contributi 23 anni + 5 di riscatto fanno 28 totali.
      Quando dovrei prendere di pensione e TFR?
      La ringrazio anticipatamente!!

      Caro Antonio,
      con quale patologia sei stato riformato?
      G.Pino

    275. Antonio hant ha detto:

      Grazie per avermi risposto!
      Ho lavorato in condizioni climatiche avverse sia per la mansione che svolgevo che per la posizione geografica della base e sono stato riformato al Celio.
      La patologia attuale riguarda problemi all’apparato muscolo-scheletrico.
      Comunque per la privacy ho spedito email in privato.
      Grazie!!

      OK
      G.Pino

    276. Francesco ha detto:

      Salve dott. Pino, ho avuto un incidente mentre ero militare, mi sono rotto il femore sx e mi hanno riconosciuto la causa di servizio, adesso godo di una pensione tab.a cat. 8.
      Dopo alcuni anni, a causa del femore, ho riscontrato gravi problemi al ginocchi sx e non riesco quasi più a camminare, posso chiedere l’aggravamento?

      Caro Francesco,
      non ci sono limiti di tempo per presentare domanda di aggavamento,affidati ad un Medico Legale!
      G.Pino

    277. Anna ha detto:

      105.Salve, sono Anna, vedova di un M.llo dei CC e le avevo già scritto alcuni post…il tanto temuto momento è arrivato. Ho ricevuto questa lettera dal INPDAP: E’ pervenuto il D.M. del 2010 emesso da codesto Comando Carabinieri e concessivo di pensione indiretta alla Sig. XXXXX e pari al 100% della pensione spettante dante causa. In sede di applicazione con il conguaglio tra quanto corrisposto è scaturito un credito erariale di notevole entità (circa € 25.000,00). Peratanto la scrivente sede, in attesa di una verifica da parte di codesto Comando di quanto sopra esposto, ha provveduto, con rata scadente il 30/4/2012, solamente ad aggiornare la pensione spettante alla vedova con due orfani compartecipi in base al predetto decreto n° 71/10. Alla Sig.ra XXXX per conoscenza. Per favore mi dica cosa posso fare, da agosto mi stanno togliendo 1/5 (150€) perchè a causa di un ERRORE LORO mi avevano dato per 4anni gli assegni familiari per un figlio maggiorenne. Hanno scritto che mi aggiorneranno la pensione in base al decreto quindi mi daranno 970€ mensili da cui sottrarranno anche i 150€ dell’indebito assegni familiari. Come posso oppormi?? Ho due figli, affitto, una rata e tante spese….Grazie, Anna
      P.S.avevo già inserito questo post ma è sparito quindi ci riprovo

      Gentile Signora Anna,
      Mi invii il provvedimento che le hanno notificato!
      G.Pino

    278. venturelli lino ha detto:

      arruolato volontario nel c.e.m.m. il 16 agosto 1939 matr.51751quale allievo r.t.congedato il 19 agosto 1948 dal foglio matricolare rilasciato dalla capitaneria di porto di genova,nel foglio 3 “indicazione della destinazione “si legge…..sbandato dal 9 settembre 1943 al 19 giugno 1945…ed in calce le due annotazioni 1°)IL PERIODO DI SBANDAMENTO DAL 9/9/43 AL 19/6/45 DEVE ESSERE CONSIDERATO VALIDO COME SERVIZIO MILITARE IN SEGUITO A GIUDIZIO FAVOREVOLE ESPRESSO DALLA COMMISSIONE DI DISCRIMINAZIONE (cir.3883920del 3/8/1953 di MARINEQUIP ROMA.
      2°)AI FINI DELL’PAPPLICAZIONE DELLA LEGGE 24/5/i970 NR 336 ART2 TUTTI I SERVIZI PRESTATI DAL 11 GIUGNO 1940 AL 15 APRILE 1946 DEBBONO ESSERE CONSIDERATI COME RESI PRESSO DESTINAZIONI UBICATE IN TERRITORIO DICHIARATO IN STATO DI GUERRA GIUSTA R.D.1 LUGLIO 1940 NR 804.
      Poichè dal libretto personale dei sottufficiali si rileva anche il bonifico percepito comprensivo dell’indennità di guerra per tutto il periodo di sbandamento, chiedo, se il citato periodo,è da ritenersi coerenre,col R.D.804 e quindi valutato unitariamente ai periodi precedenti e seguenti senza soluzione di continuità per i benefici previsti dall’articolo 2 della legge 336 del 24/5/1970

      Prego Commentate
      G.Pino

    279. Aldo ha detto:

      Buonasera e complimenti per questo strumento, molto utile a noi tutti.
      Sono un Luogotenente dell’Esercito, in pensione dal 7 marzo 2012. La documentazione relativa alla determinazione e calcoli pensionistici è stata trasmessa all’INPDAP dal Centro Amministrativo competente,in data 14 febbraio u.s.. La mia domanda è semplice: quali sono i tempi medi necessari per inserire nel sistema la pensione? Insomma, quando potrò percepirla? Ad oggi, 2 aprile, non ho ricevuto alcuna comunicazione da INPDAP. Grazie per l’attenzione. Antonio Longhi

      Caro Aldo,
      credo che i tempi siano maturi,ti suggerisco di portarti nel tuo ufficio INPDAP di competenza, dove chiederai la posizione della tua pratica pensionistica.

    280. Ciro ha detto:

      Cari colleghi prossimi al pensionamento-
      Ho letto la bozza del regolamento per le pensioni del comparto sicurezza,e vi dico che e una vera stangata-
      Il Governo Monti, ieri sera si e incontrato con tutti i responsabili dei dicasteri del comparto sicurezza,ed ha detto che anche per le forze di polizia e esercito e giuta l’ora-
      Vi riassumo in poche righe cosa hanno deciso:

      1) La pensione di anzianità si allontana ci voglio 43 anni e 3 mesi dal 2013:
      2)-Gli anni di abbuono non possono superare i 2 anni ( prima erano 5)-
      3)- Per avere la pensione privilegiata dell’aumento di 1/10,occorre essere dichiarati permanentemente inabili al servizio-
      4)-Per cui chi va in pensione nel 2013,ed ha una causa di servizio ascritta a Tab.A,se non e riformato non compete la paensione privilegiata-
      Sono esenti quelli cessato entro luglio 2012-
      Per cui adesso:……………….

    281. mario ha detto:

      Caro Dott. Pini le auguro una buona pasqua a alei e famiglia di vero cuore la ringrazio per per avermi fornito in passato le sue risposte,con stima, auguri a tutti i colleghi di qualsiasi tamo essi siano in servizio ed in congedo con stima mariano

      Serenissima Pasqua
      G.Pino

    282. Antonio ha detto:

      Auguri di buona Pasqua al Dr. G. Pino e a tutti i colleghi del sito.

      Caro Antonio,
      ti auguro una serena Pasqua unitamente alla tua famiglia
      G.Pino

    283. mario ha detto:

      Dott.Pino sono un brigadiere dei carabinieri in congedo per riforma dal 2003,oggi 18.04.2012,l’inpdap mi ha notificao il risultato della pensione defenitiva,con 25 anni di servizio,euro 1500 euro,in più una brutta notizia l’addetto alla contabilità mi ha notificato un documento dove dice che io devo rimborsare all’inpdap ventiduemila400 euro toglientomi dalla pensione 350 euro mesili per sessanta rate,o chiesto chiarimenti e mi ha risposto il ragioniere che prendevo di pensione più del previsto,faccio presente che allora nel 2003 mi anno riformaro con 6 scatti al 100%,,dotto pino cosa posso fare adesso devo pagare gli sbagli degli altri,starmene col cuore in pace,pagare ho c’è qualche soluzione grazie distinti mario

      Contattami
      G.Pino
      366.3406356

    284. mario ha detto:

      Dott. Pino, sono sergente maggiore dell’esercito arruolato a novembre del 1994.. volendo andare in pensione a domanda con 17 anni e mezzo e avendo riscattato 43 mesi di servizio, quanto prenderei mensilmente? e quanto prenderei di liquidazione? grazie…

      Caro Mario,
      non mi risulta che si possa andare in pensione a domanda dopo 17 anni di servizio,e’ possibile invece essere riformato dalla C.M.O con 17 anni di servizio e percepire circa 800 E.al mese con una liquidazione di circa 20 mila E.
      G.Pino

    285. mario ha detto:

      Dott.pino mi chiamo mariano sono un brigadiere dei cc in congedo dal 2003 allora a seguito di riforma,per un’altra patologia, e no per quella che gli cito adesso sono stato riformato. andiamo al dunque,gli feci causa di servizio per la seguente malattia segni di spondiloartri del rachide lombare con piccoli osteofiti marginali,nel 2009 il comitato verifiche di roma me li ha riconosciuti con questa decitura:iniziali segni di spondiloartrosi lombare si causa di servizio ritenendola ascrivibile alla tabella B. A seguito di ciò ,in data 01.04.2011,gli feci domanda diretta al Comando Legione cc, per aggravamento,con la seguente diagnosi:marcata riduzione d’ampiezza dello spazio intersomatico L5 S1 con segni di discopatia,a questo punto il ministero della Difesa mi faceva pervenire lettera che aveva inoltrato anche all’ospedale militare di competenza,detto ospedale militare mi inviava lettera dove si evince che mi invita a presentarmi a visita per il mese di giugno,dott. Pino vorrei sapere se in merito alla prima patologia,e la seconda che ho menzionato possono fare obiezzioni,anche se riguarda rx sia per la prima che per la seconda patolgia colonna lombo sacarel distinti saluti grazie

      Prego commentate!
      G.Pino

    286. iosto ha detto:

      Salve, sono un sov. della p. di s. arruolato 15.1.1983 se venissi riformato a novembre anno in corso quanto andrei a prendere di pensione??? grazi per l’attenzione

      La tua p.o sarebbe di 1500/1600 E. con 45 mila E. di TFR
      Saluti
      G.Pino

      Cari amici,il SUPU in questo momento si trova in gravi difficolta’ economiche e non riesce piu’ a coprire le spese delle varie utenze,ci affidiamo alla vostra generosita’ d’iscrizione per proseguire il nostro programma di informazione,abbiamo constatato che c’e’ il grave rischio di chiusura.
      Un abbraccio a tutti

      G.Pino

    287. iosto ha detto:

      aggiungo una postilla ho moglie e figlio a carico e ho riscattato 2 anni e 3 mesi

      Cari amici,il SUPU in questo momento si trova in gravi difficolta’ economiche e non riesce piu’ a coprire le spese delle varie utenze,ci affidiamo alla vostra generosita’ d’iscrizione per proseguire il nostro programma di informazione,abbiamo constatato che c’e’ il grave rischio di chiusura.
      Un abbraccio a tutti

      G.Pino

    288. MATTEO ha detto:

      A leggere tutti questi post ho capito proprio di avere sbagliato lavoro.
      Andate in pensione prima di tutti con cifre medie molto buone, vi riconoscono tutte le malattie possibili e immaginabili.
      Tanto poi sono i dipendenti privati che andranno in pensione a 67 anni di età col 50% dell’ultimo stipendio e seza nessun bonus per lavoro in condizioni disagiate o per malattie, mal di schiena o altro (leggo di qualcuno di voi che ha avuto veramente qualcosa di brutto, e non ironizzo su questo).
      Però rendetevi conto che queste disparità urtano, e non poco.

      Caro Matteo,
      I Colleghi delle Forze Armate e di Polizia,coloro che che si accingono ad andare in pensione per limiti di eta’ o per riforma,sono coloro che facevano servizio per la collettivita’ non usufruendo dei diritti Sindacali,il loro lavoro era paragonato a quello dei Cinesi,in sostanza,buttati in mezzo alla strada senza cognizione di orario di lavoro (Ordine Pubblico,servizii di P.G,servizi disagiati ambientali) per farla breve ti accenno un servizio particolare a cui mi era stato ordinato “Di appiattamento in un cimitero, unitamente ad altri Colleghi in Aspromonte per un mese, in pieno inverno per catturare un latitante, mi sono beccato la bronchite poi diventata cronica.Attualmente per motivi di servizio ho il riconoscimento di 12 cause di servizio.
      .
      Un abbraccio
      G.Pino

    289. iosto ha detto:

      Bravo Pino…in due righe chiediamo lumi su pensioni e riforme, ma dietro ognuno di noi ci sono anni di disagi, servizi antipatici per non dire rischiosi,(sarebbe banale) e in tutto questo anche le nostre famiglie ne pagano il prezzo.

    290. francesco1963 ha detto:

      è vero forse come pensioni siamo più fortunati dei colleghi statali civili ma molti di noi hanno sofferto ad esempio io nei primi 5 anni 87-92 ho fatto servizio a porto Marghera sottobordo a controllare i containers con turni 00-06 18-24 molto pesante.

    291. mario ha detto:

      sono un brigaidre in pensione dei cc è capitato a qualcuno di rimborsare all’inpdap euro perchè prendesse pensione in più grazie distinti mario

      Prego commentare
      G.Pino

    292. mario ha detto:

      Dott pino ho inviato lettera al supu per ricorso all’inpdap
      in quanto devo rimborsagli 22 mila euro l’ha ricevuta? è stata spedita in data 16 maggio 2012,mi faccia sapere e urgente perchè si tratteggono euro 250 al mese dalla pensione grazie mario brigadiere dei cc in congedo

      Caro Mario,
      ci siamo sentiti per telefono,mi dispiace non ho ricevuto nulla.
      Saluti
      G.Pino

    293. pasquale dini ha detto:

      Gent/mo Signor Pino forrei esporle un quesito, sono un sott/le dell’Esercito in pensione, dall’Aprile del 2007 in ausiliaria fino dall’Aprile di quest’anno, vorrei sapere in quanto tempo l’INDAP mi mi riliquida i cinque anni di ausiliaria, e ha quanto ammonta la cifra che dovro’ percepire, avendo pagato 300,00 euro mensili per tutta la durata dei cinque anni.
      Ti ringrazio per quello che mi potrai dirmi.

      Prego commentare!
      G.Pino

    294. Francesco ha detto:

      DOTT./Pino e la prima volta che scrivo,sono un App. sc. dei Carabinieri, volevo capire meglio sulla determinazione dei contributi di riscatto (indennità per servizio d’istituto o similari 1/5) art.3 c.5 L.284/77. Mi sono arruolato il 13.02.1985, ho già riscattato 4 anni, ora INPS ex Gestione INPDAP, su mia domanda mi ha determinato l’ultimo riscatto di pagamento 11 mesi e 16 giorni.Ora la mia domanda è la seguente: con l’introduzione del TFS L.122/2010, conviene ancora riscattare questi ultimi 11 mesi? Grazie Mille.
      Saluti
      Francesco

      Caro Francesco,

      Conviene sempre riscattare,il Governo evava deciso di togliere questo beneficio,poi per interventi politici e sindacali si e’ fatta marcia indietro.
      G.Pino

    295. Antonio ha detto:

      Buonassera Dottor G.Pino, io sono stato riformato nel 2011, la mia amministrazione non mi ha fatto firmare nessuna dichiarazione per un eventuale indebito pensionistico. Ora leggendo il commento di Mario, le chiedo se inviando all’INPDAP una lettera di diffida ai sensi della 241/90 per la definizione del procedimento pensionistico, mi metto al riparo da eventuali somme che sto percependo bonariamente e che poi mi richiederanno ? Saluti.

      Caro Antonio,
      le varie Amministrazioni non accetterebbero dichiarazioni che potrebbero compromrtterli.
      La 241/90 e’ un’ottima idea.
      G.Pino

    296. Bruno ha detto:

      Buonasera dott. Pino,
      Circa una settimana fa ho inviato una mail dettagliata alla Sua casella di posta elettronica,
      Nel 1996 sono stato dichiarato beneficiario di PPO per riconoscimento dipendenza causa di servizio 5^ cat. tab A con decorrenza da dicembre 1991; per infortunio durante il servizio di leva, s.ten cpl prima nomina.
      Nel 2007, per sopraggiunto peggioramento, ho avanzato richiesta di aggravamento; la CMO nel dicembre 2010 (sic) mi sottopone a visita riconoscendomi la 4^ categoria tab A con decorrenza 01/08/2007. Ad agosto scorso mi viene notificato dall’INPDAP il decreto del Ministero, che pur citando il DPR 1092/73 art 67 2° comma, attesta però che l’importo della pensione non varia (invece per effetto dello stesso articolo l’assegno sarebbe dovuto passare dal 60% al 70% della base pensionabile).
      Dopo diverse ricerche ho sono venuto in possesso di alcuni recapiti di Difepensioni I Reparto – 2 divisione, e parlando con una funzionaria questa si rende conto dell’errore, assicurandomi che presto sarà emesso un decreto ti rettifica. A marzo mi giunge la comunicazione dell’INPDAP di Caserta che accompagna il nuovo decreto. In questo i calcoli della base pensionabile sono riferiti agli stessi valori in lire del 1996 trasformati in euro, su cui si dispone il beneficio pari al 70% della base pensionabile (con la 5^ era il 60%).
      Le mie perplessità sono sorte su un laconico comunicato INPDAP, il quale aggiungeva che la rata sarebbe stata adeguata ad aprile 2012, e che nella stessa occasione mi sarebbero state accreditate € 4.509,03 di arretrati dal 01/08/2007 a cui si aggiungeranno € 166.15 di interessi legali. Il tutto per un aumento mensile di € 45,00 su una pensione che prima ammontava a € 1.400,00.
      Intuitivamente mi sono reso conto che il non tutto tornava: gli arretrati mi sembrano esigui, dal 01/08/2007 al 31/03/2012 sono trascorse 61 mensilità (tredicesime comprese e l’aumento mensile non corrisponde al 10%). Probabilmente hanno effettuato i calcoli senza rivalutare la base pensionabile del 1991.
      Ho esposto questa perplessità al funzionario incaricato dell’INPDAP di Caserta, il quale dopo una verifica mi ha detto che il loro calcolo è giusto e che avrei dovuto chiedere informazioni al Ministero in quanto l’Inpdap è un organo esecutivo. Ricontattato Difepensioni la funzionaria, con molta cortesia, mi ha detto di comprendere le mie perplessità ma che che il decreto è giusto per come è stato redatto, invitandomi a verificare con l’INPDAP.
      Non riuscendo a trovare una risposta da nessuna parte,chiedo, pertanto, un Vostro aiuto per cercare di capire se il ragionamento che faccio è corretto o se devo considerare altri fattori che non conosco.
      Saluto cordialmente, ringraziando per l’attenzione.
      Bruno

      Prego i nostri esperti di contribuire a dare risposte al quesito.
      G.Pino

    297. Marco ha detto:

      Gentile dott. Pino
      Sono stato riformato con l’inabilita totale legge 335/95 volevo sapere se il tfs viene calcolato con l’età effettiva svolto o con il massimo degli anni che questa legge menziona, cioè la differenza dal momento della riforma al massimo degli anni contributivi, spero di essere stato chiaro. Grazie

      Prego commentate
      G.Pino

    298. ciro ha detto:

      Il TFR,viene pagato solo in base agli anni di servizi effettuati-Mentre la pensione con il massimo previsto di 40 anni-

    299. Giovanni ha detto:

      Gentile Dott.Pino oggi, 6 giugno 2012, ho firmato il decreto per essere collocato a riposo per il 12/12/2012 con 54 anni di eta’ e 38 anni di servizio. Volevo sapere con cortesia quanto verro’ a prendere di pensione e di TFR.
      Si precisa che vado in pensione con l’art. 6, comma 2 decreto legislativo 30 aprile 1997,n.165, nonche la nuova tabella prevista dall’art. 59,comma 8 capoverso 12, punto B della legge 449 del 27/12/1997 che sostituisce quella gia’ fissata dal citato D.L.165/97:
      Cordiali saluti Giovanni e grazie.

      Caro Giovanni,
      vorrei sapere la tua qualifica!
      G.Pino

    300. francesco1963 ha detto:

      scusate se qualcuno ne ha conoscenza che con la ppo a8 aggiungono anche un altro anno di servizio oltre il 10 per cento su l’importo lordo annuo.

    301. mario ha detto:

      dott.Pino sono mario brigadiere dei cc in pensione vorrei sapre se un patologia come spondiloartrosi riconosciuta dal comitato verifiche di Roma con tabella B,e ha seguito di ciò ho fatto aggravamento sempre riguardante colonna lombosacrale, può diventare 8 categ.siccome devo andare a visita distinti saluti.
      Caro Mario,
      puo’ diventare una 8ì CTG,ti consiglio di consultare ed eventualmente farti accompagnare da un medico legale,e’ importante!
      G.Pino

    302. francesco1963 ha detto:

      per Mario vai tranquillo quasi sicuramente ti riconosceranno la A8 come è successo a me, avevo riconosciuta dal 2008 da comitato di verifica solo protusioni discali senza tabella e adesso la CMO Augusta mi ha dato A8 a vita sia come equo indennizzo sia come pensione, questo dopo 3 anni avevo presentato aggravamento nel Maggio 2011 e Febbraio 2012 ho fatto la visita ad Augusta e il 4 Giugno mi ha chiamato la compagnia per notificarmi la bella notizia e mi hanno fatto presentare domanda per la privilegiata che decorrerà dal 1 Luglio 2012 anche se materialmente ci vorranno dei mesi per avere i soldi mi daranno gli arretrati, ma la cosa che sinceramente mi ha sorpreso è stata che se avessi presentato la domanda della privilegiata insieme alla domanda di aggravamento la pensione privilegiata decorreva dal momento della visita cioè Febbraio. ma chi se ne frega per 5 mesi l’importante e averla avuta.

    303. mario ha detto:

      caro francesco sono mario,purtroppo non c’è l’h0 fatta mi ha riconosciuto soltanto l’aggravamento dantomi per altri due anni due equo indennizzi,però mi ha riferito il Presidente che allo scadere di questi due equo indennizzi di fare l’aggravamento possibilmente facendo mettere la parola “MARCATA” ti ringrazio per il tuo auspicio a me diretto ti auguro un mondo di bene ciao piacere di averti conosciuto.

    304. mario ha detto:

      caro francesco non c’è lo fatta cia mario auguri per te

    305. ciro ha detto:

      Egregio Pino-
      Questa volta ho bisogno del suo aiuto-
      A seguito di un procediemento disciplinare sono stato destituito con decorrenza 7.3.1992-
      Il Ministero dell’Interno ha fatto il decreto di pensione con detta decorrenza ove stabilisce < CONSIDERATO CHE IL DIPENDENTE A TALE DATA HA MATURATO IL REQUISITO PREVISTO DALL'ART.52 COMMA 3° HA ACQUISITO IL DIRITTO ALLA CONCESSIONE DELLA PENSIONE ORDINARIA-
      Ritenuto pertanto doversi conferire all'interessato la pensione ordinaria con decorrenza 7.3.1992, e nel contempo rideterminare il trattamento pensionistico di 6^ e 5^ categoria gia in godimento a decorrere dal 19.2.2002 da durare a vita-
      ————————————————————
      PERCENTUALE DI PENSIONE ORDINARIA SU SERVIZIO UTILE ANNI 23.
      PER UNA PERCENTUALE DEL 54,80-

      PENSIONE PRIVILEGIATA DI 6^ E 5^ CATEGORIA 60,28-PIU' FAVOREVOLE-ART.67 comma 4 T.U. 1092/1973-

      PENSIONE PRIVILEGIATA DI 6^ categoria 50,00%
      ART.67 comma 2 T.U. 1092/1973-

      PENSIONE PRIVILEGIATA DI 5^ CATEGORIA 60,00 %
      ART.67 comma 2 T.U.1092/1973-
      ——————————————————–
      Poichè in applicazione dell'art.67 comma 4° hanno applicato il trattamento più favorevole con un aumento del 5.2 %-
      anzichè dell'aumento di 1/10-

      Per cui Le chiedo un suo parere prima di presentare eventuale ricorso alla Corte dei Conti-
      Avendo io come citato dal decreto di pensione maturato il requisito per la pensione ordinaria alla data del 7.3.1992,ed avendo avuto ai fini della P:P:O le suddette categoria-
      Ho diritto ad avere la pensione previlegiata del 10% sulla pensione ordinaria ?
      Oppure e corretto il calcolo del ministero che mi da il trattamento più favorevole con l'aumento del 5.2% invece del 10 %-

      La ringrazio per la risposta-
      Ciro

      Caro Ciro,
      il tuo quesito verra’ posto all’attenzione dei nostri collaboratori sindacali,nell’attesa i nostri lettori possono dare risposte sull’argomento in base alle loro esperienze.
      saluti
      G.P

    306. BRUNO PROCOPIO ha detto:

      Egr. dott. Pino,
      sono Bruno che il primo giugno scorso aveva chiesto il Suo aiuto per un chiarimento su un caso personale riguardante i conteggi INPDAP a seguito di un riconosciuto aggravamento da 5^ a 4^ categoria tab A.
      Lei aveva invocato un contributo degli esperti nel cercare di dare una risposta.
      Non avendo finora avuto notizie mi sono permesso di riproporre il quesito.
      La saluto con stima e cordialità.

      Caro Bruno,
      molto spesso chiedo la collaborazione di tutti per rispondere ai quesiti che interessano i Colleghi,ho l’impressione che i nostri famosi esperti amabilmente encomiati dal mio Sodalizio siano improvvisamente sconparsi.
      Per quanto riguarda il tuo quesito,l’INPDAP non c’entra nulla,al passaggio dalla 5^ alla 4^ ctg, era tuo interesse inoltrare domanda presso il tuo Ministero per chiedere la revisione dell’equo indennizzo,se gia’ in passato lo hai percepito
      L’INPDAP e’ un Ente erogatore che concede eventuali spettanze in seguito ai conteggi contributivi effettuati dai Ministeri.

      Se percepisci una P.P,devi sapere che non ci sono miglioramenti tra la 4^ e la 5^,percepirai sempre il 10% della tua p.o
      Bruno

      Saluti
      G.Pino

    307. mario ha detto:

      Dott.Pino sono mariano un brigadiere dei cc in congedo, ci siamo sentiti più volte in merito ad un problema gravissimo circa il rimborso di 22 mila euro che devo all’inpdap,per colpa della mia amministrazione arma che mi dava in più di pensione mentre ero ancora in carico della stessa,il pronlema più grave è quello che in questa città non si trova un avvocato che si prenda la palla a cuocere, ho contattato più avvocati di quanto previsto e nessuno vuole queste rogne, non se la sentono di portare avanti una cosa così grave,adesso cerco un buon avvocato affinche si prenda cura di questo grosso caso che faccia ricorso alla corte dei conti per fare la sospensiva,in attesa che dopo la corte dei conti si pronunci sul dafarsi,addirittura le faccio notare a lei ed a chi legge questa mia,che un avvocato benchè lo accompagnassi io in quel di Palermo a spese mie lo facevo scendere daventi al portone della corte dei conti,ed in braccio lo portavo fino dentro,mi ha rispoto io di quà non mi muovo ho paura ad andare a Palermo,ammazza che avvocato!!!!!!.io in merito a questo caso ho scritto e mandato per lettera la mia documentazione al supu detta lettera non è mai arrivata,ora mandarne un’altra rischio lo stesso la posso mandare per raccomandate con ricevuta di ritorno presso il supu,per accellerare i tempi e bloccare questa rata di 250 euro mensili per tantissimi anni,da parte mia no c’è stato ne dolo ne negligenza la ringrazio per il suo interessamento e ringrazo qualche collega che legga la mia lettera se ha avuto questi problemi un saluto mario

      Contattami 366.3406356
      Saluti
      G.Pino

    308. Luigi Carroni ha detto:

      caro dott. Pino vorrei esporre il mio problema per ricevere consigli utili da chiunque sia in grado di rispondere.
      Sono Luigi, un ass. capo Polstato con oltre 28 anni di servizio e circa due mesi fa per una caduta accidentale in servizio mi procuravo la frattura di sei costole, un pneumotorace con versamento al polmone sx lussazione spalla sx e durante la degenza c/o l’O.M. Celio sopravveniva una trombosi venosa profonda all’arto sup sx.
      Ora, essendo stato istruito regolarmente il “modello C” e passando in carico al CMO, è meglio farsi assistere da un medico legale?
      Se dovessero essere riconosciute inabilità tali da pregiudicare il mio rientro in servizio , come si comporterebbe l’Amministrazione in queste situazioni di solito?
      Come potete vedere sono assolutamente a digiuno in questa materia e ogni consiglio sarà a me utile per gestire quanto mi sta accadendo. Saluto Lei e tutti coloro che vorranno aiutarmi.

      Caro Luigi,
      nelle tue condizioni e’ imperativo farti assistere da un Medico Legale.Il Mod.C e’ il riconoscimento diretto della C.di.S, e’ da stabilire la ctg tab.da parte del C.di.V.
      La tua Amministrazione in caso di riforma per C.di S,si dovrebbe attivare a portare avanti le pratiche Previdenziali riguardanti gli assegni di privilegio.
      Saluti
      G.Pino

    309. Maurizio ha detto:

      Caro Dott. Pino
      sono Maurizio un appuntato dei Carabinieri riformato in data 1.6.2007 (non per causa di servizio) con anzianita’ di 24 anni 6 mesi e 3 giorni + 4,4 anni di riscatto senza carichi familiari… puo’ dirmi a quanto ammontera’ la pensione definitiva ?
      Cordiali saluti.
      Grazie
      Maurizio

      Caro Maurizio,
      percepirai circa 1200/1300. TFR 35/38 mila E.
      Saluti
      G.Pino

    310. francesco1963 ha detto:

      per MAURIZIO sarà circa 25 euro in più di di quello che prendi adesso ma per effetto del blocco delle pensioni e degli stipendi statali non sarà più di 1421 lordi forse da gennaio per via dell’aumento istat si arriverà a 1460 lordi

    311. luigil ha detto:

      Caro Dott.Pino sono luigi un App,S con 30 di servizio il prossimo anno verro’ riformato, con 5 anni riscattati, e con moglie a carico, quanto andro a prendere di pensione?
      Cordiali saluti
      Grazie luigi

      Caro Luigi,
      dovresti percepire circa 1500/1600 E.
      Saluti
      G.Pino

    312. Mefisto ha detto:

      Egregi colleghi, chiedo aiuto alla vostra esperienza.
      Sono un assistente capo della P.di S. con 23 anni di servizio effettivo e circa 4 anni riscattati (1 ogni 5). Sono stato per 18 mesi in missione ONU in Bosnia e mi dicono che possono essere considerati al doppio anche se non ho capito bene cosa significa.
      La mia domanda, considerato che soffro molto gravemente da tempo di acufeni, cervicoartrosi e vertigini ancora non riconosciuti come dipendenti da causa di servizio o come aggravamenti (tutto nasce da incidente occorso in servizio mentre ero in servizio di volante a Roma con mod C per colpo di frusta rachide cervicale) e’ la seguente:
      Cosa vado a prendere se vengo dispensato?
      Ricordo che ad oggi ho solo le 2 ttab. B max che ho per 2 cause di servizio (il colpo di frusta e duodenite cronica) sperando che in seguito diventino qualcosa di piu grave.
      Quali consigli potete darmi?
      devo aspettare ancora?
      Insomma sono a pezzi e ho bisogno di capire come mi devo comportare.
      Grazie a tutti.

      Prego commentate
      G.Pino

    313. mario ha detto:

      cari colleghi nel 2013 per effetto monti non ci sarà l’istat che prevedeve per noi pensionati un aunento l’anno di circa 20 euro ritornerà nel 2014 se lui vorrà mario brig cc in congedo

    314. francesco1963 ha detto:

      per Mefisto io con i tuoi stessi anni prendo 1344 più da gennaio dovrei avere la privilegiata quindi dovrei arrivare a 1500 lordi netti 1300

    315. Eugenio ha detto:

      Caro dott. Pino, sono un U. CC classe 1959 arruolato aprile 1979, vorrei sapere quando posso andare in pensione anticipata con la riforma Fornero. Grazie

      Caro Eugenio,

      ecco come sara’ il sistema pensionistico:
      Attualmente, e fino al 3 1 dicembre 20 12, le pensioni del personale militare sono:
      – di vecchiaia, con il collocamento in congedo d’ufficio al raggiungimento di limiti di
      età che vanno dai 60 anni della quasi totalità del personale, ai 65 ami dei gradi di
      vertice;
      – di anzianità (dal lo gemaio 2013 pensione anticipata). che si matura, per
      Carabinieri, Brigadieri e Marescialli con 53 anni di età e 38 ami di contributi ( da
      conseguire al 3 1 dicembre 20 1 I) e per tutti con 57 anni di età e 35 ami di contributi,
      o con 40 anni di servizio utili (35 effettivi + 5 di supervalutazione).
      Al trattamento di quiescenza si applica la c.d. finestra mobile, allorché i requisiti per
      l’accesso alla pensione descritti non siano stati raggiunti entro il 3 1 dicembre 2010.
      La bozza varata dal Consiglio dei Ministri il 26 ottobre 2012 introduce dei nuovi requisiti
      per gli appartenenti al Comparto Difesa-Sicurezza, ma non modifica gli istituti della
      pensione privilegiata, della supervalutazione di 5 ami e dell’ausiliaria, che sono stati
      espunti dal testo normativo e non peggiorati, come originariamente ipotizzato.
      Nel merito, viene introdotta la “pensione di vecchiaia”, tenendola distinta dal “limite
      ordinamentale”, ovvero quello ora previsto, in relazione al grado/qualifica, dalle singole
      Amministrazioni come limite obbligatorio di accesso alla pensione. Nella nuova ipotesi il
      dipendente viene collocato in pensione se. raggiunto il limite di età ordinamentale (es. 60
      anni per un Maresciallo dell’Arma) ha maturato i contributi previsti dalla previgente
      normativa. In caso contrario. il dipendente viene mantenuto in servizio fino al limite di
      vecchiaia (61 ami e 3 mesi fino al 20 15, 61 anni e 8 mesi fino al 2017 e 62 ami dal
      2018, nel caso in esempio) e collocato in congedo con i contributi maturati. Tale istituto
      sarà poco utilizzato per le Forze Armate, in considerazione della giovane età media di
      arruolamento.
      Viene poi rimodulato l’istituto della pensione di anzianità, definita “pensione
      anticipata”. Vi può ricorrere il dipendente che, dal lo gennaio 2013, ha maturato 42 anni
      e 3 mesi di contributi e 58 anni di età (59 dal 2019). Chi. avendo maturato i 42 anni e 3
      mesi di contribuzione, chiede di andare in pensione prima dei 58 (poi 59) anni si vedrà
      applicata una penalizzazione di 1 punto percentuale per ogni amo di anticipo (2 dopo i
      primi due anni). I1 regolamento consente, altresì, l’accesso progressivo alla pensione
      anticipata a chi ha 58 anni e 3 mesi e 37 anni di contributi per il triemio 2013-2015, 58
      ami e 3 mesi e 39 ami di contributi fino al 2017 e 59 anni e 40 di contributi fino al 2020.
      I requisiti contributivi comprendono la supervalutazione.
      Il regolamento, inoltre, conferma l’applicazione dell’aumento dell’aspettativa di vita,
      già stabilito dalla legge per tutti i lavoratori (art. 12, co. 12 bis e ter, del decreto legge n.
      122120 IO).
      I1 nuovo sistema, rispetto al precedente, introduce uno “scalone” di circa 5 anni tra i
      requisiti di età anagrafica previgenti e quelli fùturi. La questione riguarda principalmente
      il personale delle classi 1960-1964, il quale, rispetto ai colleghi di poco più anziani
      rientranti nei limiti previgenti, registrerà un improwiso scarto di età in avanti per
      I’accesso alla pensione anticipata.
      Sono in corso iniziative volte ad “accompagnare” gradualmente, durante il periodo
      transitorio (fino al 2020), il personale interessato all’accesso alla pensione anticipata,
      rendendo meno brusco l’impatto della nuova disciplina, mediante la riduzione dello
      “scalone”.

    316. massimo ha detto:

      buongiorno scusate il distubo.
      volevo porvi questa domanda..
      ho prestato servizio militare di leva nel lontano 1968.
      sono stato riformato al 10 mese di leva per l’ar 77 e.i
      e messo in congedo assoluto .
      ora mi domando dopo tutti quesi anni di cosa si trattava e se avevo diritto a qualche cosa.
      vi ringrazio sperando che possiate darmi una risposta.
      mecocci massimo

      Purtroppo sono trascorsi parecchi anni!
      G.Pino

    317. mario ha detto:

      equo indennizzo per spondilartrosi e segni di discopatia a quanto la danno grazie distinti saluti mario se qualcuno lo sa mi risponda grazie mario cc in congedo

      Caro Mario,
      le patologie sono riconosciute? con quale cat.
      G.Pino

    318. Sergio ha detto:

      Salve dott. Pino sono un Assistente Capo della Polizia con 19 anni e 6 mesi di servizio nel Corpo più 4 anni ricongiunti lavorati fuori, la mia domanda è la seguente: In caso di riforma senza causa di servizio per percepire la pensione devo avere minimo 20 anni di servizio con le nuove norme o valgono i 14 anni e 11 mesi? Nel coso bisogna avere i 20 anni contano i 4 anni fatti fuori già ricongiunti? Le rivolgo questa domanda dopo aver constatato la sua competenza su questo sito in quanto finora nessuno è stato in grado di rispondermi con certezza. Complimenti e grzie.

      Prego commentate
      G.Pino

    319. mario ha detto:

      dotto pino in meiro alla mia all’equo indennizzo del 5 novembre le dico che è in corso di pagamento come da lettera del ministero arrivatami nel mese di ottobre 2012,con categoria b vorrei sapere a quanto si aggira l’importo per spondilartrosi e segni di discopatia grazie distinti mario brig.cc in congedo

      Caro Mario,
      dovresti percepire circa 800/1000 Euro
      Saluti
      G.Pino

    320. mario ha detto:

      cari colleghi siciliani dal mese di gennaio l’ospedale militare di palermo chiuderà definitivamente funzionerà soltanto quello di messina,sarà vero? ma ho i miei dubbi ciao a tutti mario

    321. francesco1963 ha detto:

      Per Sergio anche senza causa di servizio ti spetta la pensione hai già maturato 19 e 6 mesi più 3 anni e 6 mesi di scivolo fanno 23 più i 4 riscattati fuori sono circa 27 quindi possiamo considerare come il mio caso io 22 anni e 6 mesi più 4 anni e 1 mese di scivolo ho raggiunto un totale di 26 anni e 7 mesi pensione lorda 1344.

    322. marco ha detto:

      Salve vorrei se posso le solite informazioni sovrintendente polizia di stato riformato con 30 anni servizio effettivo + 2 anni e 3 mesi riscattati moglie e figlio a carico e P.P. (ma gli straordinari effettuati in questi anni verrano conteggiati ai fini pensionistici???) Grazie mille

      Prego commentate.
      G.Pino

    323. Ciro ha detto:

      Se ti fai riformare senza la causa di servizio,cerca di farti dare dalla CMO,la inabilità assoluta a qualsiasi lavoro,cosi potrai beneficiare dell’art.2 delle legge 335/1995- Se ti danno questa dicitura percepirai la pensione come se avessi 40 anni di servzio,sempre in rapporto al tuo stipendio-
      Nel caso contrario che vieni dispensato dal servizio senza causa di servizio, hai diritto alla pensione in base agli anni che hai, perche sonno sufficienti 15 anni di servizio di cui 12 effettivi-
      Ma poichè penso che sei giovane, la CMO, anche se ti dovesse dispensare dal servizio, ti farà sicuramento idoneo al servizio civile, o al passagio eventuale nei ruoli tecnici

      saluti

    324. mario ha detto:

      dott.pinoc’è ancora nel supu?

      Caro Mario,
      malgrado le difficolta’ economiche di portare avanti il nostro Sodalizio,siamo vivi!
      Un abbraccio
      G.PIno

    325. franca caporali ha detto:

      buon giorno , dottor Pino x cortesia mi potrebbe dire se esiste la prescrizione x le pensioni provvisorie? Ho una pensione di reversibilità, da 16 anni…. e adesso devo pagare io x un loro errore!!!!

      Gentile Signora Franca,
      la prego di specificare meglio il suo quesito!
      G.Pino

    326. Sergio ha detto:

      Ringrazio Francesco e Ciro per le risposte esaurienti fornitemi, e i Signori del sito che ne danno la possibilità.

    327. vito ha detto:

      Buonasera Dr.Pino.Mi chiamo Vito e sono un Maresciallo Aiutante “s” dei Carabinieri. Qualche anno fà sono stato vittima di un incidente stradale in seguito al quale ho riportato lesioni importanti e che attualmente compromettono seriamente la mia attività lavorativa. Da qualche mese mi è stata riconosciuta un’altra causa di servizio per lomboartrosi ed ernie discali e sono in attesa di essere sottoposto a visita medico – legale da parte della C.M.O. per quanto attiene le lesioni riportate nell’incidente stradale.
      Mi sono arruolato il 17.07.1986.
      Dopo questa breve cronistoria, vorrei sapere questo:
      1- In caso di riforma con e senza dipendenza da causa di servizio a quanto ammonterebbe la mia pensione nonchè il TFS?
      2- Mi possono obbligare a transitare presso un altro Ente Civile?
      3- E’ vero che in caso di riforma e quindi di una pensione anticipata possono trattenermi il 21% della pensione?

      Caro Vito,
      il transito ai ruoli civili,non e’ obbligatorio,se accetti,puoi produrre domanda entro 30 gg dalla domanda.
      Dovresti percepire 1600/1700 E. TFR 45/50 mila E.
      Saluti
      G.Pino

    328. ILLY ha detto:

      BUONA SERA A TUTTI ED IN PARTICOARE A LEI DOTTOR PINO.
      VORREI COLLEGARMI ALLA DOMANDA FATTALE DAL SIG. Eugenio del 4 novembre 2012 (2 weeks ago) alle ore 12:30
      INFATTI, LE CHIEDE:””….. vorrei sapere quando posso andare in pensione anticipata con la riforma Fornero”. LEI MOLTO PRECISAMENTE GLI SPIEGA UN PO’ TUTTO. IL MIO DUBBIO E’: MA VI SONO PENALIZZAZIONI PER CHI VIENE RIFORMATO DOPO IL 2013 PER UNA MALATTINA “NON DIPENDENTE DA CAUSA DI SERVIZIO”? RISPETTO A COLORO CHE VENGONO RIFORMATI ENTRO QUEST’ANNO, DALL’ANNO PROSSIMO CI SONO DELLE DIFFERENZE? LA RINGRAZIO E CORDIALMENTE LA SALUTO, CERTO DI UNA GRADITA RISPOSTA CHIARIFICATORIA.

      Caro Illy,
      per le riforme che ci riguardano tutto rimane invariato,al momento non ci sono normative che possano stravolgere l’attuale sistema.
      G.Pino

    329. ILLY ha detto:

      grazie, infinitamente

    330. mario ha detto:

      dott. pino il giorno 3 0ttobre ho presentato ricorso per quanto riguarda il debito di 22 mila euro che per colpa della mia amministrazione arma ,e che ore dovrò rimborsare a 250 euro al mese,quanto tempo ci mette la corte dei conti di palermo a pronunciarsi per quanto riguarda la sopensiva ed infine il processo grazie saluti mari brig.cc in congedo

      Caro Mario,
      per abbreviare i tempi dipende soprattutto dall’impegno professionale del tuo Avv.
      G.Pino

    331. carmine ha detto:

      salve dopo tanti anni mi e stata accertata una blefarite ulcerosa dall’osped.militare di caserta questa mi e accaduto tutto nel lontano 1968 da allora sono passati molti anni volevo sapere a quanto ammonta la pensione di guerra privilegiata e se ho diritto a tutti gli arretrati,ora e stato tutto mandato a roma per sapere la tabella cosi mi hanno detto grazie.

      Caro Carmine,
      le P.P militari invalidanti vengono distinte dalla 1 ctg all’8 ctg.
      Un’8^ ctg vale 800 E al mese.
      Con tutta sincerita’ al momento non so risponderti se la retroattivita’ ti viene considerata dal 1968,bisognerebbe visionare le circolari emanate in questi anni riguardanti le retroattivita’ sugli arretrati.

      Saluti
      G.Pino

    332. Dario ha detto:

      Egregio dott.Pino, sono un maggiore con 16 anni di servizio effettivo.. gli anni utili da ultimo statino paga sono circa 21, considerando la super valutazione 1/3. Ho riscattato 5 anni ai fini della buonuscita. Ho 3 anni di missioni estere onu e nato. Ho raggiunto il primo scatto di omogeneizzazione (13 anni), mentre il secondo scatto (15anni), maturato nel 2012, è stato con gelato dalla nota finanziaria.Percepisco uno stipendio netto di 2050 alal mese

      Se venissi riformato dalla cmo tra circa un anno, a quanto ammonterebbe la pensione senza causa di servizio e il tfs?

      Caro Dano,
      dovresti percepire circa 1300/1400 E. TFR 40/45 mila E
      Saluti
      G.Pino

    333. mario ha detto:

      dott. pino la saluto sono mario brigadiere del cc. in congedo per riforma,vorrei sapere da lei o d qualche collega che ne capiscano più di me come funziona l’equo indennizzo,nel 2003 sono stato rifornato,e la cmo di palermo mi conosce iniziali segni di spondiloartrosi lombare contratta per causa di servizio,confermata dalla commissione di verifiche di roma,in seguito il Ministero della difesa mi manda una lettera indirizzata all’indap di Trapani e all’interessato dove mi danno un indennità unatantum in euro 2.38,78 x1 da corrispondersi in una sola volta.in seguito il sottoscritto fa domanda di pensione privilegiata per aggravamento della patologia di cui sopra,l’ospedale militare di palermo non mi riconosce la privilegiata ma soltanto l’aggravamento in questo senso:spondiloartosi lombare con segni di discopatia,dopo qualche mese mi liquidano con indennità una tantum annualita 2 con euro 566,00.giorno 7.febbraio ricevo una comunicazione da parte del Minisero della difesa,indirizzara all’indap e a me per conoscenza una lattera, dove si evince che mi debbono dare una indennità una tantum di euro 2.071,76 per aggravamento dell’infermità iniziali segni di spondiloartrosi lombare,mi sono recato all’indap ho parlato con un responsabile a dire dello stesso mi dice che questa somma non mi spetta ma soltanto dobbiamo dargli la differenza di 2.038,78,e le 2.071,76 insomma un 20 euro circa ,e mai possibile questo perchè il Minisero scrive questa cifra e l’indap dice no come sono i fatti il verbale mod.b. n.732 del 19.6.2012 della cmo di palermo che giudica la prescritta infermità aggravata ed ascrivibile a due annualità unatantum prego notizie saluti mario

      Caro Mario,
      le indennita’ una tantum vengono concesse chi ha avuta assegnata una Tab B e viene quantificata secondo la gravita’ della patologia.La p.p viene concessa a chi ha ottenuto l’8^ctg dal Comitato di verifica.
      Quando ci sono discordanze sugli emolumenti concessi dagli uffici amministrativi si puo’ ricorrere alla Corte dei Conti!
      G.Pino

    334. Maurizio ha detto:

      Un caro saluto al Dr. Pino.
      Se a qualcuno puo’ esser d’aiuto…
      sono un App. dei Carabinieri riformato nel 2007 con 23,5 anni di servizio e 4,5 di scivolo, a febbraio 2013 mi e’ arrivata la pensione definitiva che ammonta a 1726 euro lorde (compreso la causa di servizio).
      Cordiali Saluti

    335. mario ha detto:

      e netto quanto prendi ma ti è convenuto farti riformare con pochi anni di servizio, avendo moglie e figli a carico certo tu mi dirai che l’importante che non vengo a mangiare a casa tua auguri comunque brig. cc. mario

    336. Enrico ha detto:

      Buondì, scusa Maurizio confermi al netto sulle 1.300/1500?

    337. Guido zera ha detto:

      Salve dott.Pino se puo aiutarmi Le sarei grato sono un ex m.llo AM in congedo assoluto dal 22.01.2002 vorrei sapere la mia pensione ché è di circa 800 E. Che tipo di pensione è. .. dal ministero viene definita ordinaria dall’inpdap invece di invalidita al momento del congedo per causa di servizio a 8 cat …in seguito nn mi è stata riconosciuta la ppo …….cosa possfare per capire se quello che mi stanno dando è giusto…..la ringrazio anticipatamente.

      Caro Guido,
      mi contatti
      366.3406356
      G.Pino

    338. mario ha detto:

      io dico 1300 netti non di più va campa va mario brig.cc,in congedo

    339. antonello63 ha detto:

      dott.pino

    340. Salvatore ha detto:

      Salve non so se sto scrivendo nel posto giusto e nel caso mi scuso in anticipo, sono un militare in servizio permanente dell’esercito ed a seguito di un controllo presso l’ufficio inpdap della mia città non risultano versati i contributi a mio nome. La mia amministrazione mi ha assicurato che per quello che gli compete hanno fatto tutto come per tutti gli altri in caserma. L’ufficio inpdap mi ha consigliato di attivare una procedura online a cui verrà assegnato un numero di protocollo, invece, il call center INPS inpdap mi ha assicurato che recandomi presso l’ufficio inpdap o un CAF risolverei il tutto. Insomma non riesco a risolvere questo problema perché non si sa a chi compete gestire la mia situazione?

      Caro Salvatore,
      non attivare nulla,sprechi il tuo tempo,portati direttamente dal Dirigente Inpdap della tua circoscrizione per rappresentare il tuo problema.
      Saluti
      G.Pino

    341. Silvano ha detto:

      Salve Dott. Pino, sono un App. S dei Carabinieri molto deluso della situazione e varianti che sta’ subendo il sistema pensionistico e la mancanza di personale preposto all’accoglimento delle istanze per la pensione e poco chiari gli importi che si andrà a percepire. Cortesemente, io sono del genn 63 arruolato il 1° dic. 1981 e ricongiunto 4 anni e 3 mesi di lavoro prima di arruolarmi. volevo sapere se rientro quest’anno rientro nella pensione di anzianità se si quanto posso percepire mensilmente e di tfs . grazie . e complimenti delle informazioni e servizio che date, ho scoperto solo stasera del vostro sito e del vostro operato veramente molto completo e solare. Anch’io nauseato degli ambienti e superiori ho riscontrato relazioni e situazioni che non ha più niente a che vedere con la famigerata famiglia cui sbandierano i nostri CARI ufficiali perennemente in missione. . .

      Caro Silvano,non sono sicuro se mai e’ esistita questa famigerata famiglia dell’Arma,se dovessi pubblicare le lettere che mi arrivano dai Carabinieri i vertici si metterebbero le mani nei capelli.
      La tua pensione dovrebbe essere di 1700/1800 E.TFR 50/55 MILA E.
      Saluti
      G.Pino

    342. Luigi ha detto:

      Buonasera, sono un M.llo 1^ Cl. A.M. arruolato a settembre 1990 quindi quasi 23 anni effettivi più 5, in totale 28 anni contributivi. Non ho fatto missioni all’estero, niente straordinari, percepisco in busta paga. parametro 133, percepisco 1700/1800 di stipendio. Ritengo che tra qualche mese la commissione medico legale mi riformi, a quanto potrebbe ammontare approssimativamente la mia pensione? Grazie, Distinti Saluti.

      Caro Luigi,
      Dovresti percepire 1500/1600 E. TFR 40/45 mila E.
      G.Pino

    343. nicola ha detto:

      Salve è possibile sapere quando prendero’ di pensione e di tfr, mi sono arruolato nel 1981, attualmente ho 32 anni di servizio, qualifica Isp. capo, riformato per inabilita’ fisica , ma non mi hanno riconosciuto la causa di servizio, ho avuto un’ infarto nel 2009 e stamattina mi hanno notificato il non riconoscimento e la dismissione dal servizio
      Vi ringrazio anticipatamente

      Caro Nicola,
      dovresti percepire circa 200O E. tfr 60/65 Mila
      Ciao
      G.Pino E.

    344. salvatore ha detto:

      Egregio Dott.Pino sono un Brigadiere capo dei cc il 31 luglio dovrei andare in pensione con 35 anni e 2 mesi di servizio e 54 anni di età. Vorrei sapere quando prenderò di pensione e di tfs. e inoltre entro quanto tempo verrà data la buonoscita. grazie Salvatore

      Caro Salvatore,
      dovresti percepire circa 1900/2000 E. con 60/65 mila E. di TFR
      Buona Pasqua

      G.Pino

    345. Luigi ha detto:

      Buonasera, sono un M.llo 1^ Cl. A.M. arruolato a settembre 1990 quindi quasi 23 anni effettivi più 5, in totale 28 anni contributivi. Non ho fatto missioni all’estero, niente straordinari, percepisco in busta paga. parametro 133, percepisco 1700/1800 di stipendio. Ritengo che tra qualche mese la commissione medico legale mi riformi, a quanto potrebbe ammontare approssimativamente la mia pensione? Grazie, Distinti Saluti.

      Caro Luigi,
      Dovresti percepire 1500/1600 E. TFR 40/45 mila E.
      G.Pino

      Gentile Dott. Pino, siccome tra la sua ipotesi di pensione e quella suggerita da un mio collega già pensionato c’è notevole differenza, potrebbe gentilmente rivedere i calcoli? il mio collega sostiene che dovrei percepire circa 1100 euro… lei sostiene 1500/1600 … c’è un margine non indifferente… Grazie.

    346. nicola ha detto:

      BUONGIORNO,SONO UN ASSISTENTE CAPO P.P. CORTESEMENTE E’ POSSIBILE SAPERE QUANTO PRENDO DI PENSIONE E TFR SE VENGO RIFORNATO PER INFERMITA’ NON DIPENDENTE DA CAUSA DI SERVIZIO.MI SONO ARRUOLATO IL 15/04/1985 QUINDI 28 ANNI DI SERVIZIO EFFETTIVI, PIU’5 ANNI RISCATTATI, PIU’ 1 DI SERVIZIO MILITARE, PIU’ 1 ANNO DI LAVORO CIVILE RICONGIUNTO, PER UN TOTALE DI ANNI DI CONTRIBUTI 35. IN ATTESA DI UNA VOSTRA GENTILE RISPOSTA. RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE ED OSSEQUI.

      Caro Nicola,
      dovresti percepire 1500/1550 – TFR 40/45 MILA e.
      Buona Pasqua
      G.Pino

    347. antonio ha detto:

      buona sera sono un ex militare in congedo dal 95 e finalmente dopo 18 anni di lotta sono arrivato al momento ad avere una pensione privilegiata per 3 anni rinnovabili , vorrei sapere quanto mi spetta come somma mensile con una pensione privilegiata di 8° categoria e se ho speranze in una pensione definitiva grazie

      Caro Antonio,
      dovresti percepire 800 E. al mese per tre anni.
      Buona Pasqua
      G.Pino

    348. raffaele ha detto:

      Caro dott. Pino, cari amici del SUPU, circa un anno fa chiesi a Voi un parere in merito alla percezione di eventuale riforma con pensione. La risposta, tempestiva, fu chiara, preventivando, in caso di riforma, una percezione di circa 1.300 euro al mese. Adesso, dopo un anno a stringere i denti per le patologie artrosiche diffuse praticamente a tutte le articolazioni, limitazioni del movimento delle ginocchia con previsione di intervento per inserimento di placche (pare al titanio, non ricordo), patologie legate ad una tiroidectomia totale che mi ha costretto a tre ricoveri per fibrillazione e a due interventi in pronto soccorso per attacchi di panico (sensazioni sconosciute prima dell’asportazione della tiroide), oltre alle quotidiane palpitazioni e ansie, una amica avvocato mi ha consigliato di raggiungere almeno i 27 anni di servizio per poter incrementare la probabile pensione per riforma. Vengo al dubbio che mi fa porgere a voi il seguente quesito: i 1.300 euro che avrei dovuto percepire, secondo un sommario calcolo, in caso di riforma, sono netti o lordi? e se sono lordi, quanto sarebbe al netto e come si calcola? Grazie infinite e, seppur in leggero anticipo, AUGURI di una Felice Pasqua!

      Ciao Raffaele,
      ti confermo 1300/1400 E + eventuale p.p consistente nel 10% della tua p.o
      Buona Pasqua,unitamente alla tua famiglia!
      G.Pino

    349. paolo60 ha detto:

      Salve a tutti questa è la mia esperienza con M.I.
      Sono Ispettore capo P.S. età 53 anni,32 anni di servizio + 5 riscattati,da gennaio 2011,assente dal servizio per cardiopatia ischemica ipertensiva, a maggio 2011 inoltravo istanza di riconoscimento della C. di S. in quanto la C.M.O mi dichiarava non idoneo permanentemente al S.d.I. nella P.S. in modo parziale qualora la patologia veniva riconosciuta dipendente da causa di servizio ero idoneo per i ruoli tecnici o civili e a seguito di ciò venivo collocato ( da maggio 2012 ) in aspettativa speciale, in attesa di una decisione dl Comiato di Verifica, che tramite il mio Ufficio circa 10 gg fa, mi ha notificato : LA CARDIOPATIA ISCHEMICA TRATTATA CON TRIPLICE BY PASS AORTICO CORONARICO NON E’ DIPENDENTE DA CAUSA DI SERVIZIO, non mensionando IPERTENSIONE.
      Mi conviene presentare la domanda C.S. per l’Ipertensione ? Dovrebbe arrivarmi il decreto di dispensa ?
      Ho letto da qualche parte che mi conviene farmi notificare il decreto di dispensa oltre il 9 aprile ( data di arrolamento ) così guadagnerò un anno in più è vero ?

      Prego commentate
      G.Pino

    350. antonello63 ha detto:

      Scusa Sig. Nicola se mi intrometto, vorrei sapere se la riforma la hai avuta subito dopo l’infarto o come si sono susseguite le cose?
      Chiedo perchè anch’io ho una situazione simile.
      Mipotresti far conoscere più nel dettaglio i passi dell’infermità e congedo?
      La ringrazio. antonello

    351. ciro ha detto:

      Egregio Commissario Pino-

      Per caso Lei e a conoscenza entro quanto tempo il Tesoro deve pagare i vitalizi per le Vittime del Dovere ?
      Vi e un regolamento ?
      Sono 4 mesi che aspetto, e nonostante le varie lettere ed email-mi dicono che pagheranno quando sarà il mio turno.-
      Ho fatto anche una diffida, e nessuna risposta e stata data-

      ciro

      Caro Ciro,
      Il pagamento dei vitalizi vittime del dovere,da fonte ufficiale del Ministero dell’Economia,verranno pagati entro Aprile/Maggio 2013 con i relativi arretrati.
      Questi pagamenti sono riferiti per la graduatoria di Giugno.

      Saluti
      G.Pino

    352. mario ha detto:

      caro dott. pino in merito al ricorso alla corte dei conti riguardante il problema che devo rimborsare euro 22 mila e altro,ho vinto il primo raund cioè mi devono restituire la tratenuta che mi avavano fatto sulla pensione di euro 250 speriamo che alla sentenza la vinco per un futuro migliore la saluto le farò sapere magari la cosa interesserà a qualche altro collega in genere la saluto mariano

      Ciao Mario,
      in bocca al lupo
      G.Pino

    353. giuseppe ha detto:

      scrivo per conto di mio padre, ex app. dei carabinieri in congedo dal 1978, arruolato nel 1948, quindi con 30 anni di servizio effettivi ma con abbuoni arrivato a 40 anni utili.
      Gli è stata riconosciuta nell’anno 2004 una pensione privilegiata per infermità pari alla 7^ categoria a far data dal 1998 a vita. Nel 2010 per aggravamento gli è stata conferita la 5^ categoria a far data dal 2003. Gli è appena arrivato per notifica il decreto del ministero della difesa con la quale gli viene conferita appunto la 5^ categoria ma ciò non comporta alcuna maggiorazione del trattamento economico, come mai? chi sa rispondermi?

      Caro Giuseppe,
      dalla 3^ ctg all’8^ ctg gli aventi diritto percepiranno il 10% della P.O

      Buona Pasqua
      G.Pino

    354. mario ha detto:

      a tutti i collaghi del supu e a quanti scrivono per avere ragguagli auguro una santa pasqua Santa pasqua che auguro in particolare a chi ci dà le risposta Dott. Pino un abbraccio mario

      Buona Pasqua
      G.Pino

    355. nicola ha detto:

      Non so se Antonello 63, si riferisce a me cmq da quando ho avuto l’infarto subito ho presentato domanda di causa di servizio e dopo 3 anni mi hanno comunicato che la patologia non era dovuta per motivi di servizio pertanto presentavo entro 10 gg le mie controdeduzioni avvallate da un medico legale e dopo un altro anno e mezzo mi hanno confermato la dismissione dal servizio per inabilita’ fisica , pertanto sono trascorsi 4 anni e mezzo e non so sinceramente se vale la pena di fare ricorso ,sono convinto che se facevo una vita piu sana e meno stressata senza fare, per esigenze di servizio, doppi turni e 2 o tre notte a seguire con un solo riposo al mese certamente non avrei avuto l’infarto, ti faccio tanti auguri per la salute e ti auguro una buona e serena Pasqua a te e al Dr. Pino che non ci sono parole di gratitudine per il servizio che offre

    356. modu ha detto:

      Salve a tutti, vorrei esporvi la mia esperienza, sono un ispettore capo della P.S. di anni 53, arruolato il 1.04.1981, sono assente dal servizio dal 24.01.2011, per malattia non riconosciuta dipendente da causa di servizio, dal C.di V. Oggi mi è stato notificato che sono stato collocato dal 19.02.2013, o in pensione o nei ruoli tecnici della P.S
      Mi sono rivolto all’ Ufficio pensioni della Questura e da calcoli approssimativi mi è stato riferito che per pochi mesi non rientro nel calcolo retributivo e quindi sono nel misto.
      Chiedo ma voi quali calcoli fate per ad arrivare tra i 1800/ 2000 Euro se a me è stato detto che la mia pensione si aggirerà intorno ai 1400/1500 euro!!!!!
      GRAZIE DI UN EVENTUALE CHIARIMENTO, anche perchè mi è stato detto che i calcoli vengono fatti tramite in base al modulo P04.

      Caro Simone,
      scusa se ti rispondo in ritardo,secondo la tua qualifica e i tuoi anni di servizio,dovresti percepire circa 1800/2000. Nel frattempo credo che tu abbia percepito il tuo cedolino pensionistico.conferma
      Saluti
      G.Pino

    357. antonio64es12@yahoo.it ha detto:

      Salve dott. Pino mi chiamo Antonio gradire avere un’informazione, sono un app.cc in pensione “riformato” sono andato in pensione a novembre 2011 con una 5 cat. vorrei sapre se era possibile i tempi di erogazione da parte del’inpdap della PP. grazie

      Caro Antonio,
      credo che ti dovresti impegnare a sollecitare il tuo riconoscimento con lettera raccomandata chiedendo la posizione della tua pratica e il Funzionario che la tratta.
      Naturalmente la missiva dovresti inviarla presso il tuo Ministero e al Comitato di Verifica.
      G.Pino

    358. nicola ha detto:

      qualcuno puo dirmi se ho diritto che mi siano pagate le ferie che non ho usufruito per malattia in quanto ho avuto un infarto nel 2009 e allora avevo ancora una 20 di giorni del 2008 + i 45 del 2009, sono stato riformato con decorrenza 30 gennaio 2013 e se mi toccano tutti e 45 gg di ferie del 2009 non avendo completato l’anno grazie

      Prego Commentate!
      G.pino

    359. Giuseppe ha detto:

      Salve Dott. Pino, sono un maresciallo aiutante con parametro stipendiale n. 133, con 26 anni di servizio effettivo + 1 anno di servizio militare. Attualmente sono in aspettativa per motivi di salute non dipendenti da causa di servizio. Se fra due anni, quando avrò quindi 28 anni di servizio effettivo + 1 anno di miliare, verrò riformato per infermità sempre non dipendente da causa di servizio, quanto potrò percepire di pensione e di TFR. Mi sto informando se mi spettano i cinque anni di abbuoni, ma intanto vorrei sapere da lei la pensione che potrei avere in caso di 28 anni di servizio + 1 di militare o con 28 anni di servizio + 1 di militare + 5 anni di abbuoni. Non ho alcuna persona a carico. Grazie

      Caro Giuseppe,
      tra due anni onestamente non so se prenderai una pensione,oggi ti posso rispondere, se sarai riformato percepirai circa 1600 E.
      G.Pino

    360. Renzo Baldelli ha detto:

      Dott. Pino sono un’Assistente Capo della Polizia di Stato, il giorno 15.04.2013 sono stato riformato per patologia no causa di servizio. Sono nato il 13.01.1968 ed ho iniziato a lavorare a 15 anni. Dunque ho 9 anni di lavoro industria (ricongiunto) 1 anno militare arma CC e 20 anni di Polizia, secondo la sua valutazione a quanto ammonterebbe la mia pensione se non accettassi il transito ai ruoli civili? anticipatamente ringrazio per la sua cortesia. Lorenzo

      Percepiresti circa 900 E.
      G.Pino

    361. Giuseppe ha detto:

      Dott. Pino,le ho telefonato alcuni giorni fa. Qualche giorno fa sono stato colpito da infarto del miocardio, quindi successivamente messo in convalescenza. Prossimamente farò la domanda per riconoscimento da causa di servizio, patologia che sicuramente non sarà riconosciuta. Comunque sono qui a chiederle a quanto ammonterebbe la mia pensione, se mi riformano nei prossimi 10 mesi, tenuto conto che sono un maresciallo capo della Guardia di Finanza, con più di dieci anni nel grado, arruolato nell’ottobre del 1983. Poi in relazione ad altre patologie riconosciute causa di servizio ascritte alla 6^ categoria, mi spetterà la pensione privilegiata? Se resto in aspettativa oltre un anno, mi decurteranno lo stipendio, oppure mi richiederanno il tutto a rimborso dopo essere stato riformato? Questa situazione mi sta logorando, anche perchè, nel caso fosse una misera pensione come faccio a mantenere moglie e due figli minori. Nel ringraziarla anticipatamente le invio cordiali saluti. Giuseppe.

      Caro Giuseppe,
      credo che dovresti presentare domanda di causa di servizio,non si sa mai!
      Dovresti percepire circa 2000 mila E.con 60 mila E. di TFR.
      Se riconosciuta dal Comitato di Verifica la tua 6^ ctg, subito dopo essere stato posto in riforma, potrai presentare domanda di p.p.
      Finche’ resterai a disposizione dell’O.M non avrai nessuna decurtazione dello stipendio.
      Saluti
      G.pino

    362. Giuseppe ha detto:

      dimenticavo compio 51 anni di età il 28 giugno.

    363. mario ha detto:

      per giuseppe ti debbono pagare le licenze non fruite come hanno fatto con me ciao mario brig.cc in congedo per riforma fai domanda alla tua amministrazione

    364. Maurizio ha detto:

      Scusate il ritardo alla vostra domanda…
      al netto in tasca 1360 euro, non sono sposato ne figli (che sfiga :-)…
      non ho potuto scegliere né di rimanere in servizio né di passare ai servizi civili perché dopo 5 anni di mobbing ero ridotto veramente male… ed anche oggi pur avendo recuperato non me la passo tanto bene… pazienza… la fede in Dio mi ha sostenuto tantissimo.
      Con 1360 non muoio di fame ma neanche vivo agiatamente…
      Un caro saluto a tutti
      Maurizio

    365. Renzo Baldelli ha detto:

      Dott. Pino sono un’Assistente Capo della Polizia di Stato, il giorno 15.04.2013 sono stato riformato per patologia no causa di servizio. Sono nato il 13.01.1968 ed ho iniziato a lavorare a 15 anni. Dunque ho 9 anni di lavoro industria (ricongiunto) 1 anno militare arma CC e 20 anni di Polizia, secondo la sua valutazione a quanto ammonterebbe la mia pensione se non accettassi il transito ai ruoli civili? anticipatamente ringrazio per la sua cortesia. Lorenzo

      Percepiresti circa 900 E.
      G.Pino.
      Chiedo scusa Dr. Pino ma può essere 900 euro con 30 anni di contributi effettivi?….. ma i miei 10 anni di duro lavoro prima della Polizia non contano nulla?…. eppure io li ho ricongiunti ed equiparati sono in possesso del decreto prefettizio per ciò. a oggi questa è la mia situazione: anni 9 (industria ricongiunti) + anni 1 (servizio di leva arma Carabinieri) + anni 20 (servizio effettivo Polizia di Stato) + 4 (anni di abbuono 1/5) = 34 anni di contributi utili. Inoltre io sono nel sistema misto! Ma può essere che con 34 anni utili solo 900 euro????? Se è cosi siamo davvero alla fine!!!

      Caro Renzo,
      ti chiedo scusa ho fatto i conteggi su 20 anni di servizio,la tua p.o dovrebbe essere di 1700/1800 E. con circa 50 mila E. di TFR
      G.Pino

    366. antonio ha detto:

      salve a tutti, ho appena scoperto il sito vorrei chiedervi per il decreto definivo, arruolato gennaio 1975, posto in congedo con grado si brig. capo arma cc. a domanda il 01.01.2007. percepisco una pensione provvisoria. ancora quanto devo aspettare per la definitiva?

      Carop Antonio,
      ti consiglio ti farti sentire,magari inviando una lettera R.R,chiedendo la posizione della tua pratica e il Funzionario che la tratta,e’ inconcepibile che siano passati tanti anni.
      La lettera di protesta va inviata all’ufficio pensione de4l tuo Ministero e all’Inpdap.
      Saluti
      G.Pino

    367. Matteo ha detto:

      Egregio Dott. Pino. Mi chiamo Matteo, sono un Appuntato scelto dei cc, ho 51 anni, ho 27 anni di servizio + 9 anni di lavoro in (Francia) totalizzati, dovrei essere riformato senza causa di servizio, a quanto ammonterebbe più o meno la mia pensione. La ringrazio anticipatamente.

      Caro Matteo,
      dovresti percepire circa 1700/1800 E.
      G.Pino

    368. riccardo ha detto:

      Salve Dott. Pino,sono un v.sov.te P.P. ho 28 anni di servizio più 5 anni d’abbuoni già riscattati in caso di riforma con o senza causa di servizio, quanto ammonterebbe la mia pensione ? E quanto sarà il tfr ? Distinti saluti.

      Caro Riccardo,
      La tua pensione dovrebbe essere di 1500/1600 E, e circa 45/48 mila E. di TFR
      Saluti
      G.Pino

    369. anna121 ha detto:

      Egregio Dott. Pino sono una Sovr.C della polizia con ventisei anni di servizio più cinque di abbuono in caso di esonero con o senza dipendenza da causa di servizio quanto andrei a prendere più o meno netto di pensione più la liquidazione?
      Inoltre le vorrei porre il seguente quesito:in considerazione della crisi attuale, della penalizzazione che il comparto sicurezza è sottoposto circa il sistema pensionistico ed ancora altre sofferenze, secondo lei converrebbe prendere oggi quello che ne viene fuori nel mio caso o visto che ho 50 anni sperare ancora in momenti futuri migliori?
      La ringrazio per la gentilezza che mi vorrà dedicare, per qualunque consiglio e porgo distinti saluti

      Cara Annalisa,
      dovresti percepire 1350/1450 E. con 44/48 mila E. di TFR.
      Riguardo le previsioni pensionistiche future mi sto attrezzando,quello che ti posso riferire che oggi 1400 E. di pensione,per i tuoi anni di servizio,e’ una bella pensione non credo che le cose cambieranno in meglio.
      Saluti
      G.Pino

    370. natale ha detto:

      Dott. Pino le vorrei domandare, secondo quanto mi hanno riferito, chi percepisce un equo indennizzo poi lo dovrà restituire? e’ cosi, c’è differenza con l’unatantum, mi potrebbe delucidare?
      La ringrazio cordialmente

    371. modu ha detto:

      Gentile dott. PINO,la ringrazio per la sua risposta esaustiva, ma nascono altri dubbi :
      Il C. di V. non mi riconosce la dipendenza da causa di servizio, ma mi rimane la tab. A ascritta alla 5^ cat. dalla C.M.O, per cumulo,a cosa potrebbe servirmi quando andrò in pensione ?
      Per una 6^ cat. tab. A per Gastro- duodenite ulcerosa riconosciuta dalla C.M.O. nel 1994 è possibile che quando chiederò la pensione privilegiata potrebbe essere respinta perchè potrei dopo una cura potrei essere guarito completamente ?
      Comunque io ho fatto richiesta della legge 104 e l’invalidità civile, in attesa del transito nei ruoli tecnici..
      Grazie .

      Caro Simone
      I riformati per inidoneita’al servizio percepiscono la pensione di inabilita’ (Non la pensione privilegiata),questa pensione,per chi sceglie di transitare ai ruoli civili non e’ cumulabile con lo stipendio
      Nel tuo caso avrai il 10% di pensione privilegiata di quella di inabilita’se riconosciute dipendenti da causa di servizio dal Comitato di Verifica e ascritte a ctg tab A max. dalla 1^ all’8^.
      PER LA 6^ CTG OTTENUTA NEL 1994, E’ UNA CTG TAB. A VITA ED HAI ACQUISITO UNA VOLTA IN PENSIONE A DOMANDA IL DIRITTO ALLA P.P.
      LO DEVI SAPERE SOLO TU SE SEI GUARITO O MENO.DA BUON INTENDITORE POCHE PAROLE.
      Saluti
      G.Pino

    372. natale ha detto:

      Gent.mo Dott. Pino
      Io non capisco, il C. di V. può procedere alla riforma senza parere della cmo?
      c.m.o e C. di V. esprimono pareri diversi o contrariamente uno è conseguenza dell’altro?
      Se la valutazione del soggetto viene prima fatta dalla cmo e lo stesso dopo una certa convalescenza è fatto idoneo al servizio, poi in seguito la c. di v. nel valutare la domanda di causa di servizio può riformare l’interessato, è così io non so esattamente questi passaggi come si evolvono.
      Nella Sua gentilezza, non so se si sono verificati altri casi riguardo al mio quesito, mi potrebbe dare informazioni?
      La ringrazio tantissimo.

      Caro Natale,
      Ormai non mi stupisco piu’ di nulla, la prima volta che mi capita di ricevere queste notizie, incredibile.
      Preparati a fare ricorso.Il C di V non ha i titoli per riformare.
      Contattami
      3663406356
      G.P

    373. Roberto G. ha detto:

      Egr. Dott. Pino, sono un Sovrintendente della P. di S. arruolato in data 10.01.1983, in data 24.04.2013 sono stato dispensato per fisica inabilità, non causa di servizio, parametro stipendio 116,25, considerando che alla data di dispensa ho maturato 35 anni + 3 mesi e 14 gg. (compresi i 5 anni di scivolo) con moglie e figlia maggiorenne a carico, quanto potrei percepire di pensione e buonuscita?
      La ringrazio in anticipo delle risposte che potrà darmi.
      Cordiali saluti

      Caro Roberto,
      dovresti percepire gli stessi emolumenti del tuo attuale stipendi,con 60/65 mila E. di TFR
      Saluti
      G.Pino

    374. modu ha detto:

      Gentile dott. PINO chiedo scusa se faccio una domanda alla volta, ma come già scritto i dubbi sorgono continuamente.
      Nel 1977 all’età di 17 anni, citai il mio ex datore di lavoro, nel 1980 con sentenza il Giudice ordinò allo stesso di versarmi i contributi ( COSA MAI AVVENUTA COME ACCERTATO ALL’ I.N.P.S ) nell’ occasione mi riconobbe solo 6 mesi lavorativi ai fini pensionistici.
      Solo in settimana mi sono recato presso l’archivio Generale della ex Pretura, riuscendo a rintracciare e a fare richiesta di copia della sentenza.
      All’Ufficio pensioni della Questura mi veniva chiesto la data di arruolamento ( 1° aprile 1981 ) asserendo che per 4 mesi non rientravo nel calcolo retributivo.
      Le mie domande sono :
      Secondo lei con la copia della sentenza se mi rivolgo all’ I,N,P:S. riuscirò a farmi riconoscere i sei mesi di contributi, come disposti dal Giudice, che mi mancano come è stato riferito, anche se mai versati, dopo tantissimi anni ?
      Secondo lei i miei calcoli sono esatti che al 31.12.1995 avrei maturato i 18 anni richiesti, essendomi arruolato aprile 1981 se ricongiungerei i 6 mesi summenzionati?
      Grazie per la sua disponibilità

      Caro Simone,
      le sentenze definitive sono dei titoli riscuotibili,prova tramite ad un Legale far valere i tuoi diritti,inviando all’INPS una diffida!
      Ciao
      G.Pino

    375. modu ha detto:

      E’ vero che i contributi dei minorenni valgono il doppio ?
      Grazie ancora

      Caro Simone,
      con l’emanazione della legge 233/90, la tutela previdenziale è stata estesa anche … 977/67 sulla tutela del lavoro minorile.
      G.Pino

    376. Giampiero G. ha detto:

      Ill.mo Dott. Pino,
      La ringrazio anticipatamente per la gentilezza che mi vorrà dedicare. Nel mese di ottobre del 2010 ho inoltrato tramite RTLA Guardia di Finanza una richiesta di ricongiunzione (ex art. 2 L. 29/79). Nei gg scorsi, accedendo alla mia cartella personale dei servizi INPS ho letto quale stato della pratica, la seguente dizione “Ferma per evento esterno”. A cosa può essere riferito l’impedimento? Le porgo distinti saluti.

      Caro Giampiero,
      probabilmente la pratica e’ arrivate all’INPS incompleta.
      G.Pino

    377. Giuseppe ha detto:

      Gnent.mo Dott. Pino

      Sono un Assistente Capo di Polizia, attualmente ho 21 anni di servizio effettivo + 4 anni , circa , di scivolo.

      Qualora venissi riformato dal C. M. O. , per patologia non dipendente da causa di servizio ,che pensione percepirei al netto ?

      Stipendio mensile circa 1.500 Euro (netto).-

      Caro Giuseppe,
      dovresti percepire 900/1000 E.

    378. ultralucario001 ha detto:

      Gent. Dott.Pino,
      Sono un’infermiera professionale con 25 anni di servizio con causa di servizio tabella A, categoria 8^, misura massima, riconosciuta dal Comitato di Verifica cause di servizio di Roma nel 2003.
      Se dovessi andare in pensione per inidoneità al lavoro, quanto prenderò di pensione? E dopo quanto tempo?
      Grazie in anticip

      Gentile Signora,
      Attualmente a quanto ammonta il suo stipendio
      Ciao
      G.Pino

    379. ultralucario001 ha detto:

      Gent.mo Dott. Pino,
      Grazie per aver risposto.
      Il mio stipendio ammonta a 1500 euro al mese.
      Ancora grazie in anticipo per la risposta.

    380. Pietro63 ha detto:

      Egregio Dott. Pino
      Anche io, se possibile, sono qui a chiederle qualche certezza che, purtroppo, manca da organi appositamente presenti, che lavorano egregiamente ma si attivano solo ufficialmente e a cose accadute. Consigli prima… nessuno.
      Sono un luogotenente dei carabinieri assente dal servizio da novembre 2012 per infarto del miocardio e impianto stent.
      La CMO di Milano ha esclusa la mia permanenza nell’Arma, anche se mi sento attualmente in forma, come anche certificato dagli esami attuali e visto che la mia situazione è stabile, spero possano già decidere a settembre, alla scadenza della convalescenza anche se sono solo 10 mesi, o almeno prima del 12°.
      Mi hanno consigliato (la CMO) di fare domanda causa di servizio, ma so già che sarebbe respinta e, una volta emessa, gli stipendi oltre il 12° andrebbero restituiti a metà (sono monoreddito con figlio studente, quindi immaginiamo).
      Mi parlano di servizio civile ministeriale, ma dove? Da Cuneo a Torino o Genova per un’altra decina di anni? Il parzialmente idoneo nell’Arma non c’è più per un impiego in provincia. Allora mi riformino se possibile, ma quanto percepirei?
      Sono Luogotenente CC, arruolato maggio 1982 come cc ausiliario, congedato e dopo tre mesi riammesso come già carabiniere allievo sottufficiale.
      Nato giugno 1963 e mai riscattato niente. 52 settimane di lavoro civile prima arruolamento. Moglie e figlio minore a carico.
      Cosa mi consiglia? Il ragionamento sopra è corretto? Su cosa insistere prossimamente in CMO? Quale potrebbe essere la mia pensione e liquidazione e cassa (scusi queste ultime domande materiali ma… l’orgoglio non sfama e se mi levo qualche dubbio ora, attenderò più sereno). Buon lavoro e grazie

      • Redazione SUPU ha detto:

        Caro Pietro,
        dovresti percepire 1900/2000 E TFR cica 65 mila E.

        Presto ci sara’ la riforma pensionisatica per gli uomini in uniforme,permanendo nell’Arma o transitare ai ruoli civili,non credo che percepiresti questi soldi una volta andato in pensione.Medita!
        Saluti
        G.Pino

    381. Mario ha detto:

      Dott.Pino sono mariano brigadiere cc in pensione vorrei sapere se nel 2014 ritorna l’istat quel piccolom aumento sulle pensioni,grazie distinti saluti

    382. Rodolfo ha detto:

      Si ringrazia per la risposta datomi al mio quesito. Grazie lo stesso saluti

    383. luigi ha detto:

      buon giorno
      posso anch’io porre un quesito??
      sono un primo maresciallo della MM arruolato aprile 1985
      dei quasi 29 anni effettivi (36 cumulativi) ne computo 8
      di imbarco, e 19 tra campagna e supercampagna.
      attuale stipendio annuo lordo circa 34ml euro (2100 netti mensili).
      se dovessi essere riformato all’inizio del prossimo anno (massimo entro giugno) quanto percepirei di pensione considerando che ho una causa di
      servizio ascritta a tabella A7???
      grazie

    384. Massimo ha detto:

      Salve dott. Pino mi può aiutare, sono M1 A.M.25 anni contributi stip.netto 1780, se nel 2014 dovessero riformarmi senza causa di servizio quanto perderei? la ringrazio, qui nessuno sa niente, massimo

    385. Alessandro ha detto:

      Per favore vorrei una risposta visto che non è la prima volta che vi scrivo. Appartenente alla Polizia Penitenziaria con grado di Assistente Capo, vorrei sapere se mi riformassero con 31 anni di servizio quanto percepirei di pensione. Faccio presente che ho causa di servizio 8^ cat. tab.A. Grazie. Distinti Saluti.

    386. ciro ha detto:

      Caro Pino-
      Ho notato che da quando avende modificato il sito, ha perso di mordente, ricordo alcuni anni fa,a cui rispondevo a parecchi quesito, vi era una marea di persone che scrivevano,cosa che non avviene più come mai ? sono tutti diventati esperti ?
      Un saluto fraterno

      Ciro

      • Redazione SUPU ha detto:

        Caro Ciro,
        ho sempre cercato l’aiuto di tutti,dove non arrivavano le mie conoscenze,con rammarico ho notato che siete spariti tutti,addirittura visitando altri siti chi li gestisce si e’ permesso di accusarci di speculare sul disagio dei Colleghi,totalmente falso.Ti ricordi quando scrivevo prego commentate!Vorrei che ritornassi all’ovile e contribuire ad aiutare i Colleghi in difficolta.
        Un abbraccio
        G.Pino

    387. Ciro ha detto:

      Caro Pino sono diventato anche un’esperto in materia di Vittime del Dovere-

    388. mario ha detto:

      Dott.Pino buonasera sono mario brigadierecc in congedo vorrei sapere qualcosa in merito a pensione privilegiata infatti indata 08.07.1997 dalla cmo di palermo mi fu riconosciuta modesti segni di spondiloartrosi cervicale più note di sinusite catarrele frontale cronicae fino a questo punto non mi spetta la privilegiata hanno ragione quelli del comitato.in data 17 aprile 2014 ho fato rx con il seguente risultato:segni di spondiloartrosi del rachide cervicale lombare più marcati a carico degli ultimi metameri cervicali con evidenti osteofiti marginali ,atteggiamento scoliotivo lombare destro convesso,riduzione dampiezza dello spazio intersomatico C3-C4,da C5 a C7 e più marcata di L5 S1 con segni di discopatia a questo punto vorrei chiedere se posso inoltrare pratica di aggravamento allo scopo di ottenere la tabella a con categoria per pensione privilegiata grazie distinti saluti-

      Caro Mario,
      Non ci sono limiti di tempo per presentare domanda di aggravamento,se hai una Tab B, se ti vengono aggravate le tue patologie potresti ottenere l’8^ CTG E QUINDI LA PENSIONE PRIVILEGIATA.
      Saluti
      G.Pino
      3663406356

    389. Francesco ha detto:

      Salve,mia madre mi fa notare che mio padre, Sott.Uff. della M.M in pensione dal 1987 con 37 anni effettivi di servizio e 40 anni utili,non ha mai percepito la liquidazione la così detta buonuscita.Mi mostra una carta con scritto pensione privilegiata con causa di servizio riconosciuta con l’ 8° ctg presentata da mio padre nel 1991 e la somma percepita fù di poco più di 16 milioni di lire annuo lordo e successivamente 3 milioni.La mia domanda è:
      È possibile che mio padre dopo 37 anni di servizio ha percepito solo queste somme?o è un abbaglio mia e di mia madre?
      La ringrazio

    390. Giuseppe ha detto:

      ariete63
      Buongiorno a Tutti Voi.

      Sono un assistente capo della polizia penitenziaria in servizio, arruolato il 29/07/1982.
      ho prestato servizio militare volontario come A.S. dal 10/01/1980 al 25/01/1982.
      essendo prossimo alla pensione, maturo i requisiti il 13/10/2015. – 40° anni + 3 mesi .
      quando dovrei percepire di pensione e liquidazione?…
      Grazie e arrivederci.

    391. bruno ha detto:

      Dott. mario buonasera. Sono un brigadiere capo dei carabinieri, nato il 16.03.1960 ed arruolato in data 19.07.1977. Al momento ho riscattato 4 anni 11 mesi e 15 giorni. Vorrei sapere quello che mi risulta riscattato valgono comunque 5 anni?
      Se andassi ora in pensione quanto prenderei di liquidazione? Fino a quanti anni posso ancora restare nell’arma? Ho alcune malattie riconosciute per causa servizio un ottava ed una settima ;
      Grazie della sua cortese attenzione.
      Brig.capo bruno

    392. Antonino Cuomo ha detto:

      Gentilissimi, Sono Antonino Cuomo, Ex Maresciallo di Polizia Pen. in pensione dal 10/04/2010 per gravi malattie e riformato dall’ Ospedale Militare CMO di Caserta. L’anno scorso il 23/10/2015 ho inoltrato una domanda all’INPS per la privilegiata, se mi sarà accolta, da quanto si calcolerà la privilegiata?, e di quanto sarà l’aumento mensile, se vedrò qualcosa prima di morire? Essendo che ho una brutta malattia? Grazie e buon lavoro a tutti, che Dio vi benedica

    393. Rocco ha detto:

      Dott. Pino Buogiorno. Vorrei approfittare per conoscere due cose. Nato 12.08.196 Arruolato 11.03.1981 nel mese di dicembre 2016 dovrei presentare domanda di pensione per uscire dicembre 2017 secondo lei qundo percepirò mensilmente più TFR e cassa Sott. Gentilmente ringrazio e saluto Brig. CC Rocco Lovallo

    394. Fabrizio ha detto:

      Buongiorno Dott. sono un App.Sc. dei CC riformato in data 12 aprile 2016 dal CMO, mi sono arruolato in data 31.01.1983, volevo , se e’ possibile sapere quanto sara’ la somma circa della mia pensione e circa anche TFS. Grazie

    395. ANTONINO ha detto:

      BUON GIORNO DOTT.PINO, SONO UN BRIG. DEI CC IN PENSIONE.ARRUOLATO IL 3.12.1978 E CONGEDATO A DOMANDA IL 31/12/2008.AD OGGI PERCEPISCO UNA PENSIONE NETTA SENZA ASSEGMI DI € 1600,00 E’ CORRETTA??
      PREMETTO CHE SONO POTUTO ANDARE IN PENSIONE GRAZIE ALLA TOTALIZZAZIONE
      DEI CONTRIBUTI VERSATI IN GERMANIA IL TUTTO PER UN TOTALE DI ANNI 39.GRAZIE

    396. Marco ha detto:

      Buongiorno Dott. Pino,
      sono un 1° Maresciallo degli alpini riformato ad ottobre con 28 anni di servizio effettivi (33 con i 5 di abbuono). Ho partecipato a diverse missioni all’estero per un totale di 3 anni.
      Ho telefonato al C.u.s.e. e ho trovato un sergente che stava lavorando ai calcoli della mia pensione.
      Mi ha informato che prenderò 1370 euro.
      Mi sembra un po’ pochino facendo riferimento ad un collega con la stessa mia anzianità che l’anno scorso è stato riformato con 1500 euro senza aver fatto nessuna missione e senza percepire l’operativa di noi alpini.
      Appena mi arriva il cedolino del primo mese di pensione la invierò a lei per le opportune verifiche.
      Grazie Marco.

    397. Luciano ha detto:

      Buon giorno Dott. Pino, sono un ass. capo della Polizia Penitenziari arruolato gennaio 1982 sono stato riformato dal C.M.O. al luglio 2016, volevo sapere cortesemente se del ricalcolo pensionistico (art. 54 dpr.1902/1973 rientrano anche le forze dell’ordine. Faccio presente che fino al 1990 Agenti Di Custodia eravamo ancora con le stellette militari.
      Distinti saluti Luciano e Buon Anno.

    398. Ciro SERRA ha detto:

      Buon anno Pino e tutti i frequentatori del forum

    399. FRANCESCO GARGANO ha detto:

      SALVE DOTTOR PINO.. SONO UN SOVRINTENDENTE CAPO DELLA POLIZIA DI STATO CON 2 ANNI DI ANZIANITA’ NEL GRADO…. A OTTOBRE DEL 2017 MATURO I 40 E 7 MESI DI CONTRIBUTI PER POTER ACCEDERE ALLA FINESTRA PER IL PRE PENSIONAMENTO AVENDO ….PER POI ASPETTARE I 15 MESI LEGGE FORNERO…. PER UN TOTALE COMPLESSIVO DI 41 ANNI E 10 MESI………… PREMETTO CHE I 10 MESI LI HO MATURATI ESTERNAMENTE E RICONGIUNTI……ALCUNI COLLEGHI MI ALLAMANO DICENDOMI CHE PERDO TANTI SOLDI ANDANDO VIA…… ESSENDOMI ARRUALATO A GENNAIO 1983…. QUANTO PERCEPIRO DI PENSIONE? GRADIREI RISPOSTA… LA RINGRAZIO… E TANTI AUGURI BUON ANNO FRANCESCO

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: