When you install WPML and add languages, you will find the flags here to change site language.

Pensioni Militari:Il Comitato di Verifica Cause di Servizio,il nemico n.1 del Personale in Uniforme!!

Il SUPU STA ORGANIZZANDO UN SI-TIN DI PROTESTA PRESSO LA SEDE DEL COMITATO DI VERIFICA DELLE CAUSE DI SERVIZIO,SITA IN VIA LANCIANI IN ROMA.

CHIUNQUE VOLESSE ADERIRE, INVII LA SUA PARTECIPAZIONE NELLA MIA MAIL-pino.supu@yahoo.it

 

Pubblichiamo la lettera di un nostro simpatizzante

 

Ill.mo Dott. PINO, sono un Brigadiere Capo dei Carabinieri in pensione. Solo qualche giorno or sono ho scoperto il Vostro sito e, purtroppo, l’ho scoperto perchè anch’io sono incappato nella tenaglia del Comitato di Verifica per le cause di servizio. Nel maggio del 2004 sono stato sottoposto alle rituali visite dalla CMO di Catanzaro in quanto affetto da “Sclerosi Multipla” e nella circostanza l’Organo militare ha redatto verbale di inidoneità al servizio e posto in licenza di convalescenza. Dopo circa un anno e mezzo, ovvero il 07.10.2005, il medesimo organo, ha determinato la riforma. Giorni or sono, ho ricevuto una comunicazione da parte del II Reparto – 5^ Divisione del Ministero della Difesa, con la quale ha trasmesso il verbale del C.d.V. delle cause di servizio, dal quale si evince che l’Organo Ministeriale, ha espresso parere negativo al riconoscimento della patologia, argomentando che la “Sclerosi Multipla” è da ritenere patologia che non può riconoscersi dipendenete da causa di servizio, trattandosi di malattia cronica progressiva del sistema nervoso centrale, ad etiologia tuttora sconosciuta, sulla cui insorgenza ed evoluzione il servizio prestato non ha potuto influire neppure sotto il profilo concausale efficiente e determinante. In tale quadro ho provveduto a fornire ossservazioni circa il parere contrario, considerato che sono a conoscenza che altre C.M.O. hanno riconosciuto “SI” dipendente da causa di servizio analoga patologia. Ora attendo la riposta e poi deciderò sul da farsi. Un caro ed affettuoso saluto va ai colleghi che si trovano nella medesima condizione. Un vivo apprezzamento al SUPU che svolge una meritoria azione di tutela verso coloro che hanno servito lo Stato con abnegazione e senso del dovere senza mai rispsrmiarsi. Ed infine saluto cordialmente il Dott. PINO, con il quale ho interloquito telefonicamente, che è sempre disponibile nel rispondere ai quesiti proposti dal perssonale in divisa. Grazie
Franco
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Caro Franco,ti ringrazio per le affettuese parole di stima,sono sempre a disposizione in qualsiasi ora del giono dei Colleghi che hanno bisogno del mio aiuto.Desidero che tu sappia che stiamo preparando con l’aiuto di alcuni Parlamentari vicino al nostro Sindacato,un’interrogazione Parlamentare inerente all’inutilita’ del C.di.V,abbiamo la certezza che questo Sodalizio e’ stato creato per abolire le Previdenze a favore degli uomini in uniforme.
Le Pensioni Privilegiate,le Cause di Servizio gli equi indennizzi, molto presto saranno un lontano ricordo,questo psudo Comitato, nelle pratiche che deve istruire, s’inventa anche la mancaza di una virgola pur di bocciarle.Colleghi non arrendetevi Ricorrete al Tar senza PIETA!!!
Pino
Pino.supu@yahoo.it

0
8

8 Comments

  1. Francesco 19 febbraio 2010 Reply

    Egregio Dr Pino,mi riferisco al lamento giusto del Brigadiere capo dei CC in pensione,gli mostro tutta la mia solidarietà umana ed come collega della PolPen,purtroppo,anch’io sono vittima dei sopprusi del CMO e del comitato di Verifica,che nel lontano 1996 non mi hanno riconosciuto la sclerosi multipla”esprimendosi sul verbale di visita medica nella stessa maniera del collega carabiniere”gli faccio i miei auguri di farcela a farsi riconoscere con il ricorso la patologia,purtroppo,io non ce lo fatta perchè sono scaduti i termini per il ricorso,ma credo che con l’aiuto del Dr.Pino e il Supu la bAttaglia la vincerai,tanti saluti al carabiniere Franco e abbracci al Dr. Pino,da Francesco che ci sentiamo spesso per telefono

    Caro Francesco ti ringrazio per la tua sensibilita’ e solidarieta’.Scusa se ti rispondo in ritardo,purtroppo sono solo a rispondere a decine di quesiti durante la giornata, ma stai tranquillo che rispondero’ a tutti

    Un’abbraccio
    G.Pino

  2. francesco 20 maggio 2010 Reply

    anch’io sono portatore della s.m. ed avverso il parere di quell’inutile comitato romano ho fatto ricorso alla corte dei conti perchè esiete una sentenza della cortye dei conti del friuli venezia giulia che a riconosciuto la neurite ottica retrobulbare come dipendente da causa di servizio e tale malattia è l’anticamera della s.m. saluti.

  3. francesco 25 maggio 2010 Reply

    sarebbe utile sapere se altre corti dei conti si sono pronunciate come queela del friuli venezia giulia

    Caro Francesco puoi comunicare con il Gen.Pappalardo
    antoniopappalardo46@libero.it

  4. francesco 22 settembre 2010 Reply

    se è possibile avere il n.ro di telefono del gen. Pappalardo in quanto è più facile spiegarsi a voce che non la sempòice scrittua, grazie, Francesco

    antoniopappalardo46@libero.it
    G.Pino

  5. carmine 13 ottobre 2010 Reply

    Dr Pino le commento in breve questo caso, il mio .

    Nel 1980 La CMO di Bolzano mi ha riconosciuta una causa
    di servizio
    6^ categoria tabella A.

    1/ 7/1997 sono andato in pensione (con anni 36 mesi 7 )
    e presentata la domanda per la PPO.

    Nel 2009 l’OM di Milano mi conferma l’infermità a vita.

    Nel 2010 la COMMISSIONE in questione mi toglie la causa
    di servizio e mi da la possibilità di ricorrere al TAR
    .
    Mi rivolgo ad alcuni avvocati di Modena che per ragioni
    di costi mi consigliano di farmi assistere da avvocati domiciliati
    nella mia città.

    Scopro che i costi per ricorrere al TAR si aggirano sui 10.000 €

    Sinceramente non mi sono sentito di azzardare una spesa del genere.

    Capisco perchè non ci sono molti ricorsi, i costi sproibitivi.

    Credo che questo ostacolo sia stato creato per scoraggiare
    i malcapitati.

    Credo anche che il comitato per la PPO, per il mio caso a avuti 4 anni di
    tempo per esaminare la mia pratica (1997 al 2oo1) e assegnarmi
    la PPO. E non lo ha fatto.

    Avrei dovuto ricorrere per chiedere perchè non lo hanno fatto ?

    cordialmente

    Carmine

    Caro Carmine,
    e’ evidente che ti sei imbattuto in Avv. incapaci e truffatori.I nostri Avv.del SUPU, si devono guardare bene di usare questi tipi di sistemi,perche’ altrimenti gli toglieremmo subito la convenzione, gli onorari vanno richiesti a sentenza defininita.

    Quanto tempo e’ passato dalla notifica?

    G.Pino

  6. carmine 18 ottobre 2010 Reply

    Dr. Pino sono Carmine le preciso che la notifica mi è pervenuta il 1/4/2010
    con decreto nr. 84/4 datato 22/3/2010.
    cordialmente
    Carmine

  7. italo 6 novembre 2010 Reply

    salve sono un poliziotto penitenziario col grado di ass,te capo in aspettativa da quattro mesi concessi dalla cmo di cagliari ,da qualche giorno mi anno diagnosticato la sclerosi multipla,volevo sapere da lei, se presento la domanda in base alla legge 335 del 95 verro congedato o no? preciso che non passero mai al servizio civile. considerato che di servizio effettivo faccio 23 anni a breve piu tre anni di scivolo,piu quattro anni ricongiunti in quanto prima di arruolarmi facevo l operaio
    quanto mi daranno di pensione se mi buttano fuori ? grazie , attendo delucidazioni e buon lavoro,

    Commentate prego
    G.Pino

  8. SEBASTIANO 10 novembre 2010 Reply

    salve MI CHIAMO Sebastiano, E SONO BRIG.CC IN PENSIONE PERCHÉ NEL 2006, SONO STATO COLPITO DA 3 INFARTI, ADESSO DOPO SVARIATE VISITE SIA MILITARI CHE CIVILI, LA MIA PERTICA SIA DI ECO INDENNIZZO,CHE PRIVILEGIATA , SI TROVA AL COMITATO DI VERIFICA A ROMA , SE CORTESEMENTE QUALCUNO MI POTESSE METTERE AL CORRENTE O A CHE PUNTO SI TROVA GRAZIE.-

    Telefona al nr 06.47618904 C.di.V
    Via Lanciani,11-Roma
    G,P

Lascia un Commento