Addio alle Patologie che un tempo venivano riconosciute!






Related News

  • SUPU: Quel pazzo di Pappalardo, ma che combini !
  • SUPU: Gent.li Soci, si avvisa che tutto il personale militare riformato, anche a seguito di patologie non dipendenti da causa di servizio, che abbia maturato il trattamento pensionistico in regime misto o contributivo (escluso il retributivo), ha diritto a percepire inil diritto alla maggiorazione della pensione in ragione dell’applicazione dell’art. 3, comma 7 D. Lgs 165/1997, indipendentemente dal raggiungimento dei limiti di età. Questo diritto è stato peraltro riconosciuto dalla recentissima sent. N. 27/2017 della Corte dei Conti Regione Abruzzo divenuta definitiva. La Corte dei Conti della Regione Abruzzo, che in tal senso si era già espressa nel 2012, ha ribadito che il personale militare escluso dall’applicazione dell’istituto dell’ausiliaria, poichè collocato in quiescenza per riforma prima di aver raggiunto i requisiti di età richiesti per poter usufruire dell’ausiliaria, ha comunque diritto al beneficio compensativo di cui all’art. 3,comma 7, del D. Lgs. 165/1997, che prevede: “il montante individuale dei contributi è determinato con l’incremento di un importo pari a 5 volte la base imponibile dell’ultimo anno di servizio moltiplicata per l’aliquota di computo della pensione“. Per ulteriori informazioni contattare il numero 346 5129456 inviare un email al avvpatriziapino196@gmail.com
  • SUPU: Il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa,ucciso dai politici di Roma e non dai mafiosi macellai.
  • SUPU: ALLA MANIFESTAZIONE NIENTE GOLPE,MA SOLO UNA VACANZA ROMANA E BELLA MUSICA ,NON CE NE ANDIAMO DA MONTECITORIO SE GLI ABUSIVI NON LASCERANNO IL PARLAMENTO CON LE DIMISSIONI.
  • SUPU: C’E’ STATO UN TENTATIVO DI EMARGINARE I CARABINIERI CARO MINNITI,DOVRAI FARE I CONTI CON 200 ANNI DI STORIA
  • SUPU: Antonio Pappalardo e Francesco Patrizi “IL GENERALE RIVOLUZIONARIO CHE FA SOGNARE”
  • Pensioni Militari Supu: Attenti a quei due n.62,organo d’informazione Comparto Sicurezza e Difesa.
  • PENSIONI MILITARI SUPU: AVVOCATO MILITARE GUARDIA DI FINANZA: IL DIRITTO AL RIPOSO COMPENSATIVO E’ IRRINUNCIABILE, A PRESCINDERE DALLA DOMANDA
  • One Comment to Addio alle Patologie che un tempo venivano riconosciute!

    1. Enrico ha detto:

      Buon giorno, partendo dal presupposto che pure io, sono in attesa di un riconoscimento di malattia patita, dal 2004 “Ipertensione arteriosa grave” che non sarà sicuramente riconosciuta dipendente c.s. visto il tenore dei vari commenti espressi.
      Come non ricordare, nell’arco dei 30 anni di servizio trascorsi nell’Arma CC., quanti P.V. delle C.M.O. mi sono passati tra le mani,per dovere d’Ufficio, che riconoscevano dipendenze da causa di servizio,del personale di ogni grado che accusava malattie “Riniti” “Gastriti” “sinusiti” guarda caso in misura maggiore riguardante personale che occupava un posto “al sole” nell’organigramma istituzionale.
      Ora purtroppo ne paghiamo le conseguenze di un certo favorevole giudizio in materia, di qualche decennio fa.
      Inutile negarlo, eticamente scorretto tacerlo.
      Un caro saluto al Sig.Generale Pappalardo incontrato più volte a Milano, negli Uffici della “Montebello”.

      Caro Enrico,mi fa piacere che ancora i Carabinieri si ricordino del mio operato,evidentemente ho lavorato bene nell’arco della mia carriera nell’Arma Non sono d’accordo con Lei quando dice che c’e’ stato un’abuso nel riconoscere C.di.S certe patologie,la verita’ secondo la mia opinione e che in tempo di carestia e dissesto economico Nazionale,i primi a essere colpiti dalla crisi sono sempre gli Uomini in Uniforme.

      Buon Ferragosto
      A.P

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: